B POUT G2 – Battipaglia difende il PalaZauli e si salva, Cagliari torna in C

B POUT G2 – Battipaglia difende il PalaZauli e si salva, Cagliari torna in C

Altro match monstre di Di Capua: per lui 26 con 6 assist, lo segue a ruota il giovane Anumba con 20 e 8 rimbalzi.

di La Redazione

Treofan Battipaglia – Fotodinamico Cagliari 77-75 (19-21, 19-25, 19-14, 20-15)

Treofan Battipaglia: Vincenzo Di capua 26 (6/13, 3/9), Ikechukwu simon junior Anumba 20 (5/7, 3/5), Andrea Murolo 12 (3/7, 0/3), Mattia Norcino 8 (0/3, 2/8), Vittorio Visentin 6 (2/4, 0/0), Aldo Filippi 3 (0/0, 1/1), Kevin Cusenza 2 (1/3, 0/1), Michele Del vacchio 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Federico 0 (0/0, 0/0), Luigi Romanelli 0 (0/0, 0/0), Francesco Santoro 0 (0/0, 0/0), Ludovico Visconti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 21 – Rimbalzi: 31 8 + 23 (Ikechukwu simon junior Anumba 8) – Assist: 16 (Vincenzo Di capua 6)

Fotodinamico Cagliari: Giuliano Samoggia 22 (7/11, 0/2), Romeo Trionfo 18 (5/9, 1/2), Manuel Vanuzzo 13 (3/4, 2/7), Mauro Graviano 9 (4/6, 0/0), Domenico Marzaioli 8 (2/3, 1/6), Riccardo Picciau 5 (0/3, 1/2), Mauro Passaretti 0 (0/3, 0/0), Giuseppe Floridia 0 (0/0, 0/0), Andrea Pompianu 0 (0/0, 0/0), Salvatore Manca tancredi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 23 – Rimbalzi: 39 9 + 30 (Manuel Vanuzzo 12) – Assist: 18 (Domenico Marzaioli 9)

I playout riservano ancora una volta un verdetto amaro alla Fotodinamico Cagliari, che perde anche gara 2 a Battipaglia e si vede costretta a salutare la categoria. Dopo una gara tiratissima ma ben condotta per buona parte, i Pirates si sono dovuti arrendere alla grande serata di Anumba e Di Capua, autori di 46 dei 77 punti consecutivi realizzati dalla loro squadra. Dall’altra parte, purtroppo, non sono bastati i 22 punti di Samoggia e i 18 di Trionfo.

LA GARA – Grande equilibrio in avvio di partita: dopo qualche botta e risposta iniziale i Pirates provano ad accelerare, toccando in più circostanze il +4 (prima con Samoggia e poi con Trionfo). Battipaglia, dal canto proprio, beneficia della fisicità di Anumba e impatta a quota 19 grazie alla tripla di Filippi. Sulla sirena del primo quarto, però, Marzaioli permette ai cagliaritani di tornare avanti mandando a segno il canestro del 19-21.

La vivacità di Murolo si fa sentire nelle battute iniziali del secondo periodo: Battipaglia sorpassa grazie al play ex Isernia e poi conserva la testa dell’incontro fino al 15’. Un Samoggia parecchio incisivo (già 16 personali a metà gara) tiene in linea di galleggiamento la squadra di Fioravanti, che prima contro sorpassa con Marzaioli e poi si rende protagonista del primo, vero allungo della gara con la bomba di capitan Vanuzzo (36-43). La Treofan risponde con un mini break di 4 punti, ma il primo tempo va in archivio con il canestro dall’arco di Picciau che regala nuova fiducia ai Pirates (38-46 al 20’).

Al rientro in campo la Fotodinamico trova subito la doppia cifra di vantaggio con Vanuzzo, a segno sull’assist di Marzaioli. Ma è solo un’illusione: il calo del terzo quarto, infatti, è dietro l’angolo, e ben presto i padroni di casa si rifanno sotto. Due triple consecutive di Di Capua permettono alla squadra di Porfidia di tornare a un solo possesso di distanza (47-50). Coach Fioravanti interviene chiamando timeout, ma i campani non si fermano e, con il solito Di Capua, si portano avanti sul 51-50. Nel momento cruciale la Fotodinamico non crolla e continua a dar battaglia: un libero di Trionfo e il primo canestro nel secondo tempo di Samoggia restituiscono il +3 all’ultima mini pausa (57-60).

Approfittando di un fallo tecnico fischiato a Visentin, l’Accademia parte bene nell’ultimo quarto trovando subito le 5 lunghezze di margine. Il gap viene però immediatamente colmato dalla Treofan grazie a un parziale di 7-0 che vede Norcino e Cusenza sugli scudi. Con due tiri liberi di Murolo Battipaglia avanza sul +4, ma viene subito ripresa da Trionfo (70 pari). La gara va avanti a strappi: Di Capua e compagni provano a piazzare l’allungo decisivo a 2 minuti dal termine, Fioravanti chiama un nuovo timeout ma l’inerzia della gara resta nelle mani della Treofan, che sfrutta il tecnico rifilato a Graviano per portarsi sul +5 (75-70). Con 30 secondi sul cronometro Samoggia rimette un possesso di distanza tra le due squadre. Di Capua, mandato in lunetta dall’altra parte, mantiene la freddezza. Nel convulso e nervoso finale (tecnico a Murolo) la Fotodinamico non riesce più a rimettere le cose a posto. Alla sirena finale a imporsi è Battipaglia, che conquista serie e salvezza.

FONTE: Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy