U16F: Per l’Italia è quarto posto. Bronzo alla Francia

Nonostante un tentativo di rimonta nel finale (41-51 a otto minuti dalla fine), l’Italia cede il bronzo alla Francia (68-50) e chiude al quarto posto la sua partecipazione all’Europeo U16 di Udine.

Si conclude con una sconfitta il percorso dell’Italia all’Europeo U16 femminile di Udine. La Francia si guadagna meritatamente il bronzo dopo una gara a senso unico che ha visto le transalpine tenere le redini della partita dall’inizio alla fine. Nonostante gli ultimi due insuccessi, in semifinale e nella finale per il terzo posto, le azzurre di coach Lucchesi si meritano un applauso per il lavoro, l’impegno, la grinta e la determinazione che hanno dimostrato nel lungo periodo trascorso in terra friulana. Il lungo applauso al termine dell’incontro è la testimonianza delle tante emozioni che queste ragazze hanno regalato a tutto il pubblico di casa.

FRANCIA 68 – ITALIA 50 (17-6; 40-19; 51-37)

CRONACA
Ancora una volta sono Ianzic, Panzera, Madera, Vella e Baldi le giocatrici del quintetto italiano per questa ultima partita dell’Europeo U16, match che vale il terzo gradino del podio. La Francia dà il via alle danze con Salgues, abile a farsi largo tra la difesa e a depositare il pallone. Le azzurre, dall’altra parte del campo, attaccano bene, conquistando molto spesso anche il rimbalzo offensivo sui propri errori al tiro, ma dopo numerosi tentativi, a 5’05 le padrone di casa sono ancora a quota zero, quando invece le transalpine possono vantare un bottino di 10 punti (0-10). Finalmente Alice Gregori, entrata al posto di Vella, porta ossigeno alla formazione di Lucchesi, trovando il primo canestro della serata. Il monologo francese, però, continua fino al termine dei dieci minuti (17-6).

La Francia continua a spingere anche nella seconda frazione; dopo un minuto il divario è di quindici punti (21-6). Coach Lucchesi allora schiera la zona per limitare l’attacco francese che però può contare su ottime percentuali al tiro da fuori e suoi centimetri delle proprie lunghe a rimbalzo. L’Italia intanto si rende pericolosa con la triestina Ianezic che ritrova il bersaglio dall’arco dei sei e settantacinque per due volte consecutive (27-13) e poi con Madera che si fa sentire da fuori area: ora le lunghezze da recuperare diventano dodici (27-15), ma sebbene la fase offensiva azzurra sia in crescita, la Francia è abile a correre in contropiede e a segnare facilmente in lay-up. A metà gara la situazione si fa complicata per un Italia sempre più lontana da un ipotetico bronzo (40-19).

Dopo la pausa lunga segna Rupert, ma le azzurre riemergono con le triple di Madera e Vella che danno una scossa a tutto il PalaGiumanini (42-25). Le speranze di una rimonta del team italiano sfumano quasi subito perché la Francia può contare su una Chery in gran lustro che nel pitturato risulta incontenibile (46-27); inoltre la percentuale al tiro delle francesi continua a salire. L’Italia, comunque, fa il proprio gioco, trovando buone conclusione sia nell’area dei tre secondi, con le penetrazioni del capitano Madera, sia dalla media distanza con Beatrice Baldi. Alla fine del quarto il punteggio si ferma sul 51-37.

Il cuore azzurro si dimostra ancora grandissimo. All’inizio degli ultimi dieci minuti, complice una difesa di squadra impeccabile, Baldi trascina le compagne al -10 (51-41) con otto minuti sul cronometro: si alza il tifo di tutti i sostenitori italiani, c’è margine per provare la rimonta. Questo tentativo, però, ha vita breve; la Francia mette in campo tutta la propria qualità tecnica e riprende in mano il comando del match. A un minuto dalla fine, tutto il palazzetto rende omaggio a Sara Madera, richiamata in panchina da Lucchesi, protagonista di un torneo eccellente con più di 17 punti di media e 23 di valutazione. Dopo i dovuti applausi, è tempo per la festa transalpina: la Francia si aggiudica il bronzo 68-50.

FRANCIA: Fauthoux 9, Germond 5, Salgues 16, Fofana, Wadaoux5, Wouts, Chery 7, Rupert 13, Jakovljevic, Magassa 2, Guramare 2, Monpierre 9. Coach Egloff.

ITALIA: Fiorin, Ianezic 10, Cantone 1, Gilli, Sasso 1, Panzera 1, Gregori 2, Rimi, Madera 17, Vella 7, Baldi 6, Soglia 5. Coach Lucchesi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy