B SF G3 – Napoli vince col brivido, a Palestrina non basta la rimonta

B SF G3 – Napoli vince col brivido, a Palestrina non basta la rimonta

Match point casalingo per la GeVi domenica prossima, ancora a Casalnuovo.

di Davide Uccella

GENERAZIONE VINCENTE NAPOLI – CITYSIGHTSEEING PALESTRINA 67-65

PARZIALI: 22-12; 37-23; 54-43

PALESTRINA: Fiorucci, Rischia 9, Rossi 4, Banchi 3, Morici 13, Ochoa 19, Santucci, Rizzitiello 5, Mattei ne, Carrizo 8. All.: Ponticiello.

NAPOLI: Chiera 18, Malagoli 4, Erkmaa 8, Molinari, Di Viccaro 2, Dincic 12, Giovanardi ne, Bagnoli 16, Puoti ne, Milosevic 4, Milani 3. All.: Lulli.

ARBITRI: D’ORAZIO di VITTORIO VENETO (TV) e SPESSOT di FOGLIANO REDIPUGLIA (GO)

Palestrina in campo con Rossi, Banchi, Morici, Rizzitiello e Ochoa. Napoli, con Guarino a riposo, schiera in regia Erkmaa, quindi Di Viccaro,Chiera, Dincic e Bagnoli. Difesa azzurra molle in apertura, con il contestatissimo Rizzitiello che dal palleggio va a segno. Di Viccaro risponde per le rime ma sarà un fuoco di paglia, infatti la linfa offensiva arriva soprattutto da Bagnoli e Dincic (10-4 a 5’54”). Polveri bagnate anche per Erkmaa come per Rossi, in un quintetto prenestino che sprofonda fino a -11 (15-4), ma alla lunga la GeVi paga le poche penetrazioni dei piccoli, Ochoa dall’arco rompe il digiuno solo Chiera in casa Napoli mette palla a terra e fa collassare la difesa: l’intesa dell’oriundo con Dincic e Bagnoli è perfetta (19-9), negli ultimi 1’15” spazio a Milani e Guarino per Erkmaa e Di Viccaro, ma è ancora Chiera a dettare legge punendo dall’arco (22-9), prima che Rischia si confermi specialista di triple sulla sirena: 22-12 Napoli al 10′.

Prime battute di secondo quarto con il debutto di Malagoli, Milosevic e Santucci, anche se a lasciare il segno è la stoppata di Malagoli su Rizzitiello. Ritmi che si confermano bassi, al pari delle polveri bagnate dei piccoli Gevi, Milani in testa. Sono ancora i lunghi a tenere avanti Napoli (26-14), anche se Beretta e Rizzitiello di tripla frontale non ci stanno. A 3’39” cambio obbligato ma decisivo per Lulli, con il rientro di Chiera sul terzo di Di Viccaro. Pesa il bonus su entrambi i fronti, con Morici e Ochoa ad approfittarne grazie alla loro duttilità. Napoli risponde con Milani e Bagnoli prima di un nuovo break firmato Chiera: l’ex Cento va di solo rete lavorando sul blocco di Bagnoli, stoppa quindi Ochoa, infine serve Erkmaa per un +14 che scatena il delirio del palas: 37-23 Gevi al 20′.

Ripresa ancora nel segno di Chiera, con Erkmaa che gli restituisce il favore: ottima risposta alla linea di fondo targata Morici, che con Ochoa forma un tandem spesso difficile da arginare. Spunta anche la grana falli per Lulli, con il terzo di Dincic a 7’39” e il bonus a 6’52”. Si riaccende Rischia in jumper (40-29), Morici risponde a Milani che finalmente si butta dentro e appoggia, al giro di boa anche Palestrina è già in bonus, Erkmaa ringrazia (44-32). Napoli prova a scappare con quattro di fila per Bagnoli, poi con Chiera dopo l’antisportivo fischiato a Morici (50-35), ma due falli consecutivi di Milosevic e la linea di fondo targata Rossi costringe Lulli al time-out (50-39 a 2’32”). Il giovane serbo reagisce con un superbo pick and roll, Rossi apracchia ma anche Guarino con due jumper corti, si sveglia Carrizo ma Bagnoli entra per l’ultimo possesso appoggiando per il 54-43 del 30′.

Rientra Malagoli per l’ulimo quarto, ma una volta sveglio Carrizo vede nel canestro una vasca da bagno. Per Napoli c’è il terzo di Milosevic, rientra Dincic, Carrizo scatenato confeziona l’assist per Carrizo (54-48 a 8’43”). Chiera da tre sembra esorcizzare l’avvio choc ma Banchi risponde per le rime, Dincic lotta sotto e fa bottino pieno in lunetta ma Ochoa ai liberi e Rossi fino in fondo gelano Casalnuovo (59-55 a 5’57”). Al rientro dal time-out di Lulli arriva anche l’infrazione di 24” per Napoli, Palestrina a -2 con altri liberi di Carrizo, la Gevi reagisce grazie a un Milani più altruista per Bagnoli e Chiera, costringendo Ponticiello al time-out (63-57), ma Ochoa crivella ancora dall’arco e Rischia manca il pareggio con 1/3 dalla lunetta (63-61 a 2”25”). Nuovo -1 ancora di Rischia, stavolta a segno da tre, ribattendo al canestro su rimbalzo offensivo di Bagnoli e Milani che pesca Dincic da lato debole. A 1’20” gita in lunetta a metà per Carrizo, non riesce l’intesa sul pick n’roll tra Guarino Bagnoli ma in transizione Rizzitiello pesta il lato lungo. 40” alla fine, possesso statico che si chiude con il jumper di Guarino a segno ma oltre la sirena. Scorre il cronometro, 13” scarsi dopo il time-out di Ponticiello con Carrizo fuori misura da tre, fallo subito da Dincic che sbaglia entrambi i liberi ma Bagnoli sporca bene il tagliafuori. Napoli salva la pelle e conquista Gara tre, 67-65 il finale, Gevi avanti 2-1.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy