B F G2: Pescara ancora un’impresa, anche Montegranaro cade in casa

B F G2: Pescara ancora un’impresa, anche Montegranaro cade in casa

Beffa amara per la Dino Bigioni Shoes Montegranaro, che cade davanti a una Bombonera infuocata per la terza volta in stagione, la seconda contro Pescara. Il 66-69 premia una Amatori sì coriacea ma tutt’altro che trascendentale.

Beffa amara per la Dino Bigioni Shoes Montegranaro, che cade davanti a una Bombonera infuocata per la terza volta in stagione, la seconda contro Pescara. Il 66-69 premia una Amatori sì coriacea ma tutt’altro che trascendentale. I gialloneri, però, non hanno fatto molto meglio, rincorrendo per gran parte del match, faticando tantissimo a scardinare i continui cambi di difesa pescaresi e non riuscendo a trovare fluidità a livello offensivo. Peccato perché stavolta la difesa giallonera era riuscita a mettere la museruola allo spauracchio Pepe, che dopo i 34 punti di gara 1 si è fermato a quota 13 grazie alla staffetta Rossi-Sanna. Ma gli abruzzesi hanno dimostrato di aver anche tante altre frecce al proprio arco, cavalcando un Capitanelli tentacolare (16 punti, 4 stoppate e una marea di palloni sporcati) e il brio di Timperi. La Poderosa ha avuto grande impatto dal suo pacchetto lunghi (40 punti su 66 arrivano dal quartetto sotto canestro) ma è stata tradita dalla serata-no al tiro pesante (4/21 dall’arco), dalla cattiva vena di Rossi e dai problemi fisici di Di Trani.

Come e forse più di 48 ore prima, è stato un match sul filo dell’equilibrio, pur se la Amatori ha condotto per lunghissimi tratti, prendendo subito le redini in mano. La Poderosa ci mette un po’ a carburare e allora i biancorossi ne approfittano per mettere subito il naso avanti, anche se Pepe non trova mai il fondo della retina. Ma quando il capocannoniere dei playoff scalda la mano con 8 punti in fila, Pescara produce il primo strappo (30-38 al 15’). Ogni canestro è un parto per la Dino Bigioni Shoes, che però nella seconda metà del terzo periodo sembra pronta a girare l’inerzia: i canestri di Diomede e le sportellate di Serino sotto canestro rimettono in piedi una Poderosa piombata di nuovo a -8 nel terzo periodo e che, di colpo, si ritrova addirittura avanti (55-53 al 29’). Il canestro di Sanna che apre il quarto periodo vale un risicato +3 che è però il massimo vantaggio giallonero nel match (57-54 al 31’), ma da lì in avanti l’attacco giallonero va in tilt. Due triple di Timperi spingono Pescara di nuovo a +6 (57-63 al 33’), ma ora sono gli abruzzesi a tremare. La difesa veregrense ringhia, ma il problema resta in attacco. Più col cuore che con la qualità, la Poderosa resta comunque in scia. Ma gli errori dalla lunga distanza di Rossi, l’ultimo dei quali a 4” dalla sirena per il pareggio, condannano i gialloneri al ko. Un ko che pesa perché ora bisognerà andare a sbancare il PalaElettra per tenere vivo il sogno Montecatini.

Queste le parole di coach Steffè: “Sono estremamente fiducioso che dopo questo tipo di partita abbiamo imparato qualcosa. Abbiamo capito che loro riempiono molto bene l’area e noi dobbiamo essere in grado di farla uscire meglio per punire le loro collaborazioni e aprire di più il campo. Ci siamo rifugiati troppo nel pick and roll e nell’attaccarlo contro le braccia lunghe di Capitanelli abbiamo faticato. Non abbiamo mosso la palla ma abbiamo cercato troppo i giochi a due, un po’ come in gara 1. A livello difensivo, siamo partiti non con la giusta fame. Abbiamo concesso troppe cose, troppo 1vs1 di Capitanelli in post basso e qualche distrazione ci ha punito. Cose che abbiamo sistemato nel terzo quarto, ma non è bastato. I risultati dicono che queste due squadre stanno combattendo alla pari e so che la gara 2 in una serie del genere è la più delicata. Ma sono fiducioso che in questi tre giorni che ci separano da gara 3 troveremo le chiavi per andarcela a giocare fino in fondo a Pescara”.

 

DINO BIGIONI SHOES MONTEGRANARO – AMATORI PESCARA 66-69

MONTEGRANARO: Fabi 3, Sanna 8, Serino 9, Gatti 12, Rossi 6, Broglia 7, Trionfo, Di Trani 2, Rosignoli 10, Diomede 9. All.: Steffè.

PESCARA: Pepe 13, Rajola 5, De Vincenzo 2, Di Fonzo ne, Di Donato 11, Bini 3, Capitanelli 16, Polonara 6, Mar. Timperi 13, Mat. Timperi ne. All.: Salvemini.

ARBITRI: Enrico D’Orazio di Vittorio Veneto (TV) e Andrea Zangrando di Carbonera (TV).

PARZIALI: 16-15, 20-26, 19-13, 11-15.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy