FIBA U17F World Championship: Italia da applausi, ma non basta. Vincono gli Usa

Tre quarti alla pari, poi nel quarto periodo le azzurre sfiorano la clamorosa rimonta ma devono inchinarsi alla formazione americana.

 

FIBA.COM
FIBA.COM

Le azzurre giocano l’ennesima grande prova, ma questa volta devono inchinarsi al talento delle americane. Decisiva la quarta frazione in cui gli Usa hanno subito trovato il parziale che spezzato in due la partita, toccando la doppia cifra di scarto dopo trenta minuti punto a punto. A nulla è servito il cuore finale, che ha portato la squadra di Lucchesi vicino alla clamorosa rimonta. Non basta la solita concreta Madera (10pt), ben supportata da una Pinzan (16pt+4ass) sempre più leader per strappare il primato. Sugli scudi, sull’altro versante c’è l’indiscussa Mvp Williams, top scorer con 20 punti. Con lei, menzione particolare la merita De Costa (12pt+12rb), letale nel finale in cui ha fatto la differenza. Lunedì ottavi di finale contro il Mali.

Italia: Pinzan-Fassina-Vella-Cubaj-Madera

Usa: Henderson-Bailey-Williams- Nelson Ododa-Dodson

GRANDE ITALIA NEI PRIMI 20’ – Avvio a ritmi lenti ma intensità elevata, tanto che per vedere i primi punti bisogna attendere oltre due minuti e mezzo, con Fassina brava a insaccare il 2+1 del 3-0 iniziale. Ti aspetti una reazione americana, ma è monologo azzurro: Pinzan fa 2 su 2 dalla lunetta, Cubaj si mette in mostra con una gran stoppata e con il canestro di Vella, è 7-0 dopo 5’. Brown interrompe il parziale a sfavore, ma il copione non cambia, con la formazione di Lucchesi che attacca bene e difende ancora meglio e con i due punti di Trucco, è 9-3 sul tabellone. Bailey e Dodson limitano però i danni, definendo il primo quarto sul 9-7. Il secondo quarto si apre dalla lunga distanza, con Fassina a replicare a Williams. La partita sale di ritmo: Pinzan rimette quattro punti di scarto (15-11), ma gli Usa rispondono prontamente e con Dodson e Williams trovano il contro sorpasso sul 15-16. Madera sale in cattedra con cinque punti di fila, Cubaj in lunetta mette il 2/2 che vale due possessi di vantaggio (24-18), ma ancora volta è Williams, supportata da Henderson, a trovare i punti che in un amen ribaltano la contesa, sul 24-25. Il finale è però azzurro: Pinzan colpisce dall’arco, Trucco col piazzato e all’intervallo, è 30-28 il punteggio.

TANTO CUORE MA NON BASTA, ITALIA K.O A TESTA ALTA- Il terzo periodo si apre con il 2/2 di Collier a riportare nuovamente in parità le due squadre. Fassina colpisce nuovamente dall’arco, ma Williams risponde con la stessa moneta. Si segna comunque pochissimo rispetto alla frazione precedente: Cubaj segna il più tre, ma Williams e Collier sono scatenate e trascinano gli Usa al 40-41 con cui vanno in archivio i primi trenta minuti di gara.  Una monumentale Williams apre il quarto periodo dalla lunga distanza, toccando quota venti nel tabellino personale. Prince si sblocca con un 2+1, costringendoci al massimo svantaggio della serata sul 40-47, mentre Lucchesi ributta sul parquet la capitana Madera. Le azzurre però continua a faticare un sacco, De Costa realizza il più nove e il timeout è la conseguenza obbligatoria al parziale subito. Al rientro è però la compagine americana a dettare ancora i ritmi, con De Costa a bersaglio nuovamente con due canestri in fila per il 40-53. Pinzan e Fassina provano a svegliare le compagne ricucendo fino al meno dieci (45-55), ma è il canestro di Cubaj per il meno otto a tre minuti dal termine a riaprire qualche speranza.  De Costa da sotto continua nel suo show personale, ma Pinzan sullo scadere dei ventiquattro mette una tripla clamorosa che tiene viva la nostra nazionale. E’ ancora la numero quattro a trovare la tripla del meno sei a 1’15’’ dalla fine, con le americane che ora iniziano a sentire la pressione. Madera segna il meno quattro e questa volta, è timeout obbligato per la nazionale americana sul 55-59 a quarantotto secondi dal termine. Le azzurre sono ancora una volta strepitose difensivamente, ma prima Madera e poi Pinzan sprecano i palloni per riaprirla ulteriormente. L’Italia è così costretta alla resa, perdendo 55-59.

Gli ottavi:

Italia-Mali
Canada-Messico
Giappone-Francia
Lettonia-Cina
Stati Uniti-Brasile
Repubblica Ceca-Portogallo
Corea-Spagna

MVP BASKETINSIDE.COM: Williams

ITALIA-USA 55 59

ITALIA: Pinzan 16, Ianezic, Verona, Chicchisiola 1, Smorto, Fassina 11, Del Pero, Decortes 2, Trucco 7, Cubaj 6, Madera 10, Vella 2.

USA: Henderson 5, Mikesell, Prohaska, Brown 1, Dodson 8, Nelson-Ododa 4, De Costa 12, Williams 20, Brunelle ne, Collier 4, Bailey 2, Prince 3.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy