Agrigento convince nel primo test, Moncada brillante contro Palermo

Agrigento convince nel primo test, Moncada brillante contro Palermo

Commenta per primo!

È contro la Nuova Aquila Palermo – ambiziosa compagine di B in odor di promozione –  che si apre la preseason della Fortitudo Agrigento. Nella cornice/fortino del PalaMoncada, già teatro di raduno e presentazione ufficiale, ecco  una prima occasione per vedere le reazioni dei giocatori, dopo dieci giorni di preparazione atletica. Nessun problema fisico a verbale, il che permette a coach Ciani di schierare tutti suoi ragazzi, compresi i quattro volti nuovi.

AGRIGENTO: PIAZZA, MARTIN 15, EATHERTON 17, EVANGELISTI 13, CHIARASTELLA 10, VAI 7, DE LAURENTIIS 9, SACCAGGI 18, VISENTIN 8, MORCIANO 7.

PALERMO: RAPPA, REQUENA 13, STELLA, AZZARO 5, COZZOLI 2, ANTONELLI 6, BRUNO 2, MERLETTO 7, DI EMIDIO 3, RIZZITIELLO, URBANI 10, ONDO MENGUE 24.

QUINTETTI:

Agrigento: PIAZZA, EATHERTON, MARTIN, EVANGELISTI, CHIARASTELLA

Palermo: REQUENA, STELLA, AZZARO, ANTONELLI, COZZOLI

PRIMO QUARTO: ritmi alti, Martin in contropiede sblocca la gara ma Antonelli con una stoppata e un buon tiro dalla media porta avanti gli ospiti. Dopo i primi tre minuti di gioco tanta imprecisione per ambo le squadre, risultato fisso sul 3-2. Le aquile mostrano una buone condizione atletica mentre Eatherton, con due tiri liberi, sigla i suoi primi punti in maglia bianco-azzurra. Primo time-out della gara chiesto da Palermo, con il punteggio sul 7-3 in favore dei padroni di casa, ottimi minuti ancora per Eatherton, che dimostra grande potenza sotto canestro. Esce bene Palermo dal time-out con il canestro in contropiede di Di Emidio, appena entrato,  al quale risponde la tripla di Evangelisti. Sul finale di tempo si alzano i ritmi, altra tripla di Evangelisti, piazzato di Ondo Mengue e gran parziale agrigentino che sigla il punteggio del primo quarto sul 29 -14.

SECONDO QUARTO: Resta l’inerzia di fine primo quarto, dopo tre minuti è parziale di 10-2 in favore della Fortitudo con triple di Saccaggi e Martin, unico canestro di Palermo messo a segno da Requena, ed è proprio quest’ultimo ad avvicinare i rossi ad Agrigento con una splendida schiacciata ed una tripla, 10-7. Canestro con fallo per Ondo Mengue, in risposta i due tiri liberi di Visentin, resta comunque ottimo il  parziale di Palermo che si porta sul +6 a pochi secondi dalla fine del tempo, grazie alla tripla di Merletto e al sempre positivo Ondo Mengue; lo svantaggio viene ridotto dal canestro di Chiarastella su ottimo assist di Martin, punteggio sul  19-23 Aquila.

TERZO TEMPO: Botta e risposta fra Chiarastella e Antonelli prima dell’appoggio di Eatherton, ottimo l’inizio di Agrigento, e 10-2 grazie anche ad un’ottima fase difensiva. La partita ha la sua padrona, la Moncada domina sotto canestro, Saccaggi e De Laurentiis sono davvero “in good shape”, a un minuto dalla fine del terzo quarto il tabellone dice 20-9. Tripla di Vai e di Ondo Mengue prima del parziale di 4-0 firmato De Laurentiis e Saccaggi,  il quarto si chiude 27-12.

ULTIMO QUARTO: Errore di Palermo sulla rimessa, causato da una buona difesa di Agrigento, Martin apre il quarto con un piazzato. Ancora Martin porta sul 6-2 Agrigento, ma anche prima gioia per il giovane Morciano su pregevole assist di Martin, che completa con una schiacciata. Tripla di Requena che sblocca il punteggio per Palermo, risultato sul 13-7, e ancora Requena dall’arco conferma la buonissima mano e porta a -3 i rossi. Ottime difese in questo quarto, punteggio basso e tanta intensità (ma anche acido lattico), fallo di Martin su Ondo Mengue che va in lunetta per tre volte, tripla di Morciano e libero di Eatherton, 19-13.

EXTRA QUARTO: Di comune accordo le squadre decidono di continuare la gara per altri 5 minuti, ed è un testa a testa: Saccaggi si libera bene e mette a segno due punti, Ondo Mengue risponde con due liberi, ancora Saccaggi con la tripla, ed è 5-4, ribatte il coloured ex Trieste e Siena in contropiede,ma poi c’è un altro missile del “Sacca”. Il parziale termina 13-9, la Fortitudo tornerá in campo per il torneo di Udine.

 

PARLA FRANCO CIANI: “Abbiamo rotto la monotonia del lavoro atletico, non eravamo particolarmente in forma a causa dei carichi di lavoro ma abbiamo sicuramente avuto buona intensità in alcuni sprazzi di partita. I nuovi arrivati li ho visti ben inseriti, Eatherton molto bene, Martin deve ritrovare la giusta forma, in difesa è bravissimo. I giovani fanno errori normali, altrimenti non sarebbero giovani: hanno ampi margini di crescita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy