DNB EXCLUSIVE: Treviso non stecca più, anche l’Urania fuori gioco al PalaCicogna

DNB EXCLUSIVE: Treviso non stecca più, anche l’Urania fuori gioco al PalaCicogna

Commenta per primo!

TVB torna a casa dopo la prima vittoria esterna e al PalaCicogna è spettacolo puro da parte della De’ Longhi che infiamma il pubblico giocando nei primi minuti del match con l’Urania Milano un basket autoritario e spettacolare che fa andare in visibilio i 900 accorsi a Ponzano. Si gioca con ospiti d’eccezione nel parterre, a fianco di Vazzoler e Pittis infatti ci sono l’ex GM Claudio Coldebella, DG della Lega Nazionale Pallacanestro, e Maurizio Gherardini, neo “ministro degli esteri” degli Oklahoma City Thunder, e c’e’ anche uno dei capitani storici, Denis Marconato che negli ultimi tempi si allena proprio con i ragazzi di Bjedov.
Si parte come detto di gran carriera, con la squadra biancoceleste che inizia con una bomba di Mestrello e firma subito un perentorio 7-0 iniziale, mordendo in difesa con Cazzolato gran “segugio” di palloni rubati agli esterni avversari, e la coppia Prandin-Gatto micidiali finalizzatori. Al 3′ il primo canestro dei milanesi con Torgano (da tre), ma la De’ Longhi è torrenziale. Contropiede a go’ go’, spettacolo in difesa e nel gioco veloce, e quando si va a metà campo ci pensa il gioco interno di Raminelli e del capitano: 20-3 al 6′ con il contropiede del giovane Masocco, poi qualche segnale da parte dell’Urania con Resca e Paleari, che consente ai milanesi di ridurre il gap fino al 22-11 del 10′.
L’Urania si dimostra squadra tosta come da previsioni, e con la difesa a zona e le incursioni di Chiragarula approfitta di un passaggio a vuoto dei trevigiani per rientrare con un parziale di 10-0 a cavallo dei primi due quarti, e al 13′ il vantaggio è più che dimezzato grazie soprattutto a un ottimo Resca (22-17), con coach Bjedov costretto al time out. Risponde subito Bobo Prandin, in periodo di grazia, con la tripla del 25-17, poi capitan Gatto dalla lunetta, e al 15′ è +8 (27-19). La mancanza di Vedovato (influenza) rende un po’ corta la rotazione dei lunghi di TVB, che sembra un po’ in debito d’ossigeno quando Chiragarula sfreccia in contropiede per il 27-21 al 17′. L’attacco trevigiano non trova piu’ le soluzioni veloci dei primi minuti e la gara diventa più “sporca” a metà campo, buon per TVB che la percentuale da tre è buona (4/7 al 20′). Raminelli e Cazzolato segnano da vicino e al 18′ è di nuovo +9 (31-22). Matteo Raminelli fa il terzo fallo su De Bettin, ma dall’altra parte Maestrello in transizione mette la tripla del +10 (34-24). Si va al riposo con un rinnovato entusiasmo su un meritato 36-24 per la De’ Longhi. Prandin al 20′ ha 11 punti, Gatto 9 + 7 rimbalzi, Cazzolato ben 6 recuperi, Resca 11 punti per Milano.

In avvio di terzo quarto arriva la doccia fredda del quarto fallo di Raminelli, l’unico pivot disponibile stasera per la De’ Longhi, ne approfittano Paleari e Resca che trovano spazi sottocanestro, poi De Bettin ruba palla e completa un parziale di 8-3 per l’Urania che torna vicina (39-32) al 25′, time out della panchina trevigiana. Match che si fa difficile, l’Urania difende duro e inceppa i meccanismi d’attacco trevigiano. Si fa vedere anche Cortesi che rilancia TVB a +11 (43-32), mentre Ivan Gatto, lo “zar” di Treviso, infiamma un pubblico sempre caldissimo con i suoi rimbalzi (saranno 11 alla fine, piu’ 17 punti) e la sua circolazione di palla contro la zona ospite: Maestrello mette la sua terza e quarta bomba (17 punti con 5/7 alla fine!) e con le triple dello jesolano la De’ Longhi allunga a +17 (49-32) al 27′. Ora la difesa di Treviso è quella giusta e la palla gira bene in attacco anche contro la difesa schierata. Al 30′ è +15, 51-36.
Ultimo periodo con la De’ Longhi, ancora con il quintetto piccolo (Gatto da pivot), l’Urania è squadra conosciuta per la pericolosità da tre, e infatti con un paio di triple “ignoranti” del bomber Bianchi torna a -9 (56-47), risponde Cortesi per il +11, poi il “solito” Prandin ( per lui 19 punti, 6/11 dal campo e ancora 100%, 6/6 ai liberi) alla fine, altra bella prestazione) e arriva anche al 34′ il quarto fallo di Paleari, il piu’ pericoloso tra i lunghi ospiti. Al 35′ la gara è ancora lungi dall’essere in cassaforte, i giovani dell’Urania giocano all’arrembaggio e al 36′ sono ancora lì (60-53), c’è da soffrire per Maestrello e compagni. Rientra Raminelli per dare fisicità al gioco interno di Treviso, poi Cazzolato ritrova una bella entratona per il 62-53 al 37′, time out milanese. Ancora Bobo Prandin, faro dell’attacco trevigiano, dà consistenza all’attacco trevigiano e con lui Nik Cazzolato (grande gara con 10 punti, 5 rimbalzi, 7 recuperi e 4 assist) , a 1’30” dalla fine è +10 (68-58) e nonostante l’Urania continui a provarci con le estemporanee soluzioni da lontanissimo, la De’ Longhi con Raminelli che schiaccia puo’ festeggiare la terza vittoria in fila che continua una striscia positiva importante. Sabato prossimo trasferta a Spilimbergo, e domani sera a La Ghirada invece bella sfida dal sapore antico tra gli Under 19 della De’ Longhi Paideia e i pari età della Fortitudo Bologna.

Fotogallery a cura di Alessandro Marchesin

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy