Il Memorial Tiziano Ciotti fa bis: ad Anagni tanti giovani, in ricordo di Tiziano

Il Memorial Tiziano Ciotti fa bis: ad Anagni tanti giovani, in ricordo di Tiziano

Commenta per primo!

“L’Italia del futuro”: uno slogan fresco, vitale, pimpante. E in tutta franchezza, mai una frase fu più indicata per riassumere il senso di un evento che ci sta a cuore, il Memorial Tiziano Ciotti, giunto alla seconda edizione. Un’edizione che parte tra poche ore, domani, sul parquet di Anagni, in quello stesso palazzetto che oggi porta il nome della piccola stella bianco-rossa, scomparsa ormai due anni fa. Un’edizione che proverà senz’altro a bissare il successo e le emozioni dello scorso anno: dal ricordo commosso del talento di Tiziano al momento dell’inaugurazione, all’intitolazione ufficiale del Palazzo dello Sport di Anagni, nel cuore di quella bellissima cittadella dello sport in cui Tiziano ha scorazzato in lungo e in largo, 12 mesi l’anno; dal sano agonismo, il divertimento autentico delle sei formazioni u15 in gara passando per le conferenze, i clinic, i seminari sul coaching e la prevenzione cardiologica. Tutti tasselli di un mix che oggi ha la sua forza, soprattutto per noi di Basketinside, che da sempre seguiamo le vicende di questo stupendo progetto nel cuore della Ciociaria dei canestri. Un evento che però nel suo risalto vuole anche andare oltre, rendendo sempre più vivo il ricordo di questo campione mancato, questo simbolo, e non solo per chiunque svolge nel basket un’attività, ma fa del basket una parte di sé. Così non potremo proprio mancare ad una rassegna che guardia oltre i confini, diventa torneo internazionale, ma non si limiterà mai all’etichetta di semplice competizione sportiva: sarà e resterà sempre l’occasione per ricordare questa giovane promessa che non ha potuto realizzare il suo sogno: un sogno che però papà Massimo, attivo dalla fine del 2011 con la ONLUS dedicata a Tiziano, non vuole impedire ad altri che suoi figli potrebbero essere, e lo fa con tutte le sue forze. Nobile, ma anche necessario tutto questo, specie in un momento in cui i giovani trovano sempre meno varchi per affermarsi, ma non mollano mai: proprio dal basket, e proprio dai successi delle nostre Under 20 e Under 18 ci arrivano i segnali più confortanti. Adesso però toccherà all’Under 16 farsi valere, e con squadre provenienti da diversi paesi europei: top-teams come Spagna, Polonia e Francia le avversarie, in una tre giorni che sostenuta dalle istituzioni e dal territorio, con il patrocinio della FIP e di BancAnagni, ma soprattutto dalla triade che oggi tiene alto, anzi altissimo il nome del basket frusinate a livello nazionale e giovanile (Basket Ferentino, Basket Veroli e Anagni Basket), d’ora in avanti vuole diventare un appuntamento fisso del gotha giovanile del Vecchio Continente. E a questo proposito, poche ore fa, sentiamo per un ultimo check il Sig. Massimo: c’è la fatica degli ultimi mesi sulle spalle, l’organizzazione non è mai cosa da poco, ma a dominare è la gioia. La gioia per essere riuscito in una vera e propria impresa, la gioia di essere riuscito a confermarsi, andando oltre le aspettative, una gioia che mi spiega con una bellissima metafora: “Sai quando scali una montagna? Prima sali, pensi di non farcela, poi arrivi in cima e ti godi il panorama”. Un panorama fatto di persone, incontri, contatti. E la sua ONLUS, che proprio attraverso il Memorial vuole tenere la barra dritta verso i suoi progetti più importanti: “C’è sempre tanto da fare, ma insisteremo nei prossimi mesi su una diffusione sempre più capillare dei defibrillatori nelle scuole e nelle società sportive del territorio: stiamo lavorando con un istituto di credito che potrebbe finanziare questa iniziativa, che è un pò la ragion d’essere della nostra battaglia”. Una battaglia del quotidiano, fatta di sensibilizzazione e della prevenzione, ma che ha bisogno di momenti come questi per avere visibilità, essere ricordato all’attenzione di tutti, soprattutto quella di istituzioni e addetti ai lavori. Un’occhiata allora al programma: domani sera alle 21 la Cerimonia di inaugurazione e apertura del Torneo, con il saluto del Sindaco e le Autorità; venerdì alle 18 si parte con Spagna- Francia, mentre alle 20,15 il debutto contro la Polonia degli azzurrini di Antonio Bocchino (oggi a raduno presso il Pontificio Collegio Leoniano). Sabato, con gli stessi orari in scaletta, primo match Francia-Polonia e a seguire Italia-Spagna. Domenica ultimo giorno, con le sfide Polonia-Spagna e Italia-Francia, mentre in chiusura, alle ore 22 la premiazione e i saluti. Tutte le partite, lo ricordiamo, saranno trasmesse in tempo reale su www.statbasket.it. Abbiamo già ricordato le tante (e aggiungo autentiche) motivazioni personali che ci hanno indotto a nutrire verso questo ragazzo, la sua morte improvvisa e la vicenda che ne è scaturita una considerazione privilegiata. Abbiamo ricordato anche quanto fosse importante la mobilitazione nata alla luce di questo dramma e per reagire a questo dramma, per far sì che a Tiziano succedessero tanti altri talenti ma con meno rischi per la propria salute, la propria sopravvivenza. Ed anche quest’anno l’affetto degli anagnini e di tutto colori che conoscevano Tiziano Ciotti, non tarderà a mancare.Ne siamo certi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy