B QF G3 – Barcellona avanti, Civitanova KO nel finale

B QF G3 – Barcellona avanti, Civitanova KO nel finale

Decisivo il 21-12 del quarto periodo per la formazione del Longano che accede alle semifinali.

di La Redazione

Basket Barcellona – Rossella Virtus Civitanova Marche 86-70 (23-17, 22-27, 20-14, 21-12)

Basket Barcellona: Michael Teghini 20 (5/6, 3/6), Giacomo Sereni 18 (7/11, 1/2), Daniele Grilli 16 (5/13, 0/3), Luigi Brunetti 11 (2/7, 1/1), Fabio Stefanini 6 (2/5, 0/2), Luca Pedrazzani 6 (3/5, 0/0), Mattia Caroldi 5 (1/4, 1/1), Efe Idiaru 4 (2/2, 0/2), Flavio Gay 0 (0/2, 0/5), Marco De angelis 0 (0/1, 0/0), Andrea Mustacchio 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 20 – Rimbalzi: 49 19 + 30 (Fabio Stefanini 14) – Assist: 18 (Flavio Gay 4)

Rossella Virtus Civitanova Marche: Francesco Amoroso 20 (3/10, 4/7), Alessandro Cassese 17 (4/5, 1/5), Matteo Felicioni 11 (1/2, 2/5), Marko Jovancic 8 (0/3, 2/5), Marco Vallasciani 7 (3/3, 0/1), Lorenzo Andreani 7 (1/1, 1/4), Riccardo Coviello 0 (0/3, 0/2), Matteo Marinelli 0 (0/1, 0/0), Filippo Cognigni 0 (0/0, 0/0), Marko Milisavljevic 0 (0/0, 0/0), Luigi Dania 0 (0/0, 0/1)
Tiri liberi: 16 / 19 – Rimbalzi: 27 6 + 21 (Francesco Amoroso 8) – Assist: 6 (Alessandro Cassese, Lorenzo Andreani 2)

Termina in gara 3 dei quarti di finale a Barcellona la stagione della Rossella Civitanova. Capitan Amoroso e compagni offrono una prestazione di grande cuore e coraggio rimanendo in partita per 30 minuti su un campo che resta così imbattuto, ma una tripla allo scadere dell’ultimo intervallo di Teghini dà il via ad un parziale che continua nel quarto quarto e decide la partita. Bilancio della stagione civitanovese che si conferma più che positivo: unica neopromossa di tutti e quattro i gironi ad accedere ai playoff, una bellissima vittoria in gara 2 al PalaRisorgimento ed un’eliminazione con una Barcellona che ha la dichiarata ambizione di tornare in A2 e che ha dovuto sudare e non poco in questa “bella”.
La formazione di coach Rossi paga soprattutto la minore fisicità e i problemi di Marinelli e Coviello, molto penalizzato da alcuni fischi, che si traducono nei 21 rimbalzi offensivi concessi ai padroni e conseguenti doppie opportunità, troppe per resistere fino all’ultimo secondo su un campo così difficile.
LA PARTITA – Barcellona deve vincere e parte subito aggressiva, dopo il 5-5 del terzo minuto piazza un break importante: 14-2 con Grilli sugli scudi. Cassese interrompe l’emorragia, poi cinque punti in fila di Andreani riportano la Rossella a -5 (19-14). Tornano a segnare i siciliani con Pedrazzani e Brunetti, ma è Vallasciani a chiudere il quarto con un fallo e canestro per il 23-17.
Dopo la pausa continua il buon momento civitanovese: Cassese-Andreani-Cassese e sorpasso sul 23-24! Coach Friso deve chiamare timeout e poi trova il contro parziale con tre canestri di Sereni e una tripla di Teghini. La Rossella replica con il 2+1 di Felicioni, poi si scatena capitan Amoroso che ne mette 12 di fila per i suoi e li riporta a -3. Il solito Sereni realizza un altro gioco da tre punti, ma ancora Felicioni con una bomba e due liberi manda tutti all’intervallo con il tabellone sul 45-44.
Dopo l’intervallo continua l’equilibrio, anzi Barcellona non trova parziali come nei quarti precedenti e il vantaggio rimane sempre entro i quattro punti. Si segna poco, la Rossella trova buone cose soprattutto da Jovancic (tutti i suoi 8 punti nel 3° parziale), ma la tripla allo scadere di Teghini per il +7 è il classico episodio che cambia la partita.
Infatti i siciliani trovano entusiasmo, la Rossella entra in campo forse un po’ distratta e il risultato è un parziale complessivo di 13-0 firmato Stefanini, Grilli e Teghini per il +17 di Barcellona dopo soli 2’30. Civitanova non molla del tutto ma non ha più le energie per poter provare una rimonta del genere.
Finisce così tra gli applausi, e ingeneroso fischio dei supporters locali che, invece, avrebbero fatto bene ad unirsi all’invito dello speaker a fare i complimenti agli avversari, la stagione del grande ritorno della Virtus nel basket “che conta”. Ora un po’ di meritato riposo e poi subito al lavoro per tentare di migliorare l’ottimo piazzamento di quest’anno!

FONTE: Uff. Stampa Virtus Civitanova Marche

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy