Finale Nazionale U16F: Marghera strepitosa, stende la Reyer e vola in finale

Finale Nazionale U16F: Marghera strepitosa, stende la Reyer e vola in finale

Servono quarantacinque minuti per decidere la contesa: a far festa è Marghera.

Commenta per primo!

Ad aprire il programma sul parquet del PalaZauli di Battipaglia è stato il derby veneto fra Rittmeyer Giants Marghera e Umana Reyer Venezia. Fra due società distanti solo pochi chilometri l’avvio di gara ha visto la pressione delle ragazze di coach Cazzin diventare un fattore di disturbo per l’impostazione offensiva delle orogranata. Le consegne speciali verso Sara Madera hanno impegnato la difesa di Marghera, ma per tutto il primo periodo le biancoblu non hanno perso lucidità offensiva, chiudendo il periodo 16-7. La Reyer ha dunque giocato la carta del pressing a tutto campo, riuscendo a ricucire per un attimo lo strappo, ma la tripla di Margiotta ha ricacciato sul -11 Venezia. Svantaggio questo riportato a una cifra sola grazie alla bomba di Madera (14-22). Il 30-24 con cui le squadre sono andate a riposo ha anticipato un secondo tempo di grande pathos. Nel terzo periodo la Reyer ha subito spinto forte, risalendo la china e trovando il sorpasso al minuto 25′ (35-30 con la bomba di Costantini). In un momento di grande equilibrio protagoniste assolute sono diventate le due classe 2000, entrambe con il 18 sulle spalle, Baldi e Madera: due lunghe dalla forza mentale e fisica fuori dal comune e con mani educatissime che hanno preso per mano le rispettive squadre.  Il primo squillo dell’ultimo periodo l’ha suonato Luraschi, con la palla rubata e il gioco da 3 che ha portato la Reyer sul 41-41. Nessuna delle due squadre è però riuscita a prendere margine nei minuti conclusivi e così a 24” dalla fine il tabellone recitava 46-46. La Reyer ha avuto l’occasione finale dalla lunetta, ma lo 0/2 di Zampieri ha mandato le squadre all’overtime. Il pericolo scampato ha dato nuova linfa alle piccole Giganti di Marghera, e lucidità a Toffolo che dall’angolo ha infilato la tripla del + 4 (50-46). Diametralmente opposto l’umore delle reyerine, che non hanno più trovato la via del canestro per 5 minuti, ed hanno dovuto assistere alla festa delle rivali con il tabellone congelato sul 51-46.

RITTMEYER MARGHERA – UMANA REYER VENEZIA 51 – 46 d1ts (16-7, 30-24, 37-37, 46-46, 51-46)

RITTMEYER MARGHERA: Cestaro 3 (1/2 da 3), Righetti NE, Pastrello 3 (1/11, 0/3), Gini* 3 (0/1, 1/4), Baldi* 14 (6/13, 0/1), Barbato, Beggio NE, Fiorin* 9 (2/4, 1/5), Margiotta 3 (1/3 da 3), Miglioranza NE, Stangherlin* 7 (2/3, 0/1), Toffolo* 9 (3/10, 0/2)
Tiri da 2: 14/42 – Tiri da 3: 4/21 – Tiri Liberi: 11/21 – Rimbalzi: 51 12+39 (Baldi 14) – Assist: 11 (Baldi 3)
Allenatore: Dario Cazzin, Assistente: Francesco Iurlaro
UMANA REYER VENEZIA: Zampieri* 3 (0/2, 1/2), De Vettor* 6 (0/1, 2/7), Giacomel 0 (0/2, 0/1), Madera* 19 (6/14, 1/4), Luraschi 6 (3/7, 0/1), Costantini 4 (0/4, 1/8), Visentin 7 (2/6, 1/6), Soldan 0 (0/1 da 2), Tosi* 0 (0/2 da 3), Guerra, Zennaro* 1 (0/1 da 2)
Tiri da 2: 11/38 – Tiri da 3: 6/31 – Tiri Liberi: 6/14 – Rimbalzi: 53 17+36 (Madera 20) – Assist: 5 (Madera 3) – Cinque Falli: De Vettor
Allenatore: Marco Battisti, Assistente: Luca Malossi
Arbitri: Simona Belprato – Giorgia Di Luzio

Fip.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy