QF B F8 – Omegna manda al tappeto Pescara e stacca il pass per la semifinale

QF B F8 – Omegna manda al tappeto Pescara e stacca il pass per la semifinale

Omegna e Pescara danno vita ad una partita stupenda. La Fulgor inizia forte e si porta sul 14-0 a metà primo periodo ma l’Amatori Pescara reagisce e trova il primo vantaggio a fine primo tempo. Secondo tempo giocato sul filo dell’equilibrio e deciso dalle giocate di Balanzoni che trascina Omegna in semifinale, con il 73-70 finale.

di Federico Di Domenico

Il terzo quarto di finale è quello che vede opposte la Fulgor Omegna (qualificata come prima del girone A), e l’Amatori Unibasket Pescara (qualificata come seconda del girone C). Entrambe le squadre arrivano a questo appuntamento in quello che non è proprio un gran momento di forma. Omegna è tornata alla vittoria nell’ultimo turno contro Varese, riscattandosi dalle tre sconfitte consecutive precedenti. Pescara viene da due vittorie consecutive, prima delle quali come Omegna aveva raccolto zero punti in tre partite, comprese le sconfitte negli scontri diretti contro San Severo e Chieti. L’Amatori Pescara ha obiettivi ambiziosi e lo ha dimostrato sul mercato nelle ultime due settimane, firmando under importanti per la categoria come Flavio Gay e Luca Pedrazzani. Le due squadre si affrontarono ai quarti di finale anche lo scorso anno, quando Omegna ebbe la meglio approdando in semifinale.

Pescara inizia il match con il quintetto composto da Caverni, Carpanzano, Leonzio, Micevic e Capitanelli. Omegna si affida a Grande, Balanzoni, D’Alessandro, Bruno e Arrigoni. Avvio sprint per Omegna che si porta sul 8-0 dopo due minuti grazie a quattro canestri nati tutti dal post basso. Pescara perde una palla sanguinosa sulla rimessa, Balanzoni firma il 10-0 dalla media costringendo coach Raiola al time-out dopo quattro minuti di gioco. Al ritorno in campo l’inerzia del match non cambia, Grande mette a segno il 12-0 e Pescara continua a fare una fatica immensa in attacco. A metà del primo periodo l’Amatori ancora non smuove lo zero dal tabellone, Balanzoni ne approfitta e da sotto segna il 14-0. Gay segna la bomba del 14-3, primo canestro che permette a Pescara di entrare in partita dopo 6 minuti di gioco. Entrambe le squadre continuano ad essere molto imprecise al tiro e Pescara, con i canestri di Serafini e Potì, ne approfitta per riavvicinarsi fino al 18-10 con cui si chiude il primo periodo.
In avvio di secondo periodo Leonzio e Potì portano Pescara fino al -5, 19-14. Pescara commette 5 falli in poco più di un minuto e la partita si scalda, con gli Abruzzesi che nonostante i discutibili fischi subiti riescono a rimanere a contatto. Serafini dopo 2’40” firma il 21-16 e Omegna chiama time-out per invertire l’inerzia. In uscita da time-out Pescara passa a zona per fronteggiare il problema falli ma Serafini commette un antisportivo che permette a Omegna di tornare sul 25-16 con 4 punti consecutivi di Arrigoni. Micevic con un gioco da tre punti riporta definitivamente in partita Pescara firmando il 25-22 a metà del secondo quarto. Cantone con una tripla rimette due possessi di distanza tra le squadre sul 28-22. Omegna tenta la fuga ma Caverni sale in cattedra e con 6 punti consecutivi porta Pescara sul -2, 30-28. Samoggia firma il 32-28 costringendo coach Rajola al time-out. Micevic dalla lunetta riporta Pescara a -2, che diventa parità sul 35-35 grazie a una penetrazione di Leonzio a 25” dal termine del primo tempo. Allo scadere Carpanzano fa 2/2 dalla lunetta e Pescara chiude addirittura in vantaggio il primo tempo sul 35-37, primo vantaggio del match per gli Abruzzesi.
Potì inaugura il secondo tempo con 5 punti consecutivi per il 42-35 Pescara dopo poco più di un minuto. Arrigoni commette il quarto fallo mettendo ancora di più nei guai Omegna. In avvio di terzo periodo entrambe le squadre riescono a trovare abbastanza facilmente la via del canestro, Micevic e Leonzio tentano l’allungo ma Arrigoni, letteralmente scatenato nella metà campo offensiva, risponde botta su botta e il distacco resta sempre intorno ai due possessi pieni. Sul 48-44 in favore di Pescara Omegna perde per infortunio Arrigoni, ed è una perdita pesantissima per la Paffoni, che riesce comunque a riportarsi sul -2 con Grande, 48-46. Serafini e Carpanzano riportano l’Amatori sul 52-46 a 2’37”dalla fine del terzo periodo, con la panchina della Fulgor che chiama un time-out obbligato per restare in scia. Un gioco da tre punti di D’Alessandro rimette un solo possesso di distanza tra le squadre, Carpanzano commette un antisportivo e Omegna ne approfitta riportandosi avanti sul 53-52 con la tripla di Scali in chiusura di terzo periodo.

Anche il quarto periodo si apre con una tripla di Potì, Pedrazzani lo imita dalla media, Gay segna da sotto dopo un rimbalzo in attacco e Pescara si riporta sul +6 dopo 2’24”. Arrigoni nonostante faccia fatica anche a camminare rientra sul parquet e mette a segno la tripla del -3. Grande segna da sotto per il 58-59 tenendo la partita assolutamente aperta. Omegna rimette il naso avanti sul 61-60 con la tripla di Grande a 6’00” dalla fine del match. Caverni non ci sta e risponde dalla media riportando avanti Pescara. Omegna aumenta l’intensità difensiva e torna in vantaggio con una schiacciata di Balanzoni, a cui risponde Potì che da sotto segna il 63-64 a 3’30” dalla sirena finale. Ancora un immenso Balanzoni segna da sotto, stoppa Potì e poi manda a segno il canestro del 67-64 a 1’55” dalla fine della partita. Un indomito Potì pareggia dall’arco ma Omegna, Cantone e Balanzoni confezionano un 5-0 di parziale che vale il momentaneo 71-67, ma Pescara non si arrende e a 8” dal termine Caverni segna la tripla del 71-70. Samoggi in lunetta segna i liberi del 73-70 a 3” dal termine, Gay sbaglia il tiro del pareggio e Omegna stacca il pass per la semifinale.

FULGOR OMEGNA-AMATORI PESCARA 73-70 (18-10, 35-37, 53-52)

OMEGNA: Balanzoni 21, Scali 3, Grande 11, Samoggia 4, Cantone 8, Bruno, D’alessandro 7, Arrigoni 19.
PESCARA: Gay 5, Pedrazzani 2, Leonzio 6, Potì 22, Capitanelli 2, Micevic 11, Carpanzano 4, Serafini 6, Caverni 12.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy