DNB EXCLUSIVE: La Fortitudo ingrana e passa a Piacenza

DNB EXCLUSIVE: La Fortitudo ingrana e passa a Piacenza

Commenta per primo!

Quarta vittoria consecutiva per la Fortitudo Tulipano che davanti ai 1500 del Pala Franzanti di Piacenza batte la Pallacanestro Picentina 69 – 78. Parziali: (21-19) (36-38) (53-57)

Pall. Piacentina – Fortitudo Pallacanestro 69-78 (21-19, 15-19, 17-21, 16-21)

Pall. Piacentina: Gambolati 10 (3/5, 0/1), Rombaldoni 4 (1/7, 0/3), Zampolli 16 (2/6, 3/5), Massari, Bonaiuti 5 (1/4, 1/5), Italiano 22 (5/5, 4/4), Speronello 6 (2/6 da tre), Garofalo 6 (3/7, 0/3) N.E.: Antonini, Mazzocchi

Tiri Liberi: 9/10 – Rimbalzi: 28 15+13 (Gambolati 8) – Assist: 8 (Gambolati, Rombaldoni, Zampolli, Bonaiuti 2)

Fortitudo Pallacanestro: Caroldi 9 (1/1, 0/1), Fin 3 (1/2 da tre), De Min 12 (3/6, 2/3), De Ruvo 5 (1/2, 1/1), Spizzichini 16 (8/12, 0/2), Pederzini 10 (5/7, 0/3), Sabatini 7 (3/4, 0/1), Venturelli 16 (4/5, 2/5) N.E.: Seravalli, Bartolozzi

Tiri Liberi: 10/18 – Rimbalzi: 29 22+7 (De Min, Spizzichini 6) – Assist: 13 (Caroldi 5)

Arbitri:Rossetti,Di Franco

Le parole a fine gara di coach Tinti:

“Dovevamo essere più cinici nel finale del 2° quarto che dovevamo chiudere con un vantaggio più ampio. Nei primi 2 quarti siamo andati male sui rimbalzi difensivi ma Piacenza è una squadra fisica ed esperta. Loro hanno iniziato il 3° quarto sulla spinta finale del 2°,  noi non ci siamo fatti trovare pronti sulla difesa a uomo ma poi siamo andati bene sulla zona 2-3   che abbiamo gestito con autorità mettendoli in difficoltà: hanno sbagliato qualche tiro. La cosa che mi fa più piacere sono i 69 punti subiti: vincere in trasferta facendo tanti punti non è facile, devi tenere la squadra di casa minimo sotto i 70 punti, ci siamo riusciti, un’altra tappa. Dopo le recenti vittorie non sapevo come avrebbe reagito la squadra agli elogi: temevo avesse la pancia piena ma  ho visto che abbiamo ancora motivazioni e il pubblico ci dà una mano.

De Ruvo ha cambiato l’inerzia della gara? Finalmente Mattia ha fatto quello che è nelle sue possibilità, dopo l’esordio ci sono state 2 gare in cui la squadra ha giocato male e lui ha pagato le rotazioni ma è un ragazzo importante, con un ruolo difficile perché ora Pederzini di cui è il cambio si sta rivelando duttile e completo ed è difficile di togliere dal campo.

Ti aspettavi Bonaiuti su Caroldi? Sì, mi aspettavo anche Garofalo su Venturelli, Coppeta ha giocatori reattivi e fisici quindi sapevo che non lo avrebbe messo su un attaccante ma Mattia è stato tranquillo e nel finale si è vista la sua impronta da leader”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy