DNB-A: Cecina espugna Piombino nel recupero, sei squadre in testa

DNB-A: Cecina espugna Piombino nel recupero, sei squadre in testa

Commenta per primo!

Partita molto intensa ed equilibrata, decisa , almeno dal mio punto di vista, da due momenti topici, da due situazioni similari, finale dei primi due quarti e il finale di partita, entrambe le volte sono stati commessi errori grossolani nella gestione della rimessa.

Ma andiamo con ordine, primo quarto con Cecina in campo con Bruni , Del Testa, Sanna, Fratto e Capitanelli, Piombino solito quintetto, i titolarissimi Biancani, Iardella, Modica , Iannilli e con Guerrieri al posto del lungodegente Magnani. Primo quarto equilibrato, almeno nella parte iniziale, con Iannilli e Capitanelli, 8 punti il primo e 7 il secondo, in questo quarto, che ingaggiano un duello duro e appassionante, con Sanna che spara da tutte le posizioni, ma nonostante i 6 punti sbaglia abbastanza(3 su 7), per Piombino completano lo score 5 punti di Iardella e 6 di Modica. Le migliori percentuali al tiro dal campo di Piombino fanno la differenza, 64% per i locali e 44% per gli ospiti, nel finale del quarto Piombino allunga e chiude a più 6, 21 a 15, sembra che la decisione controversa della federazione sul punteggio di ripartenza sia stata inutile, stessa divario del momento della prima sospensione.

A sorpresa nel corso del secondo quarto Mister Bini schiera quasi tutta la panca, per molti minuti,sembra una scelta un po´ azzardata, ma evidentemente Piombino è squadra e anche i cosiddetti rincalzi buttano il cuore oltre l´ostacolo e portano il vantaggio del Basket Golfo fino a più 11, 33 a22 al 6° minuto e 30, ma a 3 e 07 dalla pausa lunga il primo grande errore, Bianchi in contropiede, senza pressione alcuna sbaglia il canestro del più 13, rientrano i titolari e si arriva a 44 secondi dal temine sul più 12, Iardella sbaglia da tre e a 38 secondi dal termine siamo 38 a 27 e rimessa per Piombino, e qui succede il patatrac, rimessa mal gestita dal Piombino con Modica che frettolosamente lancia lungo, Iardella perde la palla subendo forse anche fallo, Guerrieri sul recupero di Cecina lo commette e sulle proteste, peraltro moderate, di Bini gli arbitri fischiano il tecnico, quattro tiri e palla a Cecina che piazza un 8 a 0 che riapre il match, 38 a 35.

Nel terzo quarto, dopo una paio di minuti dove il punteggio si mantiene in equilibrio, Cecina trova la vena nel tiro da tre e con quattro bombe consecutive,del Testa, Sanna due volte e Fratto, piazza un 12 a 0 che la porta da meno 5 a più 7 a 4 minuti dalla pausa breve, l´inerzia della partita gira dalla parte di Cecina che arriva a 2 dal termine anche a più 9, sul 46 a 55, mazzata che stroncherebbe le gambe anche ad un elefante, ma I gialloblù reagiscono e nel finale Iannilli e Iardella ci mettono una pezza, si va così all´ultima pausa sul 51 a 55, partita ancora apertissima.

Nell´ultimo quarto, moltissimi errori da entrambe le parti , con Cecina che esaurisce la vena aurifera del tiro dalla distanza e fa 0 su 5, i distacchi, con variazioni minime, si mantengono sui livelli della fine del terzo quarto fino a 6 e 40 dalla sirena, Biancani piazza una bomba e porta i piombinesi a meno 3, 57 a 60, è il segnale che Piombino c´è ancora, ma la possibile svolta avviene su una palla persa da Sanna, dove viene fischiato un tecnico alla panchina rossoblù per proteste e Modica con un 4 su 4 dalla lunetta e un canestro da sotto, dopo rimbalzo offensivo di Iardella, firma il sorpasso, 65 a 64 a 2 e 30 dalla fine. Nel convulso finale Biancani sbaglia da tre, del Testa sbaglia da due, ma poi realizza un tiro libero su due che riporta sul 65 pari, time out Piombino, si riparte con la rimessa in attacco con 49´ da giocare, Bianchi, come in precedenza aveva fatto Modica, rimette lungo , stavolta sotto un tabellone avversario ben presidiato, dove Modica non riesce a prendere la palla, azione di rimessa di Cecina e Rischia con estrema freddezza in arresto e tiro piazza il 65 a 67, ultima azione per Piombino con 13 secondi a disposizione , la palla arriva a Modica libero sulla linea da tre, l´ala decide di non tirare e prova ad avvicinarsi, ma trova un pronto raddoppio avversario, che lo fa tirare in condizioni difficili, palla lontana dal canestro e partita finita.

Piombino perde una sfida delicata e si trova ora a fare i conti, con una classifica deficitaria, uno scontro per l´ultimo posto con Alessandria domenica prossima, da vincere a qualunque costo e un calendario a seguire davvero terribile, le trasferte a Pavia, Bologna ed Empoli, il fortissimo Derthona fra le mura amiche e la sola partita con Mortara in casa fra tre domeniche a dargli, forse, respiro. Ma la squadra al di là degli errori singoli ha dimostrato grande carattere e voglia di lottare, abbiamo visto uscire dal campo tutti i giocatori sfiniti e un grande Iannilli arrabbiatissimo per la sconfitta, un gruppo che pian piano si sta cementando, nonostante assenze di peso come Franceschini e Magnani, se questi ragazzi metteranno la stessa determinazione di ieri, magari con un pizzico di qualità e di lucidità in più in certi momenti, potranno regalarci qualche sorpresa, in questo ciclo terribile che ci aspetta, quindi guai a mollare, mettiamo da parte Cecina e, come diceva Guccini anche le critiche “vado avanti e non mi svesto degli abiti che son solito portare, ho tante cose ancor da raccontare e a c..o tutto il resto.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy