1° Memorial Franco Donati: Scafati supera Roseto, Leonis vincente nella semifinale sospesa. Domani le finali

1° Memorial Franco Donati: Scafati supera Roseto, Leonis vincente nella semifinale sospesa. Domani le finali

Scafati rimonta Roseto nella prima semifinale del torneo, mentre IUL – Leonis dura solo 8′ per impraticabilità del campo. I 4 punti di vantaggio bastano alla Leonis, domani sarà finale contro Scafati.

di Gabriele Leslie Giudice

Archiviata la prima giornata del “1° Memorial Franco Donati”, che ha visto Scafati superare in rimonta Roseto e la Leonis avere la meglio sulla IUL padrona di casa. La seconda semifinale, però, dura solo 8′ a causa delle imperfette condizioni del campo di gioco, che forzeranno la kermesse a traslocare nel quartier generale dell’Eurobasket, in via dell’Arcadia 108, con orari anticipati di un’ora: alle 17.00 la finalina tra la Tiber IUL e Roseto, alle 19.00 la finale tra Leonis e Scafati.

Venendo al campo, tra Roseto e Scafati è stata per larghi tratti partita vera, pur con le squadre ancora imballate e a ritmi inizialmente ridotti: impattano meglio gli Sharks, che pungono con il duo Bushati – Nikolic e, trascinati da 8 punti in un amen di uno scatenato Pierich, tentano il primo allungo della partita a cavallo tra primo e secondo quarto, trovando anche il +13 (24-11) sulla tripla di Eboua. Scafati accusa il colpo ma sembra più compatta, si fa scudo con la straripanza fisica del nuovo centro Goodwin (la scorsa stagione secondo miglior rimbalzista del campionato greco) e in attacco, oltre al talento di Thomas, miglior marcatore dell’incontro con 18 punti, trova l’esperienza di Italiano e Tommasini, che permettono a Scafati di rimanere in scia all’intervallo lungo (40-35). Roseto, dopo 2 quarti positivi, cala vistosamente – perdendo anche Nikolic per un colpo al collo in un contrasto sotto canestro con Goodwin – incassando, dopo una bomba di un Bushati tutto cuore, un parziale di 7-0 (46-47) che porta Scafati davanti dopo 23′ passati a rincorrere. La panchina di Calvani offre un ottimo contributo – 15 punti cumulativi per Rossato, Ammannato e Sgobba – e alimenta il tentativo di affermazione della Givova, che entra nell’ultimo quarto avanti di 4 e nella parte centrale dell’ultimo quarto piazza un parziale di 9-0 che chiude la partita, con Roseto sotto anche di 11 (62-73) e incapace di tornare dentro alla partita. Gli ultimi tentativi di Bushati e Person si spengono sul ferro, la sirena finale arriva sul 72-77.

ROSETO SHARKS: Ianelli N.E., Person 10, Rodríguez 5, Nikolic 8, Bayehe, Pierich 12, Penè 5, Sherrod 5, Bushati 9, Eboua 7, Akele 8, Panopio 3.

GIVOVA SCAFATI: Tommasini 10, Goodwin 8, Romeo 2, Rossato 6, Contento 12, Ammannato 4, Thomas 18, Italiano 12, Sgobba 5.

Dura solo 8′, invece, la seconda semifinale, interrotta da problemi al campo di gioco del PalaDonati. Parte forte l’Eurobasket, con Zeisloft subito protagonista (12 punti negli 8′ giocati) e Amici subito in confidenza con i primi passi del basket tutto ritmo di Corbani. Si difende con onore la IUL Tiber, sotto 8-17 al 4′ ma capace di tornare a due possessi dall’Eurobasket con 5 punti in fila di Maresca e la tripla di Sperduto nell’ultimo minuto giocato. La fine anticipata consegna la finale alla Leonis, che domani se la vedrà con Scafati.

IUL TIBER ROMA: Algeri 2, Niccolai, Coris, Galli A., Maresca 5, Scuderi, Galli L., Ricciardi, Sperduto 3, Padovani, Cecchetti 6, Serrano.

LEONIS EUROBASKET ROMA: Fall, Ragusa, Santini, Zeisloft 12, Fanti, Infante, Loschi, Cicchetti, Amici 5, Piazza, Tourè, Hollis 3.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy