C F6 F: Tarcento è domata, la Vis Nova Roma vince la Coppa Italia

C F6 F: Tarcento è domata, la Vis Nova Roma vince la Coppa Italia

Una vittoria strappata alla sorte ad una Tarcento indomita. La prima finale della IG Cup 2016, valevole per l’assegnazione della Coppa Italia di Serie C, termina con un vincitore romano: la Vis Nova Simply Francesco Argenti.

Una vittoria strappata alla sorte ad una Tarcento indomita. La prima finale della IG Cup 2016, valevole per l’assegnazione della Coppa Italia di Serie C, termina con un vincitore romano: la Vis Nova Simply Francesco Argenti.

La prima realizzazione dai 6 e 75, dopo un minuto, viene messa a segno da Federico Bellina. La risposta di Barraco e l’esperienza di Coronini non bastano a fermare Munini che trova la via per il canestro. Ci pensa Rossetti ad appianare la situazione 5 pari a due minuti dall’inizio del tempo. Le squadre giocano in maniera “confusamente” equilibrata e a metà del tempo la situazione è 7 pari. Vis Nova lascia troppo spazio a Tarcento, perde qualche possibilità di finalizzare e non riesce a spingere sull’acceleratore. Qualche palla persa e troppo poca presenza ai rimbalzi in attacco consentono a Tarcento di recuperare possessi che, in ogni caso, non riescono a finalizzare. Questo primo parziale, veramente confuso, si chiude in parità 9.

Uno spettacolare passaggio nolook di Bellina su Munini, che non finalizza, è il prologo della seconda frazione di gioco. La sorte aiuta la Vis Nova che, in due minuti, realizza 7 punti con una tripla di Rossetti, due punti di Moscianese e due punti di Gori, concedendo solo due misure a Tarcento. La squadra romana prende 5 importantissimi punti di vantaggio (16 ad 11) a poco più di tre minuti di gioco. Il pareggio di Tarcento arriva inesorabile. 16 pari a metà del tempo. Si spende Bertoldo al servizio della squadra per recuperare possessi. Rossetti e Napolitano mettono a segno due triple determinanti, ma Munini non si fa attendere dai 6 e 75. A 100 secondi dall’intervallo lungo il punteggio è 24 a 21. Il solito Rossetti (che chiude la prima parte della gara con 12 punti personali) infila una tripla provvidenziale. Il fallo di Coronini sul tiro di Bellina all’ultimo secondo di gioco, manda l’avversario in lunetta che realizza 2/2. Il tempo termina 27 a 25.

Il solito Bellina si fa autore dell’azione che inaugura il tempo. Una tripla e Tarcento supera la Vis Nova. Le squadre, complice la tensione da finale, commettono troppi errori e distrazioni. Francesco Argenti risponde al fuoco di Bellina con la stessa arma e il punteggio a tre minuti dall’inizio del tempo, è 30 a 28. Tarcento non si da per vinta. Nemmeno quando Argenti segna altri due punti. Gaspardo piazza una tripla a metà del tempo di gioco che riporta la situazione 32 a 31. Uno stallo confuso in cui nessuna delle due sfidanti riesce a trovare la soluzione giusta per risolvere la pratica. La seconda parte del tempo è sicuramente caratterizzata da un equilibrio maggiore in cui si lasciano da parte le tensioni e si gestisce il gioco in maniera più pulita e costante. Una bella penetrazione con un gancio in sospensione di Argenti ed un gioco da 2 + 1 di Gori riportano la Vis Nova in vantaggio 41 a 36 quando mancano pochi secondi al termine del terzo parziale. Ma l’asso nella manica di Tarcento è Baccino che realizza i suoi primi due punti e chiude il tempo 41 a 38.

Filippo Bertoldo, appena entrato in campo, regala una tripla, alla sua maniera, alla Vis Nova. Tarcento risponde con Silvestri e Munini. Qualcosa succede. Il capitano romano prende la squadra sulle sue spalle e realizza 4 punti che, aggiunti ai due liberi di Rossetti, recuperati con un antisportivo di Accardo, portano la Vis al massimo vantaggio +8 a tre minuti dall’inizio del tempo (50 a 42). E Roma non concede spazio a Tarcento che appare più stanca. Bertoldo ne approfitta e penetra in sospensione: 52 a 44 a metà del tempo.

La sorte si abbatte su Tarcento e su di un tavolo della tribuna stampa (il mio personale).

Il tecnico e l’espulsione di Coach Andriola per Tarcento, concedono alla Vis Nova di prendere il largo con tranquillità. 3 liberi di Rossetti portano 58 a 44 con un vantaggio +14 in favore della squadra romana. mancano 3 minuti al termine. Tarcento cerca di colmare il gap ma il tempo è inesorabile. La Coppa Italia Serie C viene alzata al cielo dai ragazzi di Coach Ravaioli tra la gioia e la commozione di questi 12 ragazzi romani con tanta grinta e carattere e cuore da vendere!

VIS NOVA Simply Francesco Argenti vs TARCENTO Fluyd System 80

Parziali : (9-9; 27-25; 41-38; 62-49)

VIS NOVA Simply Francesco Argenti: Rossetti 18, Moscianese 2, Gori 8, Procaccio 2, Caldarozzi, Bertoldo 7, Coronini 3, Argenti 9, Napolitano 7, Casoni, Saccone, Barraco 6. Coach : Marco Ravaioli

TARCENTO Fluyd System 80: Barazzutti, Baccino 4, Sbicego, Zuliani, Vidani 7, Munini 9, Ferracin, Silvestri 4, Gaspardo 7, Bellina 16, Accardo 2. Coach : Alberto Andriola

Fotogallery a cura di Andrea Marocco e Fabrizio Di Falco

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy