U20F: Una sontuosa Italia è costretta a capitolare, Spagna campione d’Europa

Europei femminili U20: Spagna – Italia 71-69

SPAGNA – ITALIA 71-69 (26-14; 44-26; 59-47)

Il sogno azzurro si infrange ad un secondo dalla fine sui tiri liberi di Flores Costa. Le azzurre dopo una partita sontuosa, dopo aver ridotto un grande scarto ed essersi rimesse in partita, quando ormai sembrava non ci fosse più niente da fare, sono costrette a capitolare e a cedere, per l’ennesima volta, contro una Spagna che si dimostra più forte, ma che viene messa in difficoltà dall’Italia. Il punteggio finale è di 71-69 in favore delle iberiche, che si laureano campionesse d’Europa. Anche se non si porta a casa la medaglia d’oro, l’MVP del match è senza dubbio Cecilia Zandalasini con 28 punti, 10 rimbalzi e 5 assist e una presenza costante, sia in difesa che in attacco, con una voglia di vincere che non ha eguali. Per l’Italia importanti anche i 1 punti di Francesca Pan. Per la vittoria finale spagnola invece, importantissimi i 20 punti a testa di Conde Alcolado e Orts che permettono di portare a casa la medaglia d’oro. Non resta che metterci in piedi però, così come 4 anni fa, davanti a questo gruppo e questa squadra, per questo grandissimo risultato. È un’Italia d’argento, ma un’Italia comunque bellissima. GRAZIE RAGAZZE!

SPAGNA: Conde Alcolado – Orts – Quevedo – Flores Costa – Lo Sylla

ITALIA: Kacerik – Zandalasini – Pan – Cordola – Vitari

A sbloccare il punteggio della finale è il canestro inziale di Zandalasini, la Spagna risponde immediatamente con la tripla di Quevedo, le azzurre si riportano avanti con Zandalasini, ma Conde Alcolado e Quevedo riportano sopra le spagnole, 6-4. L’Italia però reagisce e ritrova il vantaggio con un brek firmato da Vitari e Pan, per le iberiche impatta Orts, ma le azzurre ritrovano ancora il vantaggio con i canestri di Zandalasini e Cordola, 8-12. La Spagna pareggia a quota 12 grazie ai punti segnati da Conde Alcolado e Orts, ma Kacerik riporta avanti l’Italia dalla lunetta, 12-14. Gli ultimi due minuti di primo quarto però sono tutti di stampo spagnolo e grazie ad un parziale di 14-0 firmato da 10 punti di Conde Alcolado e dai canestri di Orts e Lopez Tobi, le iberiche si portano a +12 e fissano il punteggio sul 26-14 dopo 10′.

Al ritorno in campo, il vantaggio spagnolo continua ad aumentare grazie ad un altro break di 5-0 firmato da Cazorla Medina e Loperz Tobi, 31-14. Pan dalla lunetta pone fine al digiuno azzurro, le spagnole vanno di nuovo a segno con Cazorla Medina, risponde Zandalasini, controbatte Flores Costa, poi ancora Pan con 4 punti di seguito va a segnare il -13, 36-23. Le spagnole però sono tutt’altro che scoraggiare e mettono a segno un parziale di 6-0 grazie ai canestri di Flores Costa e Orts che permettono alla loro squadra di volare a +19, 42-23. Pan e Cabrini dalla lunetta accorciano per le azzurre, ma sul finale la Spagna trova un altro canestro con Orts. Il punteggio è di 44-26 dopo 20′.

Dopo la pausa lunga, la Spagna continua a segnare con Flores Costa, arriva la risposta di Cabrini e Zandalasini, ma è ancora Cazorla Medina ad incrementare il vantaggio delle sue, 47-30. Costa e Zandalasini provano a tenere viva l’Italia, Conde Alcolado controbatte, per le azzurre c’è ancora Costa, ma la Spagna trova un break di 4-0 con Lo Sylla e Orts, 53-36. Vespignani prova a ridurre lo svantaggio con una tripla, le iberiche segnano ancora con Orts, ma l’Italia non si da per vinta e mette a segno un break di 6-0 firmato Kacerik e Zandalasini e si ripota a -10, 55-45. Conde Alcolado riporta su le sue, Zandalasini risponde ancora e sul finale di terzo quarto arriva il canestro di Lo Sylla che fissa il punteggio sul 59-47 dopo 30′.

L’ultimo e decisivo quarto si apre con il canestro di Conde Alcolado, ma arriva immediata la risposta italiana con un pesante parziale di 10-0 firmato da Kacerik, Costa e Zandalasini che riapre completamente la partita e riporta le azzurre a -4, 61-57 a 4.47” dal termine. A spezzare il diguno spagnolo ci pensa Orts, ma le azzurre rispondono colpo su colpo con i canestri di Costa e Pan che regalano il -2, 63-61 a 1.55”. Lopez Rodriguez riporta a +4 le sue, risponde Zandalasini con il nuovo -2, ma è ancora Orts ad allontare le azzurre a -4 a 50” dal termine, 67-63. Al ritorno in campo dopo il time out, Pan infila una tripla decisamente fondamentale che porta a -1 le azzurre, ma nell’altra parte de campo viene fischiato un fallo a Kacerik e dati due liberi molto dubbi, entrambi messi a segno da Flores Costa, 69-66 a 31”. L’Italia però non muore mai e con una tripla della mostruosa Zandalasini impatta a quota 69 a 18” dal termine. Sull’ultima azione le azzurre difendono bene, ma il fallo di Cabrini a 1” dal termine manda Flores Costa in lunetta che è glaciale e fa due su due. Non c’è più tempo per impattare il match, il sogno azzurro finisce qui. Il punteggio finale è di 71-69 in favore della Spagna.

 

 

MVP Basketinside.com: Cecilia Zandalasini (28 punti, 10 rimbalzi, 5 assist)

Spagna: Lopez Rodriguez 2, Cazorla Medina 7, Oma Giralt 0, Conde Alcolado 20, Orts 20, Quevedo 4, Flores Costa 9, Togores Carpintero 0, Conde Duran 0, Diallo Dieng 0, Lopez Tobi 5, Lo Sylla 4.

Italia: Vespignani 3, Policari 0, Porcu 0, Kacerik 6, Zandalasini 28, Cabrini 4, Pan 14, Cordola 2, Vitari 2, Costa 10, Reani 0.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy