Bisceglie supera Pescara e pesca Maddaloni nei quarti playoff

Bisceglie supera Pescara e pesca Maddaloni nei quarti playoff

Commenta per primo!
Juan Caceres

Dodicesima vittoria consecutiva del team allenato da Pasquale Scoccimarro. Debutto per l’under Antonio Smorto.

Ambrosia Bisceglie-Amatori Pescara 77-65

Ambrosia Bisceglie: Stella 8 (1-4, 1-3), Torresi 9 (0-2, 3-5), Drigo 11 (2-5, 1-4), Caceres 14 (5-7, 0-1), Corral 13 (6-7), Cena 16 (6-6, 0-3), Gambarota 3 (1-2, 0-2), Falcone 2 (1-1, 0-1), Smorto 1, Galantino. Allenatore: Pasquale Scoccimarro.
Amatori Pescara: Rajola 9 (2-7, 1-4), Pepe 15 (3-7, 3-6), De Martino 7 (2-3, 1-6), Bini 11 (1-3, 2-4), Polonara 16 (6-9, 1-2), Di Fonzo 3 (0-1, 1-4), Di Marco 2 (1-2, 0-1), Timperi 2 (1-3, 0-3), Piscione. N.e.: Di Carmine. Allenatore: Giorgio Salvemini.
Arbitri: Tammaro di Giffoni Valle Piana (Salerno), Petrone di Fisciano (Salerno).
Parziali: 22-19; 37-39; 61-52.
Note: spettatori 700. Nessun uscito per cinque falli. Tiri da due: Bisceglie 22-34, Pescara 16-35. Tiri da tre: Bisceglie 5-19, Pescara 9-30. Tiri liberi: Bisceglie 18-22, Pescara 6-11. Rimbalzi: Bisceglie 40 (31+9, Corral 7), Pescara 24 (16+8, Polonara 10). Assist: Bisceglie 15 (Stella 4), Pescara 12 (Rajola 6).

Chiusura di stagione regolare in tutta scioltezza per l’Ambrosia Bisceglie, già certa del secondo posto nella griglia playoff. I nerazzurri di coach Pasquale Scoccimarro hanno superato l’Amatori Pescara, centrando il dodicesimo successo consecutivo. Domenica 26 aprile gara1 dei quarti con Maddaloni, sempre sul parquet del PalaDolmen.

Il match casalingo con gli abruzzesi, peraltro sicuri della quarta posizione in classifica (affronteranno Catanzaro nella serie dei quarti di finale), ha permesso allo staff tecnico di concedere spazio agli under Fabio Galantino (in campo per 11 minuti, è uscito per infortunio nell’ultimo quarto), Antonio Falcone (13 minuti) e Antonio Smorto, esterno del ’95 al debutto dopo aver terminato la sua esperienza in Legadue Silver con la maglia di Omegna. Riposo per Fenny Abassi e Christian Vitanostra.

Ottimo scatto dei padroni di casa (15-4 dopo 4 minuti, 19-7 al 6°), cui Pescara ha controbattuto riavvicinandosi sul finire del primo periodo e impattando a quota 22 a inizio seconda frazione. Contatto stretto fino all’intervallo lungo, pur coi nerazzurri sempre in vantaggio fino al break griffato dall’intramontabile 43enne Stefano Rajola: 6-0 e Pescara sul +2 a metà gara.

Terzo quarto di marca biscegliese: parziale di 24-13 firmato da Juan Caceres, Enzo Cena (top scorer dell’incontro pur partendo dalla panchina) e Mathias Drigo. Un canestro dalla linea di centrocampo dell’ala palermitna sul suono della sirena ha virtualmente chiuso la sfida.

I biancorossi di coach Giorgio Salvemini sono riusciti a risalire fino al -5 (61-56 al 32°): Cena, una tripla di Torresi e ancora Drigo (2-2 dalla lunetta) hanno spinto l’Ambrosia al massimo divario (74-60) in un’atmosfera di assoluta rilassatezza che sarà molto presto spazzata via dall’adrenalina playoff.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy