U20M- Cantù si esalta nella bolgia del Pianella e dopo 45′ mette k.o la Stella Azzurra

U20M- Cantù si esalta nella bolgia del Pianella e dopo 45′ mette k.o la Stella Azzurra

Zugno e Cesana trascinano la compagine brianzola nell’overtime, regalando alla formazione di Visciglia la finale di domani contro la Reyer.

Cantù strappa la finale alla Stella Azzurra, sospinta nella bolgia del Pianella dagli oltre duemila tifosi canturini sugli spalti. Come nella prima semifinale, tante emozioni, con le due formazioni a rispondersi colpo su colpo per tutti e quattro i periodi di gioco. E’ servito infatti l’extra time per decretare la seconda finalista: la Jumbo Collection ringrazia Ruben Zugno e Luca Cesana, bocche da fuoco principali nei cinque minuti del supplementare: il numero sei gioca una partita sensazionale, con 26 punti, 4 assist e 33 di valutazione. Cesana ne mette “solo” 15, ma è suo il canestro più importante della gara, con la bomba del più cinque risultata poi decisiva. La Stella Azzurra è rimasta aggrappata grazie a tutto il talento di Nikolic, ma alla fine si è dovuta inchinare alla forza dei lombardi, che domani ore 19 proveranno a ripetersi contro la Reyer Venezia per centrare l’obiettivo scudetto.

Cantù: Zugno-Siberna-Cesana-Castelli-Nwohuocha

Stella Azzurra: Da Campo – Nikolic – Radonjic – Guariglia -Vitale

TROPPI ERRORI PER CANTU’, STELLA AZZURRA AVANTI- C’è la bolgia della Mapooro Arena a cercare di spingere i padroni di casa alla finale, con il pubblico canturino che ha risposto ancora una volta presente. Di fronte la Stella Azzurra, vincente ieri nello spareggio capitolino contro la Tiber. La formazione di Visciglia parte fortissima, con cinque punti di Cesana per il 5-0 canturino. La formazione romana sbatte continuamente sulla difesa dei padroni di casa, D’Arcangeli chiama così subito timeout. Nikolic trova i primi due punti personali, ma è una bomba di Da Campo a valere la prima parità a quota 7. Nwohuocha sale in cattedra con il quarto punto personale, ma è la schiacciata di Cesana e il libero di Freri a rimettere due possessi di scarto sul tabellone (14-10). La Stella Azzurra reagisce e trova il contro break mettendo il naso avanti grazie alle giocate di Sikiras che valgono il 15-16, ma l’ultima parola sul quarto è di Cesare Zugno, che timbra il 17-16 del primo periodo. Nel secondo quarto è Cesana dall’arco a spingere sul più quattro la Jumbo Collection, ma sono i rimbalzi offensivi trovati costantemente dalla formazione di D’Arcangeli, a permettere alla Stella Azzurra di agganciare l’ennesima parità, sul 20-20. Si sbloccano Vitale e Ulaneo, regalando il 21-25 agli ospiti con il timeout chiamato questa volta da coach Visciglia. E’ una pausa che riporta idee e concretezza al gioco canturino, con Ruben Zugno e Siberna che trovano subito la via del canestro, obbligando D’Arcangeli a chiamare minuto di pausa, con i decibel di tifo che diventano sempre più forti sugli spalti. Cantù si esalta, Ruben Zugno con due giocate mette il più quattro (30-26), ma i due punti di Radonjic e i liberi di Trapani, valgono il 30-30. Nikolic da una parte e i liberi di Fioravanti dall’altra, decretano il 31-32 all’intervallo.

EMOZIONI TRA CANTU’ E STELLA AZZURRA, E’ OVERTIME- Il botta e risposta tra Guariglia e Ukaegbu in avvio del terzo periodo porta sul 34-34 le due compagini. A spezzare l’equilibrio è una bomba di Fioravanti, bravissimo a non sbagliare tutto solo dai 6.75. La Stella azzurra è in difficoltà, Zugno corre in campo aperto scrivendo agevolmente il più cinque sul tabellone di gioco, per il 39-34. Ukaegbu e Fioravanti firmano il più sette, ma Nikolic con due canestri in rapida successione tiene incollata la sua squadra, sul 43-40. Il finale di quarto è però tutto di marca capitolina, con Da Campo che trova nelle battute conclusive il 45-47. I liberi di Cesana valgono la nuova parità a inizio quarto quarto, ma è Nwohuocha da sotto a timbrare il nuovo sorpasso. Radonjic segna un gran canestro, ma è la bomba di Vitale a ricacciare la Jumbo Collection a meno tre. Vitale trova il 49-54, Cantù è così costretta al minuto di sospensione. Al rientro è Cesana in contropiede ad arringare la folla del Pianella, trovando Siberna dai 6.75, con la bomba del canturino che vale il meno due che accende nuovamente il pubblico sugli spalti. Zugno in lunetta trova per ben due volte la parità (54-54, 56-56) ma Da Campo replica piazzando un canestro irreale dalla lunga distanza. La partita scorre senza soste, Cesana e Zugno firmano la parità, poi con un’altra giocata del playmaker canturino, arriva addirittura il sorpasso, sul 61-59. D’Arcangeli chiama il timeout, Siberna mette solo 1/2 ma tanto basta per siglare il 62-59 nella bolgia da brividi del Pianella. Sul fronte opposto però Nikolic ristabilisce la parità, con nessuna delle due formazioni a segno negli ultimi quaranta secondi, decretando così il secondo overtime di giornata sul 62-62.

CESANA+ZUGNO, CANTU’ IN FINALE-Il supplementare inizia con la Jumbo Collection costretta a perdere Fioravanti, uscito dal campo per infortunio. E’ così il solito Ruben Zugno a trovare la via del canestro, ma Trapani in lunetta non trema e sotto la curva canturina fa 64-64. Il protagonista è sempre il numero sei della Jumbo Collection, che sale nuovamente in cattedra trovando la giocata complessiva da tre punti, ma Radonjic è infallibile dall’arco ed è così ancora parità al Pianella, sul 67-67. La partita è stupenda, Ruben Zugno colpisce la difesa capitolina da otto metri, mentre Radonjic in lunetta trova l’1/2 che tiene la Stella Azzura sul meno due. Cantù spreca in attacco, ma la Stella Azzurra non concretizza il pallone del potenziale aggancio e sul ribaltamento di campo, Cesana manda in delirio il Pianella, firmando il più cinque a trenta secondi dal termine, obbligando D’Arcangeli al timeout sul 73-68. Gli errori di Nikolic in lunetta sanno tanto di game over: titoli di coda che arrivano poco dopo con  Siberna e Cesana che dalla linea della carità mettono la parola fine alla contesa. Cantù s’impone con il punteggio finale di 78-68.

MVP BASKETINSIDE.COM: Ruben Zugno

Jumbo Collection Cantù 78 – Stella Azzurra 68

Cantù: C. Zugno 2, Castelli, Fioravanti 8, Siberna 11, R.Zugno 26, Barapapè, Ukaegbu 7, Cesana 15, Maresca ne, Freri 3, Nwohuocha 6, Bugatti ne. All. Visciglia

Stella Azzurra: Da Campo 10, Nikolic 17, Radonjic 13, Antonaci 1, Drigo ne, Ulaneo 2, Guariglia 5, Vitale 7, Trapani 4, Gazzillo, Sikiras 9, Fedeli ne. All. D’Arcangeli

Fotogallery a cura di Alessandro Vezzoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy