C GOLD UFFICIALE – La Sanse ha il suo play: ingaggiato l’ex Maddaloni De Vincenzo

C GOLD UFFICIALE – La Sanse ha il suo play: ingaggiato l’ex Maddaloni De Vincenzo

La Tedeschi Sansebasket comunica di aver raggiunto un accordo annuale con il play/guardia Giangiacomo De Vincenzo.

Commenta per primo!

La Tedeschi Sansebasket comunica di aver raggiunto un accordo annuale con il play/guardia Giangiacomo De Vincenzo.

“Jay Jay” (come ama farsi soprannominare) è un classe 1994, alto 190cm, che lo scorso anno ha collezionato 26 presenze nel S. Michele Maddaloni, in serie B (Girone C), con una media di 11.58 punti a partita con buone percentuali al tiro (61% da 2 e 37% da 3), con una media di valutazione di 9.5.
Prima di approdare a Maddaloni, JJ ha militato nell’Amatori Pescara (2015/2016 serie B dove è arrivato a disputare la finale promozione), nel Trapani (2014/2015 A2) dopo aver disputato il campionato di DNB nel Lanciano (2013/2014), dove di fatto esplode con 30 presenze a 11 punti di media e 16 nei playoff, culminati con una clamorosa prestazione contro Scafati (27 p) nella semifinale sul “difficile” campo campano.
Il suo esordio, nei campionati Senior, avviene nel 2010/2011 nell’Accademia Britannica Campobasso (Serie B Dilettanti) a soli 17 anni.
E’ un play/guardia con grande talento tecnico (soprattutto offensivo) e sfrontatezza. Grande abilità nel 1vs1 e nel ball-handling, ma anche con un buon tiro da fuori. Ha fatto parte della nazionale italiana di Streetball (3 contro 3).

Queste le prime parole di di JJ da #MenInGreen:
“Sono molto contento della chiamata di Cremona e non vedo l’ora di iniziare con la Sanse. Stavo cercando nuovi stimoli per rilanciarmi e la scelta di venire in Lombardia, in un campionato dove non conosco nessuno e nessuno mi conosce mi ha affascinato da subito. Mi ritengo una “combo-guard” con buon possesso di palla, visto che sono cresciuto da play sin da piccolo, anche se questo limita un po’ l’esplosività che posso dare da guardia. Ho parlato con il coach e ho trovato subito una coesione sulla visione del gioco, molto più simile a quella che ho affrontato a Trapani in A2 che negli ultimi anni, e che mi piace molto; molta velocità, corsa e transizione, armi che sono mie.
Nelle chiamate con Paolo (Coccoli) e Stefano (Generali) ho già sentito la squadra e la città come una famiglia e quindi conto i giorni che mancano al raduno con la voglia di cominciare, sperando di poter dare un grosso contributo alla squadra.”

Ufficio stampa Sansebasket ASD

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy