B SF G4 – Con un Ferri sontuoso Forlì passa a Borgosesia e si riprende il fattore campo

Tira un semi respiro di sollievo e porta il confronto fra le mura di casa. Forlì vince 73-80 a casa della Gessi Valsesia e allunga così la serie a gara 5, pur consapevole di un’avversaria che fino a due giorni fa l’ha fatta soffrire e non poco.

Commenta per primo!

Di Elena Mittino

Tira un semi respiro di sollievo e porta il confronto fra le mura di casa. Forlì vince 73-80 a casa della Gessi Valsesia e allunga così la serie a gara 5, pur consapevole di un’avversaria che fino a due giorni fa l’ha fatta soffrire e non poco. Dall’altra parte invece già definito il tabellone con un finale da cardiopalma tra Cento e Piacenza con la prima a conquistare il pass. Cadono subito all’occhio i 27 punti di Ferri (solo 14 nel primo quarto) e soprattutto il rientro di Vico, che assente da tempo, con 11 punti ha sicuramente fatto la differenza.

Valsesia in campo con Giacomelli, Giovara, Quartuccio, Zucca e Paolin; Forlìcon Rotondo, Rombaldoni, Ferri, Pignatti e Bonacini. Sono gli ospiti a provare subito a dettare legge con un Ferri particolarmente caldo e aiutato da un Rombaldoni e Rotondo che firmano lo 0-10 iniziale; in casa orange è Paolini il primo a forare la retina da 3 dopo quattro minuti di gioco, ma Forlì allunga ancora al 3-10, prima di concedere ai padroni di  casa un parziale di 8-0 (11-13); si procede a fisarmonica con ancora Ferri e poi Vico per l’11-18 prima di concedere qualche punto e chiudere 15-22. Forlì allunga fino al +14 (15-29) ed è ancora Paolin a sbloccare i compagni, sempre da 3 (18-29), ma il divario rimane e nonostante alcune rotazioni Forlì si rivela pienamente in partita mentre Valsesia, che trova tiri, non riesce in soluzione felici. Gli uomini di Garelli scappano ancora, toccano il +16 con Bonacini servito egregiamente da Ferri per il 27-43 prima di concedere ancora un mini parziale casalingo che porta il nome di Quartuccio che la spara dalla lunetta da tre e dal pitturato (34-43). E’ il terzo quarto a sancire in parte la vittoria della maggior candidata al salto di categoria:  Rotondo mette il 34-50, la Gessi non riesce a ricucire, ci provano Quartuccio e Santarossa, ma dall’altra parte non c’è nessuno che disposto a concedere (39-55); i padroni riescono a dare qualche strappo ma senza stravolgimenti (53-70). Nell’ultimo quarto emergono da un lato il cuore degli Eagles  e dall’altro la volontà di mantenere il divario costruito nei quarti precedenti. Nonostante il parziale decreti il 20-10 per i padroni di casa, le sette lunghezze stabiliscono la vittoria. La situazione si sblocca dopo due minuti con la Gessi che arriva a -9 (61-70) e Pignatti e Pederzini a commettere errori di troppo. Ferri rompe il silenzio dalla retina dopo quasi metà quarto e si riallunga in doppia cifra (61-75); Tomasini e Gatti dalla linea della carità di provano (66-75), ma Rombaldoni sentenzia (68-80) e Paolin mette gli ultimi due punti: 73-80.

Appuntamento quindi fra 72 ore, al PalaFiera Forlì per la sentenza finale.

 GESSI BORGOSESIA – UNIEURO PALLACANESTRO 2.015 FORLI’ 72-65

GESSI VALSESIA – Giacomelli , Quartuccio 13, Tomasini15, Dotti ne, Giovara3, Santarossa2, Gatti 15, Zucca 6, Giorgi, Paolin19. All. L. Pansa
UNIEURO FORLI’ – Rotondo 9, Rombaldoni7, Marsili, Ferri 27, Arrigoni7, Pederzini6, Pignatti4, Bonacini3, Vico 11, Maggio 6. All. Garelli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy