U16F: Italia inarrestabile. Si vola ai Quarti

Italia inarrestabile. Il team azzurro sconfigge il Portogallo (60-51) e vola ai Quarti di finale. Venerdì, alle 21, la sfida contro la Croazia.

Il sogno azzurro continua. Questa sera è il Portogallo a doversi arrendere di fronte all’Italia (60-51). Le iberiche hanno lottato per quaranta minuti anche se la doppia cifra di vantaggio, mantenuta quasi inalterata per tutto il tempo, ha permesso alle padrone di casa di guidare l’andamento del match fin dalla prima frazione. Domani ci sarà tempo di riposare, poi, venerdì sarà la volta della Croazia che nell’ottavo di finale ha piegato la Lettonia per 53-49.

ITALIA 60 – PORTOGALLO 51 (21-11; 32-23; 52-40)

CRONACA
Un primo minuto di rodaggio per l’Italia che, nelle prime battute dell’incontro, si ritrova ad affrontare una difesa decisamente aggressiva. I primi punti del match arrivano a cronometro fermo per entrambe le squadre che si dimostrano un po’ contratte e prive di idee in fase di costruzione. Ecco, però, che a 5’25 le padrone di casa cominciano a fare sul serio: rimbalzo difensivo, apertura immediata e contropiede a quattro concluso con un facile lay-up di Baldi. Le iberiche risentono della velocità delle avversarie e peccano in difesa nel momento in cui lasciano spazio al cecchino azzurro Madera (9 punti e 100% dal campo dopo 10 minuti), che allo scadere dei 24” insacca la tripla del 13-4. Le giocatrici di Lucchesi non solo attaccano efficacemente il canestro, ma lo fanno con gesti tecnici di alta qualità: tutto ciò vale il 21-11 al termine della prima frazione.

Riprende il gioco e questa volta, una rotazione difensiva non troppo impeccabile delle azzurre permette a Mendes di trovare il bersaglio dalla lunga distanza (21-14). Dall’altra parte del campo, però, l’extra possesso conquistato dopo il rimbalzo di Sasso favorisce i due punti di Panzera, abile ad arrestarsi in mezzo al pitturato tra le maglie rosse. Ora le portoghesi giocano con più convinzione, cercando spesso il contropiede o quanto meno l’azione veloce. Dopo il canestro di Ianezic (30-19, 3’54) e il time-out richiesto da Kostourkova, Laniero colpisce dall’arco, ritrovando un -8 (30-22) importante che si mantiene più o meno inalterato fino allo scadere (32-23).

Il Portogallo ritorna in campo con la mano calda e le gambe riposate. Zagaria riaccorcia il punteggio con un canestro dall’arco, poi però l’Italia rimette le cose a posto andando a segno con Madera e Baldi e riagguantando la doppia cifra di vantaggio. Per fortuna delle azzurre, le iberiche sono disattente in fase difensiva e il capitano numero 14 ne approfitta subito, pescando Ianezic libera nell’area dei tre secondi (40-30). Il clima si fa sempre più caldo al PalaBenedetti di Udine, la posta in gioco è alta ed entrambe le formazioni non vogliono perdere l’occasione di entrare tra le migliori otto squadre d’Europa. A 4’30 Ferreira trova il varco nella difesa di casa, segna e si guadagna il tiro libero supplementare che vale il 41-36. Ianezic e Panzera provano a mantenere le distanze con due azioni personali, poi Sasso e Cantoni sul finire di quarto aggiungono altri punti al bottino azzurro (52-40).

Ancora Panzera a guidare l’attacco italiano (54-40); le portoghesi, invece, si affidano a Rodrigues (54-42). Il ritmo è decisamente elevato anche in questi ultimi dieci minuti: entrambe le squadre, nonostante una gara dispendiosa, sembrano aver a disposizione numerose energie. A 4’05 è ancora Madera a trovare il bersaglio, raggiungendo quota 19 punti e inserendosi ancora una volta tra le migliori realizzatrici della gara, anche se questa sera, la menzione di mvp va riservata a Giulia Ianezic, fondamentale in molteplici situazioni.
Gli ultimi due minuti dell’incontro sono una vera e propria sofferenza perché le lusitane fanno di tutto per riaprire i giochi e annullare lo svantaggio; ma ancora una volta è la coesione del team azzurro a guadagnarsi l’accesso ai quarti di finale. L’Italia batte il Portogallo 60-51.

MVP BASKETINSIDE.COM: Giulia Ianezic

ITALIA: Fiorin, Ianezic 12, Cantone 1, Gilli 2, Sasso 5, Panzera 14, Gregori 3, Rimi, Madera 19, Vella, Baldi 4, Soglia. Coach Lucchesi.
PORTOGALLO: Carvalho, Rodrigues 7, Martins 4, Laneiro 10, Mendes 7, Marinho, Zagaria 3, Jesus 2, Ferreira 4, Ramos, Rochete 6, Carvalho 8. Coach Kostourkova.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy