B POUT G3 – Palermo si salva, Olginate ritorna in C

B POUT G3 – Palermo si salva, Olginate ritorna in C

Il Green Basket compie un autentico miracolo sportivo, conquistando una salvezza che a molti sembrava praticamente impossibile.

di La Redazione

Gordon Nuova Pall. Olginate – Green Basket Palermo 58-78 (17-17, 17-18, 18-18, 6-25)

Gordon Nuova Pall. Olginate: Andrea Bassani 15 (4/7, 1/2), Lorenzo Rota 14 (5/7, 1/1), Giacomo Siberna 10 (2/4, 0/3), Matteo Marinò 7 (1/4, 0/2), Fadilou Seck 6 (2/4, 0/0), Davide Todeschini 4 (1/4, 0/2), Paolo Colnago 2 (0/0, 0/3), Mattia Cardellini 0 (0/2, 0/3), Nicholas Dessì 0 (0/1, 0/5), Alberto Moretti 0 (0/0, 0/0), Marco Tagliabue 0 (0/0, 0/0), Simone Butta 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 22 / 36 – Rimbalzi: 28 4 + 24 (Andrea Bassani 9) – Assist: 13 (Davide Todeschini 6)

Green Basket Palermo: Michele Venturelli 17 (3/5, 2/7), Luca Montanari 17 (7/9, 0/1), Daro Gullo 9 (3/5, 1/5), Giuseppe Lombardo 9 (0/2, 1/5), Andrea Lombardo 8 (2/5, 1/4), Alessandro Cecchetti 8 (3/8, 0/0), Raphael max Strotz 8 (3/6, 0/0), Giorgio Biondo 2 (1/1, 0/1), Francesco Genovese 0 (0/0, 0/0), Giordano Chakir 0 (0/0, 0/0), Edoardo Nicosia 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 26 – Rimbalzi: 27 4 + 23 (Andrea Lombardo 7) – Assist: 11 (Daro Gullo 4)

Andateli a prendere in aeroporto, andateli ad abbracciare, uno ad uno: il Green Basket compie un autentico miracolo sportivo, conquistando una salvezza che a molti sembrava praticamente impossibile.

Ma nello sport, come insegna la storia, nulla è impossibile: con il cuore e con la testa, con l’anima, il Green batte a domicilio Olginate, 58-78. Una vittoria netta, voluta, sognata: il Green riesce finalmente a sfatare il tabù trasferta. Nel giorno più importante è arrivata la vittoria più bella.

Il match inizia subito con un canestro da distanza ravvicinata di Bassani per Olginate, seguito da due punti di Gullo. Bassani mette a referto altri due punti, facendo 2/2 dalla lunetta.

Mike Venturelli, ben smarcatosi, mette la prima tripla di giornata personale, portando in vantaggio il Green.

La sfida, come annunciato, è equilibrata e molto sentita: le formazioni si affrontano colpo su colpo, anche se si avverte la tensione del match.

Olginate affida i propri attacchi a Bassani e Todeschini, Cecchetti comincia a concretizzare sotto canestro gli assist dei suoi.

Il primo quarto si chiude sul 17-17, 10 minuti intensi e dal ritmo vivace: Bassani top scorer per Olginate, Montanari per il Green.

Il secondo quarto si apre subito con i due punti siglati da Giorgio Biondo , che porta in vantaggio gli ospiti. Paolo Colnago, con due tiri liberi realizzati, riporta la partita sui binari del perfetto equilibrio. Rota fa due canestri consecutivi e porta i suoi sul +3. Verderosa chiama timeout, preoccupato da alcune sbavature dei suoi in difesa.

Cecchetti segna su assist di Venturelli, Seck schiaccia: Olginate conduce ancora di tre lunghezze. Siberna ottiene tre tiri liberi dopo aver subito un fallo da Cecchetti: 2/3 il suo score.

Gli attacchi del Green non trovano soluzione positiva, al contrario di quelli dei padroni di casa: +12 il vantaggio per la formazione guidata da coach Galli. Il Green prova a riprendersi dal piccolo black-out degli ultimi minuti, e lo fa con Venturelli, Cecchetti e Gullo che dimezzano lo svantaggio. Prima della fine del quarto c’è spazio per le iniziative di Mike Venturelli, che dà ossigeno ai suoi con canestri fondamentali.

Il Green si ricompatta e non molla: difesa e attacchi perfetti, Olginate recuperata e addirittura sorpassata!

Il primo tempo si chiude sul 34-35, con una rimonta pazzesca del team di Verderosa.

Il terzo tempo si apre con una schiacciata di Siberna, che prende anche fallo e realizza il tiro libero successivo. Pochi istanti dopo, grande inchiodata di Seck, che porta i suoi sul +4.

Il digiuno degli ospiti viene interrotto da A. Lombardo, che con un pizzico di fortuna riesce ad ottenere il gioco da due punti dopo un assist rocambolesco del fratello capitano. Passano pochi secondi e Gullo recupera una palla vitale, andando poi ad appoggiare a canestro: è nuova parità.

Mike Venturelli si inventa una tripla magistrale e determina così il sorpasso Green. I direttori di gara fischiano fallo tecnico per Olginate: Seck sbaglia il primo e segna il secondo, prima di lasciare il terzo tiro a Marinò che realizza. Il capitano guadagna uno sfondamento e si guadagna così la lunetta, segnando il tiro libero successivo. Strotz fa a sportellate con Seck e vince il duello: altri due punti per i palermitani.

G. Lombardo guadagna un altro prezioso fallo e fa 1/2 dalla lunetta: +5 per il Green e timeout per Olginate.

A. Lombardo mette una tripla impressionante, dal nulla, inventandosela letteralmente. Gli animi si scaldano, la tensione aumenta e i direttori di gara sono costretti a fischiare tanto.

Il terzo periodo si chiude sul 52-53, con Olginate brava a segnare dei canestri cruciali e a non lasciarsi scappare il Green, che sulle ali dell’entusiasmo aveva provato l’allungo.

Gli ultimi dieci minuti della stagione cominciano con parecchi errori, da una parte e dall’altra. E’ Daro Gullo ad interrompere il digiuno dei suoi, con una bomba da tre che fa impazzire i tifosi palermitani accorsi al PalaRavasio.

Dessì guadagna due tiri liberi dalla lunetta: sbaglia il primo e anche il secondo. Gullo totalizza il quinto fallo personale ed è costretto ad uscire dal campo. Venturelli tira fuori dal cilindro una magia delle sue, realizzando un canestro illegale che porta i suoi sul +6. Nell’azione successiva Cecchetti non sbaglia e porta sul +8 il Green, che psicologicamente pare reggere meglio la pressione.

Cecchetti commette il quinto fallo personale, e anche lui è costretto ad abbandonare il parquet. Brutta notizia per Verderosa, costretto a correre ai ripari.

Montanari mette un bel canestro da due, portando a +10 il Green. Bassani riporta subito a -8 i suoi, realizzando praticamente da solo. Ma è ancora Montanari a punire le disattenzioni difensive dei padroni di casa, segnando ancora da dentro l’area.

G. Lombardo mette una tripla clamorosa, portando a +13 i suoi!

Olginate commette il quinto fallo di squadra, A. Lombardo non sfrutta i due tiri liberi a disposizione.

Ancora fallo per Olginate, stavolta sul capitano: 2/2 dalla lunetta e +13.

Ultimo giro di orologio, possesso Olginate. Due tiri liberi per il Green, realizzati da Montanari.

FONTE: Uff. Stampa Green Basket Palermo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy