B F4 F: Eurobasket – Forlì le pagelle

B F4 F: Eurobasket – Forlì le pagelle

Pederzini e Ferri i migliori tra i romagnoli, Stanic e Righetti gli ultimi a mollare per Eurobasket

EUROBASKET

 

#4 Marcelo Dip 6,5: l’unico a tenere a galla i suoi nel primo tempo, si spegne nella ripresa anche per problemi di falli. Chiude con una doppia doppia da 11+10 con ben 6 rimbalzi offensivi (tutti nel primo parziale).

 

#5 Giulio Casale 5: nulla da ricordare se non un paio di falli nel finale.

 

#6 Eugenio Fanti 5: parte in quintetto ma gioca appena 11’ senza nessun acuto.

 

#7 Nicholas Stanic 7: assieme a Dip è l’unico sufficiente nel primo tempo, poi guida la rimonta con carisma ed energia prima di spegnersi leggermente nel finale. Con 19 punti è il top scorer della partita assieme a Pederzini, purtroppo per i suoi non basta.

 

#9 Alex Righetti 7: primo parziale orrendo da 0/5 e virgola a referto, soffrendo terribilmente Arrigoni, ma dagli spogliatoi nella ripresa esce il vero Righetti: 4/6 nella ripresa e 11 punti che valgono la speranza di una rimonta ai suoi.

 

#14 Nelson Rizzitiello 6: anche lui nullo nella prima metà di gara, ne mette 8 nella ripresa quando ormai è troppo tardi.

 

#16 Valerio Staffieri 5,5: qualche buona cosa in difesa, ma nulla di più.

 

#20 Ernesto Birindelli 5,5: combatte, ma le polveri sono bagnate e l’infortunio alla caviglia nel finale non gli permette di rifarsi. Ben 8 rimbalzi ma un pessimo 1/6 dal campo, e i suoi punti mancano eccome all’Eurobasket.

 

#22 Alexander Cicchetti DNP

 

#26 Niccolò Petrucci 5: un paio di pessime scelte di tiro punite dal ferro e la sfortuna del canestro allo scadere del terzo quarto appena oltre la sirena. Alla fine sono zero punti con 4 tiri e una prestazione da dimenticare.

 

 

FORLI’

 

#4 Paolo Rotondo 6,5: bene nel primo tempo, chiude in netto calo fino allo stupido antisportivo che gli vale il quinto fallo personale e l’ultima speranza di rimonta avversaria. 13 punti e una costante presenza sotto canestro che permettono la fuga ai suoi sono più che sufficienti.

 

#5 Rodolfo Rombaldoni DNP

 

#8 Valerio Marsili 6: qualche buona difesa, ma non è la sua partita.

 

#10 Michele Ferri 7: 15 punti con 8 falli subiti ma soprattutto la leadership della squadra nei momenti decisivi. Tiene a bada la rimonta e non perde mai la calma anche quando qualcuno dei suoi compagni sembra semere la rimonta: premiato come miglior giocatore non a caso.

 

#12 Marco Arrigoni 6,5: partenza a razzo poi problemi di falli per tutta la partita. Non domina come in semifinale, ma in silenzio ne mette 11 con 6 rimbalzi pur giocando appena 22’.

 

#13 Riccardo Pederzini 7,5: 19 di cui 10 nel quarto quarto, 7 rimbalzi e 7 falli subiti, è il vero MVP del match. Il tutto prendendo appena 9 tiri, di cui almeno due decisivi per mettere in ghiaccio la partita negli ultimi minuti.

 

#16 Luca Pignatti 5,5: i problemi fisici si fanno sentire e dopo una buona partenza si spegne. Quando manca l’energia è evidente come il suo rendimento cali vistosamente.

 

#17 Davide Bonacini 5: non è la sua partita, fatica in difesa e la mano in attacco non è la solita. Nonostante i 4 assist, 5 punti con 9 tiri sono davvero pochi, soprattutto per lui.

 

#18 Alessandro Biandolino DNP

 

#22 Roberto Maggio 6,5: due triple importanti e la sensazione di aprire il campo in maniera incredibile per i suoi. 8 punti e 5 rimbalzi alla fine, niente male.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy