U20F: L’Italia non sbaglia e porta a casa la terza vittoria, battuta la Svezia

U20F: L’Italia non sbaglia e porta a casa la terza vittoria, battuta la Svezia

Europei U20 femminili: Italia – Svezia 60-56

ITALIA – SVEZIA 60-56 (18-11; 33-25;49-41)

L’Italia di coach Riga porta a casa la terza vittoria in tre partite giocate e chiude la prima fase a punteggio pieno e senza sconfitte. L’Italia, già con il primo posto in tasca e orfana di Marzia Tagliamento (in panchina con una vistosa fasciatura e la stampella), batte non senza problemi la Svezia con il punteggio di 60-56. Le azzurre sono sempre in controllo, ma sul finale si fanno riprendere fino a -2 dalle svedesi, rischiando così di perdere il match.

L’MVP della gara non può che essere lei: Cecilia Zandalasini con 16 punti e 5 rimbalzi, sempre presente nei momenti di difficoltà delle sue. Per l’Italia fondamentali anche le prestazioni di Rachele Porcu con 13 punti e Lucrezia Costa con 12. Importante anche la solida prestazione di Alessia Cabrini che mette a segno 7 punti, comprensivi della tripla della vittoria, anche per quanto riguarda la metà campo difensiva. Per la Svezia invece, da segnalare, i 16 punti e 5 rimbalzi di Lundquist. Le azzurre torneranno in campo domani alle ore 17,15.

ITALIA: Vespignani – Zandalasini – Cabrini – Cordola – Vitari

SVEZIA: Astrom – Stern – Lundquist – Rosendal – Ljunggren

Nella terza gara del girone, parte forte l’Italia che fa suoi i primi minuti di gioco segnando un break di 4-0 grazie ai canestri di Zandalasini e Vespignani. La Svezia entra in partita con il canestro di Astrom, ma Zandalasini è instoppabile e va a segnare altri 4 punti, 8-2. Camber e Kantzy provano ad accorciare, ma Costa mette a segno ben 5 punti e porta il punteggio sul 13-6. Cabrini allunga dalla lunetta, risponde Astrom, ma arrivano ancora punti italiani segnati da Reani e Cabrini, 18-8. I primi 10′ di gioco si chiudono con la tripla svedese firmata Camber che fissa il punteggio sul 18-11.

Al ritorno in campo, dopo qualche errore al tiro e un primo minuto senza canestri, è Cordola a sbloccare il punteggio, Rosendal controbatte subito, ma la lunga torinese, con 4 punti consecutivi, porta a +10 le azzurre, 24-14. Lundquist punisce l’Italia con una tripla dall’angolo, ma per le azzurre risponde Porcu con un tiro da 8 metri che tocca la tabella e va a segno e poi con altri due punti in contropiede, 29-17. Le svedesi provano a ricucire lo svantaggio con 3 liberi consecutivi di Lundquist e Kantzy, l’Italia risponde con Zandalasini, ma è ancora la Svezia a segnare con Lundquist e Rosendal e a portarsi a -6, 31-25. Ad interrompere il parziale e a chiudere il secondo quarto ci pensa il canestro di Zandalasini che fissa il punteggio sul 33-25 dopo 20′ gioco.

Il secondo tempo si apre con il libero a segno di Lundquist, ma l’Italia non si fa spaventare, anzi è più carica che mai e mette a segno un parziale di 8-0 firmato da due punti di Costa e ben 6 punti di Porcu che portano le azzurre a +15, 41-26. Rosendal con una tripla prova a spezzare l’inerzia della gara, Porcu segna ancora, ma la Svezia mette in piedi un parziale di 7-0 grazie ai canestri di Lundquist, Rosendal e Prytz che la rimettono in partita e la fanno tornare a -7, 43-36. Coach Riga è costretto a chiamare time out e al rientro in campo le azzurre mettono a segno un mini break di 4-0 firmato Zandalasini e Kacerik e tornano a +11, 47-36. Astrom prova a riportare sotto le sue, risponde la solita Zandalasini, ma sul finale di terzo quarto arriva il gioco da tre punti ad opera di Rosendal che riporta le svedesi a -8 e fissa il punteggio sul 49-41 dopo 30′ di gioco.

A sbloccare il punteggio dell’ultimo e decisivo quarto è Costa dalla lunetta, le svedesi rispondono con Hagg, ma l’Italia va a segno con Zandalasini e Costa che portano a +10 la loro squadra, 54-44. La Svezia però è dura a morire e con un break di 8-0 firmato da Kantzy, Camber, Andersson e Lundquist si rifà sotto a -2, 54-52. Costa con un canestro da sotto prova a mettere una pezza a questo pericoloso ritorno svedese, Lundquist però non molla e va a segnare il nuovo -2, 56-54. Cabrini dalla lunetta da ½ a 54” dalla fine, Kantzy è glaciale e segna il -1 Svezia, ma è di nuovo Cabrini a segnare da oltre l’arco dei 6,75 e a chiudere definitivamente i giochi. La partita si conclude con il punteggio di 60-56 in favore delle azzurre.

MVP Basketinside.com: Cecilia Zandalasini (16 punti, 5 rimbalzi, 3 palle rubate)

Italia: Vespignani 2, Policari 0, Porcu 13, Kacerik 2, Tagliamento NE, Zandalasini 16, Cabrini 7, Pan NE, Cordola 6, Vitari 0, Costa 12, Reani 2.

Svezia: Hagg 3, Astrom 6, Stern 0, Lundquist 16, Paulin 0, Camber 6, Rosendal 13, Andersson 1, Sjoberg 0, Ljunggren 0, Kantzy 9, Prytz 2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy