U16F: Anche la Lituania cade sotto i colpi azzurri

U16F: Anche la Lituania cade sotto i colpi azzurri

Grazie a un parziale di 15-0 nel terzo quarto, le azzurre si portano a casa la terza vittoria di fila dell’Europeo U16 di Udine. Passando come prima del proprio girone, l’Italia domani affronterà il Portogallo, alle 21, sempre al PalaBenedetti.

di Michela Trotta, @mikytrotta

Tanto orgoglio per la formazione italiana, protagonista di un’ennesima prova magistrale. Nel terzo incontro dell’Europeo U16 femminile di Udine, la squadra azzurra ha sconfitto la Lituania per 80-70. Dopo un primo tempo equilibrato, le azzurre nella ripresa, con grinta e determinazione, hanno messo la freccia e sono scappate fino al massimo vantaggio (+16, 56-40) raggiunto al trentacinquesimo e ritrovato poi anche nel finale di partita.

ITALIA 80 – LITUANIA 70 (17-11; 35-34; 58-48)

CRONACA
Il capitano azzurro non si fa attendere: Madera è la prima ad andare a referto (2-0). La risposta delle avversarie non tarda ad arrivare, ma di nuovo la giocatrice numero 14 fa la voce grossa e riporta l’Italia avanti 4-2 (7’05). Rispetto ai primi due incontri, questa sera le due formazioni si equivalgono e si rispondono azione dopo azione in un match decisamente equilibrato. A 4’44 è la Lituania a mettere la testa avanti con il canestro dalla lunga distanza di Zabotkaite (6-8). Le padrone di casa, però, crescono con il passare dei minuti, costruendo ottime azioni offensive e sfruttando gli spazi lasciati dalla difesa; prima Panzera, poi Ianezic trovano il bersaglio, ma ancora una volta è Madera (già a quota 9 punti personali) a mettere il proprio sigillo su questo primo quarto (17-11).

A inizio secondo periodo, il parziale azzurro si interrompe: Sinckaite insacca la tripla del -3 (17-11), riaprendo subito la partita; Donsikichyte accorcia fino al meno uno e poi di nuovo Sinickaite, molto precisa dall’arco, firma il sorpasso della Lituania (17-19). Coach Lucchesi chiama time-out per interrompere il break avversario che ha vanificato tutto il vantaggio costruito nella prima frazione. Ora l’inerzia è nelle mani della formazione ospite che, dopo il calo mentale del primo quarto, ha ripreso fiducia nei propri mezzi, mettendo in difficoltà più volte la difesa azzurra. A metà periodo, l’Italia deve fare a meno di Vella, uscita per infortunio, ma in ogni caso può contare sempre sulla solidità del proprio capitano e su Ianezic, che questa sera è la giocatrice in più, in grado di trovare sempre la compagnia libera per un tiro comodo. Grazie a un eccellente lavoro di squadra, le azzurre risalgono punto dopo punto, fino a conquistare il nuovo vantaggio al termine del primo tempo (35-34).

Ritmo alto per la ripresa del gioco dopo la pausa lunga: serve un minuto e mezzo prima di vedere il canestro di Donskichyte (35-36) e la risposta di Madera (37-36). Panzera allunga il vantaggio, prima con un canestro dalla media, poi trovando il fondo della retina dall’arco; il PalaBenedetti comincia a scaldarsi e a scandire uno solo grido: ITALIA. Basta un attimo e le azzurrine in pochi minuti mettono a referto un parziale di 15-0 (2’26, 56-40). Le lituane, ora, sembrano disorientate e gli unici punti realizzati negli scorci finali del terzo periodo arrivano dalla linea della carità o da alcune sporadiche iniziative personale, che comunque valgono il -10 alla sirena (58-48).

La Lituania prova a riaprire subito la gara grazie all’immediato canestro di Kaupyte (58-50); le giocatrici di Lucchesi non si lasciano intimorire e riallungano per mezzo della tripla di Fiorin servita da Madera (61-50). A 5’25 Kuzminskyte firma il canestro del 66-52, ma la coppia Baldi-Panzera ristabilisce le distanze. La formazione ospite prova a rifarsi avanti negli ultimi minuti, ma senza impensierire troppo l’Italia, che forse nel finale pecca leggermente di concentrazione (70-61, 1’31).
La Lituania è riuscita a tenere il ritmo solo per due quarti, poi la qualità tecnica e soprattutto la continuità del gioco corale italiano, hanno fatto sì che Ianezic e compagne si aggiudicassero il terzo sigillo consecutivo nella competizione. Ancora una volta, una menzione speciale è da riservare al capitano Madera, autrice di 26 punti con 11 rimbalzi a referto: la sua ottima prestazione, insieme a quella della sua squadra, vale l’80-70 finale.

MVP BASKETINSIDE.COM: Sara Madera (26 punti 11 rimbalzi)

ITALIA: Fiorin 3, Ianezic 9, Cantone 2, Gilli 9, Sasso 9, Panzera 16, Gregori , Rimi , Madera 26, Vella, Baldi 6, Soglia. Coach Lucchesi.
LITUANIA: Sataite, Jankauskaite, Masionyte 4, Purlyte, Kuzminskyte 8, Kaupyte 7, Segzdaite 8, Matiukaite 6, Zabotkaite 16, Sinickaite 11, Donskichyte 6, Pereviciute 4. Coach Ubartas.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy