DNB – 7a Giornata, il recap del Girone A

DNB – 7a Giornata, il recap del Girone A

Commenta per primo!

Aspettando Montecatini- Tortona si è giocato il resto di questa 7a giornata con il gruppo di testa che consta di Cecina, Empoli e Fortitudo, con le vittime Livorno e Pavia che inseguono. Alessandria sempre più ultima e con bisogno di punti.

Non si ferma la FOrtitudo che mette la quarta e espugna il campo di PIacenza. Una partita non facile per i ragazzi di Tinti, che però con personalità e voglia sono riusciti a tenere, dopo il primo quarto, il comando della gara, grazie a ottime prove specialmente di Venturelli e Spizzichini. La difesa Piacentina è concentrata su Caroldi e allora ci pensano gli “altri” a fare il passo in avanti e permettere ai Bolognesi di battere una piacenza sempre in gara guidata da un impeccabile Italiano (22 punti, 5/5, 4/4).

Torna la schiacciasassi di inizio campionato Cecina che spazza via per 3/4 di gara un CUS mai veramente in partita. Guardacaso torna a ruggire sottocanestro Capitanelli, e con lui anche Sanna, e Cecina, salvo una piccola pausa a cavallo della seconda sirena, è in controllo. I Toscani vanno avanti anche di 20 punti, e Torino prova un ultimo disperato assalto che quasi riesce, ma ci pensa Sanna a spegnere ogni residua goccia disperanza per un CUS sicuramente rimandato.

Ordinaria amministrazione per Cento nella partita casalinga in cui ospitano l’ABC Castelfiorentino: nonostante una partenza migliore dei ragazzi di Angelucci Cento resta tranquilla e dopo iniziale equilibrio piazza a cavall odella prima sirena il break che li porta sul 28-15 al 10′. Castello però non si arrende e, con una incredibile striscia di triple, chiude il secondo quarto a -1. Cento però rientra forte e risponde ai tentativi dell’ABC, riportandosi sul +16 e chiudere la pratica a fine terzo periodo con l’ottimo Di Trani.

Vince con riserve Piombino, in casa contro un’Alessandria in crisi. La gara non è delle più belle con errori di entrambi i quintetti, con un parziale locale di 12-0 che setta il punteggio di fine primo periodo a 14-6 (!). Secondo quarto che vede un diverso piglio, con Grilli e Pavone che migliorano le percentuali e fanno un parziale di 13-0. Controparziale dei livornesi e ancora vantaggio dei padroni di casa alla pausa lunga (26-24). A metà terzo periodo Alessandria tenta di mettere la freccia e va avanti 36-40 a fine terzo periodo. Il quarto periodo non è migliore e infatti ALessandria segna 2 canestri in 6 minuti, con Piombino che a fatica si riporta in vantaggio. Dopo 3 liberi per Salvatore che portano a -3 gli ospiti, Iannilli a rimbalzo offensivo sull’errore in lunetta di Biancani chiude un match che, per essere eufemistici, non è stato dei più spettacolari.

Non è della partita Gigena e allora Mortara riesce nell’impresa: prima sconfitta interna per Livorno. Ottimo il primo quarto dei ragazzi di Zanellati che riescono a bucare la difesa labronica con 30 punti e la freccia messa per questo match. In assenza di Gigena è Sanguinetti a prendersi l’onere del comando e riporta sotto i suoi. Mortara riesce però a controllare e non perdere mai la testa e con Cavallaro, Mossi e Manuelli porta a casa una grande, grandissima vittoria.

Bella vittoria anche per i toscani di Empoli che riescono a respingere l’assalto Pavese, con gli ospiti che partono forte, ma il primo quarto è poi tutto di Empoli con un parzialone che riporta i padroni di casa in cabina di comando. Nel secondo quarto è Empoli a incrementare il gap e portarsi, alla seconda sirena, sul +11. Pavia c’è e con Politi e Degrada arriva a sfiorare il pareggio, ma Empoli resiste e torna a +7. Falsa riga questa anche dell’ultima frazione con Pavia sempre vicinissimo ma mai in grado di pareggiare con l’Use che dimostra carattere e personalità e, se c’era da ricordarlo, si conferma nel gruppo di testa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy