Bergamo batte Omegna sul filo di lana

Bergamo batte Omegna sul filo di lana

Dopo la vittoria conto la Mamy Oleggio di mercoledì scorso, la Paffoni perde al Pala Battisti di Verbania 65 a 70 contro la Bb14 CO.MARK Bergamo.

Commenta per primo!

Paffoni Fulgor Omegna – Co.Mark Bergamo 65 70 (16-11/34-35/52-56)

Paffoni Fulgor Omegna:Realini, Bianchi, Dagnello, Fratto, Gasparin, Arrigoni, Corral, Simoncelli, Cazzola, Barberis, Ferraris, .
All. Ghinizzardi

Bb14 CO.MARK Bergamo: Bedini, Squeo, Cazzolato, Berti, Milani, Ghersetti, Chiarello, Pullazzi, Ricci, Bautista .
All. Ciocca

Dopo la vittoria conto la Mamy Oleggio di mercoledì scorso, la Paffoni perde al Pala Battisti di Verbania 65 a 70 contro la Bb14 CO.MARK Bergamo.

Omegna schiera Simoncelli play, Gasparin guardia, Dagnello ala piccola, Arrigoni ala grande, Corral centro.
Gli ospiti rispondono con Milani play, Cazzolato guardia, Berti ala piccola, Pulazzi ala grande, Squeo centro.

Il primo quarto di partita si apre con un quattro a zero di parziale da parte della squadra ospite. Per tre minuti le due squadre non riescono a trovare la via del canestro, dimostrando una non ottimale forma fisica e una poca lucidità. Dopo più di tre minuti, Dagnello sblocca il risultato per la Paffoni, e subito dopo Simoncelli pareggia il risultato sul 4 pari. Corral fa 1 /2 dalla lunetta e porta in vantaggio la squadra rossoverde ma subito Berti contro sorpassa la Paffoni sul +1 (5-6). Gasparin risorpassa Bergamo ma Milani non lascia scappare la Paffoni e la risorpassa (7-8). Omegna allora prova un primo allungo grazie ad un parziale di 4 punti, grazie a Gasparin e Simoncelli (11-8). Ghersetti riduce lo svantaggio a -1 (11-10), ma Gasparin (1/ 2 dalla lunetta) e Dagnello allungano sul +4 (14-10). Ghersetti riaccorcia sul -3 con un 1/ 2 dalla lunetta (14-11), ma chiude il primo parziale il canestro di Dagnello che porta la Paffoni a + 5 (16-11).

Il secondo quarto si apre con un mini parziale da parte della Paffoni di 4 a 0, grazie ai canestri di Corral e Simoncelli, per il +7 Paffoni (20-13). Ghersetti prova ad accorciare lo svantaggio (20-15) ma Cazzola e Simoncelli (2/2 dalla lunetta) allungano il vantaggio a +7 (24-17). la squadra ospite però non molla e un mini parziale di 6 punti, la porta fino al -1 (24-23), con coach Ghizzinardi visibilmente contrariato per il vantaggio sprecato. Gasparin riallunga sul +3 (26-23), ma Cazzolato riporta ancora Bergamo sul -1 (26-25). 5 punti consecutivi di Arrigoni riportano la Paffoni sul +6(31-25). Pulazzi riaccorcia sul -4 (31-27), ma un gioco da tre di Arrigoni riporta Omegna sul +7(34-27). Nel finale di quarto però, la Paffoni ha un vistoso calo di concentrazione e subisce un parziale di 8 punti a 0, grazie ai canestri di Chiarello e Milano. Bergamo chiude così la prima parte di gara in vantaggio 35 a 34.
Dopo la pausa lunga le squadre rientrano in campo con alcune modifiche nei quintetti; infatti, Ghizzinardi inserisce Fratto al posto di Arrigoni, mentre il coach di Bergamo cambia e mette Ghersetti al posto di Pulazzi.

Il terzo quarto si apre con Bergamo che prova ad allunagare il vantaggio e grazie al canestro di Squeo si porta sul +3(34-37). Corral con un semi gancio accorcia sul -1(36-37), ma Ghersetti riallunga nuovamente sul +3(36-39). Fratto prova ancora a riprendere gli avversari e la partita, portando la Paffoni sul -1 (38-39), ma come aveva fatto precendentemente alla fine del secondo quarto, Omegna si addormenta si nuovo e subisce un parziale di 9 a 0, grazie ai canestri di Squeo, Cazzolato e Berti che portano Bergamo sul +10 (38-48). 5 punti di Arrigoni riportano Omegna sul -5 (43-48), ma una tripla di Milani prova a spegnere le speranze di rimonta della squadra rossoverde (43-51). Omegna però non demorde e grazie ai canestri di Fratto e Simoncelli arriva fino al -1 (52-53). Chiude il quarto una tripla di Berti allo scadere per il +4 finale (52-56). Visti i continui cambi di fronte, la partita si giocherà tutta nell’ultimo quarto di gioco.

Omegna parte subito forte nell’ultimo quarto grazie al canestro di Dagnello che la porta sul -2 (54-56). Cazzolato riallunga sul +4 (54-58), ma Realini (aggregato per gli allenamenti con la Paffoni)con un canestro da sotto e Fratto con un semi gancio impattano Bergamo sul 58 pari. La squadra ospite però reagisce subito con una tripla di Milani (58-61). Dagnello, uno dei migliori per Omegna, accorcia ancora sul -1(60-61), ma Bergamo prova l’allungo decisivo grazie ad una tripla di Berti (60-64). Un tecnico fischiato a Pulazzi, sembra poter cambiare di nuovo le carte in tavola a favore di Omegna, grazie al tiro libero segnato da Simoncelli e al canestro di Gasparin per il -1(63-64). Nell’ultimo minuto e mezzo di partita succede di tutto. Infatti, prima Berti trova l’allungo sul +3(63-66), poi Gasparin porta Omegna sul -1(65-66). Nel possesso successivo, la squadra rossoverde difende bene, ma Ghersetti trova il canestro da sotto proprio allo scadere dei 24 (65-68). Omegna avrebbe ancora la possibiltà di pareggiare, con una tripla o con un gioco da tre punti. Coach Ghersetti infatti, chiama time-out per spiegare ai suoi giocatori il suo piano di gioco. Al rientro in campo però, Simoncelli perde palla contrastato da un avversario, così Berti ha tutto il tempo di poter appoggiare al tabellone il pallone. Bergamo vince così l’amichevole contro Omegna 65 a 70.

Questa partita ha dimostrato come entrambe le squadre non abbiano ancora acquisito la condizione ottimale e come ad entrambe manchi un po di lucidità. Tutte e due la squadre avranno comunque tempo per prepararsi al meglio per l’inizio di campionato che sarà tra circa un mese. In particolare, la prossima amichevole sarà martedì 6 settembre a Castelletto Ticino per affrontare Oleggio, squadra che milita nello stesso girone della Paffoni, alle 18.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy