B POUT G1 – Nardò domina poi subisce, ma niente impresa per Valdiceppo

B POUT G1 – Nardò domina poi subisce, ma niente impresa per Valdiceppo

Ottovolante di emozioni nei quarti centrali.

di La Redazione

Pallacanestro Frata Nardò – Sicoma Val Di Ceppo Perugia 68-63 (17-14, 25-6, 8-27, 18-16)

Pallacanestro Frata Nardò: Goran Bjelic 17 (3/5, 3/7), Alessandro Potì 16 (2/6, 4/8), Federico Ingrosso 9 (1/4, 2/5), Valerio Polonara 8 (3/6, 0/1), Alin ionut Zaharie 7 (1/3, 1/2), Stefano Provenzano 5 (2/2, 0/7), Edoardo Scattolin 4 (2/3, 0/0), Michele Dell’anna 2 (0/0, 0/0), Salvatore Muci 0 (0/0, 0/0), Giorgio Durante 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 19 – Rimbalzi: 38 7 + 31 (Federico Ingrosso 10) – Assist: 14 (Federico Ingrosso 5)

Sicoma Val Di Ceppo Perugia: Umberto Meschini 21 (5/7, 2/8), Mauro Liburdi 14 (5/13, 0/1), Matteo Orlandi 9 (0/3, 3/4), Davide Marchini 6 (1/3, 1/5), Meccoli filip Metejka 5 (2/3, 0/3), Alessandro Panzieri 4 (2/5, 0/3), Edoardo Casuscelli 4 (0/1, 1/7), Lorenzo Righetti 0 (0/0, 0/0), Filippo Speziali 0 (0/0, 0/0), Riccardo Burini 0 (0/0, 0/0), Axel Facci 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 22 – Rimbalzi: 32 11 + 21 (Umberto Meschini , Mauro Liburdi 7) – Assist: 8 (Edoardo Casuscelli 3)

Prima vittoria su una panchina di Serie B da Head Coach per Michele Battistini, vittoria pesantissima per la stagione del Toro. Termina 68-63 al “PalAndrea” contro Valdiceppo Perugia in gara 1 playout, col classico brivido finale alla quale ci ha ampiamente abituati questa Frata.

Nel primo quarto Perugia tiene botta in un avvio dove non si segna eccessivamente, in quanto entrambe le compagini peccano di precisione e tirano il freno a mano, facendo terminare 17-14 i primi 10′ di gioco. Poi il maxi-parziale granata, 25-6, con un Bjelic in spolvero coadiuvato da un Potì che alla lunga si rivelerà decisivo, e da un’ottima prova difensiva della Frata. All’intervallo lungo si va sul 42-20.

Blackout totale al rientro, 8-27 di parziale firmato Perugia che incredibilmente ritorna nel match e riprende fiducia. Dal +22 al +3 è un attimo. Come da prassi, tutto da giocarsi negli ultimi 10′ al cardiopalma. Si resta sul “punto a punto” sino alle battute finali, poi Potì tira fuori dal cilindro la magata dai 6,75. Attributi e nient’altro per il +4 della Frata che potrebbe rivelarsi decisivo. Continuo inseguimento da parte di Valdiceppo che però sciupa più occasioni ghiotte dalla lunetta dei liberi per riacciuffare il Toro, che sulla sirena finale può sciogliersi e far festa sul 68-63.

FONTE: Ufficio stampa Pallacanestro Frata Nardò

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy