B QF G1 – Fiorentina, vittoria al cardiopalma su Faenza

B QF G1 – Fiorentina, vittoria al cardiopalma su Faenza

Sarà poi Poltroneri, in ombra per tutta la gara in fase offensiva, a scoccare la bomba del pareggioa 4 secondi dalla fine regalando a Firenze l’overtime che ha poi visto i gigliati a prevalere meritatamente.

di La Redazione

Di Andrea Marasco

Finale col thriller a Firenze. La Fiorentina resta in controllo anche se con vantaggi intorno ai dieci punti, per due quarti e mezzo, dilaga nel terzo quarto arrivando al più venti per poi dar vita ad uno psicodramma che porta Faenza meritatamente a impattare e poi superare Firenze portandosi sul 64 a 67 a 40 secondi dalla fine. Sarà poi Poltroneri, in ombra per tutta la gara in fase offensiva, a scoccare la bomba del pareggioa 4 secondi dalla fine regalando a Firenze l’overtime che ha poi visto i gigliati a prevalere meritatamente.

Andando per ordine Firenze schiera il quintetto tipico delle ultime gare di regular season: Mazzucchelli play, Poltroneri e Lucarelli esterni, Longobardi e Rosignoli sotto le plance. Faenza risponde con Donadoni, Perin, Casadei, Salimbani e Benedetti. Firenze parte subito bene, ispirata da un Mazzucchelli devastante, alla fine 17 punti per lui con un eloquente 5/7 dalla lunga. La positiva partenza si traduce in una supremazia che dà vita ad una gara piacevole, equilibrata ma che vede sempre la Fiorentina in controllo. Niccolai è bravo a mescolare le carte non regalando a faenza punti di riferimento. Emblematico l’ingresso di Sirakov ad inizio secondo quarto: due bombe e una splendida giocata da due in un minuto e 50′.

Il più 9 dell’intervallo rispecchia l’andamento della gara. Nel terzo quarto partenza a razzo di Firenze che in attacco trova soluzioni da tutti i suoi effettivi come dimostra il tabellino, ma quando il più 20 sembra sancire la fine della gara Faenza trove la forza di ribaltare inerzia e punteggio guidata dall’ex Casadei, Donadoni e Perin. Firenze va in confusione, non trova più il canestro e neppure il time out chiamato da coach Niccolai e il mini intervallo tra terzo e quarto periodo portano giovamento ai viola. La rimonta faentina sembra inarrestabile e il vantaggio all’ultimo giro di lancette sembra a logica conseguenza. Poi il colpo di scena di cui parlavamo all’inizio dell’articolo. Poltroneri pesca il Jolly e l’overtime sembra risvegliare finalmente i fiorentini che impongono il maggiore tasso tecnico dei singoli.

Adesso gara due a Faenza: pochi giorni per riprendersi mentalmente e fisicamente da una gara intensa da ogni punto di vista. Firenze può contare su molte più bocche da fuoco di Faenza, ma la grinta e la fisicità di questa compagine rende azzardato ogni pronostico.

All Foods Firenze – Rekico Faenza 87-79 (22-16, 18-15, 17-17, 10-19, 20-12)
All Foods Firenze: Andrea Mazzuchelli 17 (1/1, 5/7), Davide Poltroneri 15 (2/7, 3/8), Jacopo Lucarelli 12 (2/4, 2/4), Georgi Sikarov 12 (2/4, 2/4), Davide Rosignoli 9 (3/7, 0/0), Fernando luis Marengo 9 (0/3, 1/3), Giacomo Bloise 7 (1/5, 1/8), Andrea Longobardi 6 (3/6, 0/2), Matteo De leone 0 (0/0, 0/0), Mario Bevilacqua 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 21 – Rimbalzi: 37 12 + 25 (Davide Rosignoli 11) – Assist: 16 (Davide Rosignoli 7)
Rekico Faenza: Alessio Donadoni 21 (9/10, 1/4), Marco Perin 21 (3/5, 4/11), Daniele Casadei 18 (3/9, 1/7), Jacopo Silimbani 12 (4/11, 0/2), Lorenzo Benedetti 4 (1/1, 0/0), Riccardo Iattoni 3 (0/1, 0/0), Emanuele Pini 0 (0/2, 0/1), Luigi Boero 0 (0/0, 0/2), Alessandro Maccaferri 0 (0/3, 0/2), Giovanni Penserini 0 (0/0, 0/1)
Tiri liberi: 21 / 26 – Rimbalzi: 37 13 + 24 (Daniele Casadei 14) – Assist: 15 (Alessandro Maccaferri

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy