B F G5: Milano sbanca il PalaBattisti e vola alle final four!

B F G5: Milano sbanca il PalaBattisti e vola alle final four!

In gara 5 della finale di play off di serie B Super l’Urania batte Omegna 66 a 64, dopo un tempo supplementare. La squadra lombarda vola così alla final eight dopo aver battuto una Paffoni mai doma, trascinata da un fantastico Balanzoni (26 punti e 14 rimbalzi) al termine di una partita intensissima e che ha cambiato padrone più volte. L’ha spuntata Milano perchè più lucida nei momenti decisivi. Per Omegna, rimane il rimpianto di aver sprecato, al termine della partita regolamentare e al termine del supplementare, il possesso decisivo.

di Elena Mugione

Paffoni Fulgor Omegna – Super Flavor Urania Milano 64 – 66 d.t.s.

(14-12/29-25/43-43/56-56)

Paffoni Fulgor Omegna: Grande 13, Donadoni 2, Bruno 2, Samoggia , D’Alessandro 2, Arrigoni 15 , Ramenghi n.e., Balanzoni 26, Guala n.e., Cantone 1, Gueye n.e., Scali 3.

All. Marcello Ghizzinardi

Super Flavor Urania Milano: Simoncelli 4, Piunti 9, Perez 3, Santolamazza 4, Albique n.e., Paleari 15, Scanzi 11, Eliantonio 9, Toffali n.e., Piatti n.e., Negri 11, Sedazzari n.e..

All. Davide Villa

In gara 5 della finale di play off di serie B Super Flavor Urania Milano batte la Paffoni Fulgor Omegna 66 a 64, dopo un tempo supplementare.

Omegna schiera Grande play, Donadoni guardia, D’Alessandro ala piccola, Arrigoni ala grande, Balanzoni centro. Gli ospiti rispondono con Santolamazza play, Simoncelli guardia, Scanzi ala piccola, Piunti ala grande, Eliantonio centro.

Nel primo quarto di gioco, entrambe le squadre sentono l’importanza della partita e fanno fatica a trovare la via del canestro. A sbloccarsi per prima è la squadra di casa che trova un parziale importantissimo di 10 punti a 0, grazie al 2/3 dalla lunetta di Grande, ai quattro punti consecutivi di Balanzoni, in penetrazione e da sotto, al canestro di capitan Arrigoni in contropiede e al canestro in penetrazione di Scali. Milano fa molta fatica a trovare punti anche grazie ad una difesa solidissima da parte della Paffoni e trova il primo punto solo dalla lunetta, dopo più di cinque minuti di gioco, grazie al 1/ 2 di Piunti. Lo stesso lungo dell’Urania trova al possesso successivo un gioco da tre punti che porta la squadra ospite a -6 (10-4). Balanzoni, da sotto, riporta Omegna a +8 (12-4), ma la squadra ospite piazza subito un altro parziale di 4 punti a 0, grazie al canestro di Paleari e al 2/2 di Negri, per il -4 (12-8), quando mancano due minuti alla fine del primo quarto di gioco. Dopo l’ 1/ 2 dalla lunetta di Scali e Balanzoni per Omegna e di Piunti per Milano, è lo stesso lungo ospite a mettere a segno la tripla del 12 a 14 allo scadere.

Nel secondo quarto di gioco, la squadra ospite parte subito forte piazzando un parziale di 11 a 0, grazie al gioco da tre e al 1/ 2 dalla lunetta di Paleari e al canestro da sotto di Negri (questi ultimi due canestri procurati da un fallo antisportivo fischiato contro Cantone) ad un altro canestro dalla media di Negri e ad una tripla di Paleari per il +9 Urania (14-23). Dopo 6 minuti senza trovare la via del canestro, Omegna riesce a sbloccarsi grazie ad un canestro da sotto di Donadoni (16-23). La squadra di casa legittima il momento positivo, piazzando un parziale complessivo di 6 punti a 0, grazie al 2/2 dalla lunetta di Arrigoni e di Donadoni, per il -3 (20-23), quando mancano poco più di tre minuti alla fine del secondo quarto. Eliantonio spezza il parziale rossoverde (20-25), ma Omegna, alla fine del periodo, piazza un parziale di 9 punti a 0, grazie ai canestri di Arrigoni, 1/ 2 dalla lunetta e da sotto, e ai 6 punti di Balanzoni da sotto, con la prima metà di gara che si chiude 29 a 25 per la squadra di casa.

Da segnalare in questa prima parte di gara, i 13 punti e i 5 rimbalzi di Balanzoni per Omegna, mentre per Milano da segnalare i 9 punti con 5 rimbalzi di Paleari e gli 8 punti con 5 rimbalzi di Piunti. Pessime per entrambe le squadre, soprattutto per quanto fatto vedere quest’anno, le statistiche al tiro da tre, con lo 0/8 di Omegna e il 2/7 di Milano.

Dopo la pausa lunga, Omegna rientra in campo con Cantone al posto di Grande e Scali al posto di D’Alessandro, mentre Milano inserisce Paleari al posto di Piunti.

Nel terzo quarto di gioco, Milano riparte fortissimo, piazzando subito un parziale di 7 a 0, grazie ai canestri di Paleari, Santolamazza e di Eliantonio, per il +3 ospite, dopo due minuti e mezzo di gioco (29-32). Balanzoni da sotto, accorcia le distanze (31-32), ma l’Urania piazza un altro parziale di 4 a 0, grazie ai canestri di Santolamazza e di Scanzi, per il +5 ospite (31-36). Omegna però non si scoraggia e piazza subito un controparziale di 4 a 0, grazie ai canestri da sotto, di Arrigoni e di Balanzoni, per il -1 rossoverde (35-36). Scanzi, con un 2/2 dalla lunetta, porta Milano ad un possesso pieno di vantaggio (35-38), quando siamo a metà del terzo periodo. Grande, con un 2/2 dalla lunetta, trova ancora il -1 (37-38), ma Eliantonio risponde subito con un altrettanto 2/2, per il 40 a 37 Milano. La squadra di casa, con un mini parziale di 3 a 0, 1/2 di Arrigoni e canestro da sotto di D’Alessandro, trova la parità (40-40), ma una tripla di Scanzi, porta ancora Milano ad un possesso pieno di vantaggio (40-43). Chiude il terzo periodo, un parziale di 3 a 0, di Omegna, 1/ 2 dalla lunetta di Grande e canestro da sotto di Balanzoni, per il 43 pari.

Nell’ultimo quarto di gioco, la tensione è altissima, e le percentuali di entrambe le squadre si abbassano ulteriormente. La prima a trovare la via del canestro è Omegna che piazza un gioco da tre con Balanzoni, per il 3 rossoverde (46-43). Milano, trova il primo canestro del quarto, dopo quasi cinque minuti di gioco, grazie ad una tripla di Perez, poi Scanzi da sotto, trova il +2 (46-48). La Paffoni risponde subito, piazzando un parziale di 5 punti a 0, grazie ai 5 punti consecutivi di Arrigoni, da sotto e gioco da tre, per il +3 Omegna, quando mancano poco più di tre minuti alla fine della partita (51-48). Dopo 1/ 2 dalla lunetta di Piunti e il canestro di Paleari per Milano e l’1 /2 dalla lunetta di Cantone e il canestro da sotto di Balanzoni per Omegna, la squadra di casa si trova sul +3 a due minuti dalla fine (54-51), ma una tripla di Negri, riporta Milano subito in parità (54-54). D’Alessandro, da sotto, riporta Omegna sul +2 (56-54), ma ancora Negri dalla lunetta, trova la parità (56-56). Nell’ultimo minuto di gioco, entrambe le squadre hanno il possesso per vincere la partita e la serie, ma entrambe lo sprecano e si va così all’over time, sul 56 pari.

Nel primo tempo supplementare, Milano parte fortissimo piazzando un parziale di 6 a 0, grazie ai canestri di Eliantonio, Scanzi e alla tripla dell’ex Simoncelli, per il 63 a 57, dopo due minuti e mezzo di gioco. Omegna trova un parziale di 4 a 0, grazie ai 4 punti consecutivi di Grande, per il -3 (60-63), quando mancano due minuti alla fine. Paleari da sotto, trova ancora il +5 (60-65), ma Milano chiude la partita, con parziale di 5 a 0, grazie al 2/2 dalla lunetta di Bruno, Grande e al 1/ 2 di Simoncelli, per il 66 a 64 per Milano.

MVP della partita Andrea Paleari autore di 15 punti con 8 rimbalzi.

Non sono bastati ad Omegna i 26 punti con 14 rimbalzi di Balanzoni e i 15 punti con 8 rimbalzi di Arrigoni.

Ora per l’Urania Milano sarà il momento di conquistarsi uno dei 3 posti disponibili, il week end del 15 – 16 giugno, alle final four di Montecatini. La Paffoni ci riproverà ancora, l’anno prossimo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy