B F G5 – Festa giallonera, Montegranaro alle Final Four, si chiude il sogno Pescara

B F G5 – Festa giallonera, Montegranaro alle Final Four, si chiude il sogno Pescara

La Dino Bigioni Shoes vince la battaglia contro l’Amatori Pescara e approda con merito alla Final Four di Montecatini, ultimo duro baluardo verso l’A2. Merito ai vincitori capaci di tenere duro nell’arco dell’intera serie, ma applauso ai vinti con l’Amatori Pescara attore principale di una stagione memorabile.

Commenta per primo!

Di Alessandro Elia

Dino Bigioni Shoes Montegranaro –Amatori Pescara  86-70

Dino Bigioni Shoes:  Fabi 2, Sanna 9, Serino 15, Gatti 10, Rossi 9, Broglia 6, Trionfo 7, Di Trani 7, Rosignoli 6, Diomede 15. All.Steffè

Amatori Pe: Pepe 23 , Rajola 1, De Vincenzo 4, Di Fonzo 2, Di Donato 4, Bini 3, Capitanelli 17, Polonara  4, Tmperi  Matteo, Timperi  Marco 12. All.Salvemini

ArbitriL Giovannetti e Bartolomeo

Parziali: 17-15, 38-35, 51-44

Usciti per falli: Sanna, Broglia, Rossi, Gatti, Rajola, Capitanelli, Timperi, Bini

La Dino Bigioni Shoes vince la battaglia contro l’Amatori Pescara e approda con merito alla Final Four di Montecatini, ultimo duro baluardo verso l’A2. Merito ai vincitori capaci di tenere duro nell’arco dell’intera serie, ma applauso ai vinti con l’Amatori Pescara attore principale di una stagione memorabile. La Bombonera di Montegranaro riscopre i fasti dell’epopea della Sutor, una storia fatta di tifo, calore e passione di un popolo che si stringe attorno alla sua squadra. E nel piccolo e vetusto hangar di Via Martiri d’Ungheria non c’è spazio neanche per uno spillo quando si alza l’ultima palla a due di una serie infuocata e mai così incerta.

La Dino Bigioni Shoes parte forte e va sul 6-0 con Broglia, ma Pescara non si fa certo sorprendere e si mette subito in carreggiata. L’ottimo Capitanelli spinge gli abruzzesi che impattano ben presto a quota 10. La Poderosa pesca dalla panchina i punti del mini-allungo, Diomede accende la Bombenera con l’unica tripla dei padroni di casa del primo tempo e basta per mettere i marchigiani in testa alla fine di un intenso primo quarto (17-15).

L’adrenalina aumenta nel secondo quarto con le due squadre ancora a contatto. Serino porta Montegranaro sul  +5 (22-17) ma l’Amatori risponde subito con i suoi gioiellini, Timperi e Pepe. Ancora uno strappo firmato da Serino (13 punti per il centro napoletano all’intervallo) per i gialloneri ma Pescara è sempre li. Il bonus arriva ben presto su entrambi i fronti e i viaggi in lunetta vedono una Dino Bigioni Shoes più precisa rispetto agli avversari. Prima della pausa lunga Polonara inventa la tripla dell’unico vantaggio ospite in una gara di rara intensità.  I liberi di Serino consegnano il vantaggio ai locali che tornano negli spogliatoi avanti 38-35.

Squadre contratte a inizio di terzo quarto, si sbaglia molto e non si segna per svariati minuti fino alla tripla del 38-38 di Simone Pepe.   Nessuna delle due squadre riesce a trovare ritmo e a metà di terzo periodo il punteggio dice 40-38 per la Dino Bigioni Shoes . Nella seconda metà di terzo quarto la Poderosa prova lo strappo decisivo ispirata da capitan Gatti (45-39). L’intensità inizia a farsi sentire e Pescara perde Bini per falli. Sanna e Diomede producono l’allungo veregrense (49-39) prima della tripla di un grande Capitanelli che tiene in vita gli abruzzesi.

Marco Rossi dall’angolo indovina la tripla del +10 in apertura di ultima frazione, è il preludio all’affondo della Dino Bigioni che trova immediatamente il +13 con la tripla di Di Trani capace di mandare  in visibilio il pubblico di casa (57-44). Pescara accusa il colpo, Salvemini cerca l’ennesima magia della sua stagione ma al rientro in campo Diomede viene mandato in lunetta per ben quattro volte di fila dopo un fallo di Pepe su una tripla dell’ex Ortona e un fallo tecnico. La Dino Bigioni aggiorna il massimo vantaggio sul 61-44 con 7’ da giocare. Aumentano i colpi, saltano i nervi e ne fanno le spese Di Trani e Rajola che vengono espulsi.  La Poderosa è chiamata a gestire il vantaggio convivendo con le perdite di Broglia e Rossi per falli. L’Amatori allunga la difesa per provare la rimonta ma la Poderosa è lanciata e trova il +18 (72-54) dopo l’antisportivo di Pepe su Trionfo. La partita si allunga per i tanti falli spesi per falli con la Poderosa che perde anche Gatti e Sanna facendo a meno di 4/5 del quintetto base negli ultimi 3’.  Anche Fabi e Di Fonzo si iscrivono alla maratona di gara-5 che la Poderosa  si porta a casa insieme al pass per la Final Four di Montecatini.

La festa del popolo giallonero può avere inizio ma sarà breve perché sabato  c’è la sfida contro l’Eurobasket Roma che vale un posto in A2 e nella storia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy