B QF G2 – Vigevano, spreca nel finale e perde contro una convincente Padova

B QF G2 – Vigevano, spreca nel finale e perde contro una convincente Padova

Alla Kione Arena la Elachem inizia con ottimo piglio (0-5 3′), ma non concretizza facili occasioni per rendere più ampio il divario, e subisce un parziale di 22-9 che sposta l’inerzia del tempo a favore dei padroni di casa (38-36 al 20′) Nella ripresa vige un perfetto equilibrio e, quando i ducali tornano a condurre i giochi dopo 20′ (67-66 al 32′), patiscono un break di 7-2 (75-69 al 35′) che sarà sufficiente all’Antenore, anche non trovando più la via del canestro, per portare la serie a gara3 dopo il fade away fallito da Benzoni allo scadere (75-74).

di Andrew Villani

I 5 NUMERI DELLA PARTITA

11 – Le carambole offensive catturate dalla Elachem nel primo tempo. E’ il fondamentale nevralgico per non sprofondare nella doppia cifra di svantaggio, dopo un ben augurante avvio, data una percentuale dal campo, a causa di una serie di buoni appoggi al ferro errati, del 34,2%, dinanzi a una Padova cinica e concreta col 51,9% con 11 tentativi complessivi in meno. In questo aspetto, a fare la voce grossa, è Petrosino che ne coglie 4 e compensa, con 8 punti nel pitturato, a un paio di rigori falliti e qualche show difensivo troppo profondo.

7 – Gli assist in più distribuiti dall’Antenore (11) rispetto a quelli della Elachem (4). I ragazzi di coach Rubini, come in G1 data la non verve ancora di Piazza e De Nicolao autori di due air ball in apertura, costruiscono giochi semplici ed efficaci per Filippini e Ferrari, mentre gli ospiti si affidano prima al califfo Benzoni (5 nel primo quarto) e poi al giovane Vecerina (6 nel secondo) per restare in bilico tra -5 e -7 nei momenti di minor lucidità corale.

24 – I punti di media del duo Piazza – De Nicolao ritrovati questa sera. E’ la prestazione dei play, con ancora Filippini e Ferrari nel pitturato due porti sicuri ai quali affidarsi nei momenti di difficoltà, a fare la differenza per la Virtus. Piazza mette a referto un 100% dall’arco (3/3) con un paio di tiri pesanti fuori ritmo, nel terzo quarto, che potevano risultare cruciali se Vigevano non avesse prontamente replicato con medesima moneta, mentre De Nicolao offre una performance a 360°: 9 punti, 8 rimbalzi, 6 assist e 4 falli subiti per una valutazione totale di 23 migliore di squadra. Sono due sue scorribande a scavare il piccolo ma essenziale divario, insieme a una bomba di Motta, per la vittoria.

17 – Il bottino raccolto da un indemoniato Vecerina nei quarti pari. Il prodotto del vivaio dell’Olimpia Milano si accende a inizio secondo quarto, nel frangente di maggior crisi ducale, con 6 pesanti punti in striscia che si fanno perdonare due falli in rapida successione. Poi, nella frazione finale, ne insacca ben 11 tra giochi da tre punti, triple siderali in trance agonistica che portano in dote il solo sorpasso dal 12′ e, anche un pizzico di testardaggine, sul 75-74, con due soluzioni tentate in rapida successione senza esito per un soffio positivo, tuttavia, complice il momento di grande fiducia, più che comprensibili. Nel giungere Vigevano a giocarsi il possesso della vittoria c’è anche molta della sua maturazione, non ancora terminata, ma esponenzialmente cresciuta in questi ultimi due mesi.

0 – I tiri dai 6.75 andati a segno da parte di tre dei migliori specialisti della Elachem (Ferri, Panzini e Verri) su 11 tentati e più di una volta con spazio a disposizione. Altrettanto nefasto è, per la media annuale del 70% dalla linea della carità, lo 0/2 di Petrosino al 35′ sul 75-69 per un giocatore che ha ben abituato in questo ambito. Ahimè, in una sconfitta in volata per un solo punto, a voler cercare il pelo nell’uovo, si possono riscontrare innumerevoli episodi ma, alla fine, va riconosciuto merito all’Antenore in grado, con una rotazione di 6 uomini carica di falli, di aver sempre prodotto parziali per mantenere l’inerzia dalla propria parte.

Antenore Energia Virtus Padova 75 – 74 Elachem Vigevano 1955 (22-14, 38-36, 61-59)

TABELLINO COMPLETO

Antenore Energia Virtus Padova: Schiavon 2, Visone, Mazzonetto, Pellicano, De Nicolao 9, Filippini 22, Motta 9, Piazza 15, Ferrari 15, Visentin, Basso, Bovo. Coach: Rubini
Tiri Liberi: 11/16 – Rimbalzi: 32 (27+5) – Assist: 17

Elachem Vigevano 1955: Verri 8, Ferri 3, Panzini 2, Minoli 4, Vecerina 19, Petrosino 18, De Gregori, Birindelli 4, Rossi 8, Benzoni 8. Coach: Piazza
Tiri Liberi: 9/14 – Rimbalzi: 37 (22+15) – Assist: 17

PADOVA NUMERI DELLA PARTITA VIGEVANO
 22 – Filippini PUNTI 19 – Vecerina
9 – Filippini RIMBALZI 7 – Petrosino
 6 – De Nicolao ASSIST 4 – Verri
 23 – De Nicolao VALUTAZIONE 24 – Petrosino
10 – Ferrari PLUS/MINUS 10 – Minoli
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy