DNB Market Daily News 30/07: Zampolli-Piacenza, Bei-Spillimbergo, Nobile a Montegranaro

DNB Market Daily News 30/07: Zampolli-Piacenza, Bei-Spillimbergo, Nobile a Montegranaro

Commenta per primo!

QUI BERNALDA Sono 10 gli anni militanza nella Cestistica Bernalda di Roberto Russo, il più longevo dei capitani. Il 32enne maddalonese di nascita, ma bernaldese d’adozione, può, a tutti gli effetti, essere considerato una delle migliori guardie dell’intera DNB, essendo risultato negli ultimi anni sempre ai primissimi posti nella classifica dei marcatori in tutti i gironi. Contropiedista micidiale, Russo è in grado di attaccare il ferro in qualsiasi situazione di gioco, sia a difesa schierata che in situazioni di inferiorità numerica oltre che in precario equilibrio. La sua determinazione , la sua volontà e le ottime capacità cestistiche lo hanno portato ad essere l’unico vero beniamino dei tifosi bernaldesi di qualsiasi età . Lo scorso anno, nonostante l’infortunio al ginocchio rimediato nel vittorioso incontro con Monteroni, ha avuto cifre importanti: nella sola regular season ha realizzato 481 punti con una percentuale del 53% da 2, del 36% da 3 e uno strabiliante 79% nei tiri liberi, segno di una forte crescita in questo fondamentale. Dopo questa ufficializzazione di capitan Russo, la società comunicherà nei prossimi giorni altre conferme e i volti nuovi che comporranno il roster 2013-2014. Nell’attesa di queste novità, auguriamo a Roberto un altro anno di grandi successi sportivi e personali. QUI CENTO Alberto Mabilia è a tutti gli effetti un giocatore della Tramec: a darne l’annuncio è stato il direttore sportivo dei biancorossi, il Dottor Gianfranco Salvi, nella tarda serata di Domenica. Nato a Bassano del Grappa (VI) il 02/01/1993, Mabilia è un playmaker cresciuto nel settore giovanile di Marostica, con cui debutta in DNB nel 2008/2009. Entrato in pianta stabile nel giro delle nazionali di categoria, Mabilia si guadagna spazio in rotazione fino a ritrovarsi titolare della cabina di regia dei veneti ad appena 18 anni. Le sue cifre migliorano fino al 2011/2012, quando viaggia a oltre 7 punti in 23 minuti di media a partita. Nel 2012 passa a Ostuni, dove parte da cambio del playmaker titolare ma durante il campionato il suo minutaggio cresce progressivamente arrivando a superare i 30’ in ben sei occasioni, con numeri che sfiorano quelli registrati l’anno prima. Terminata la stagione partecipa a un allenamento coi biancorossi in cui mette in evidenza tutte le sue qualità, incentivando la società a puntare su di lui per allungare la rotazione a disposizione di coach Giuliani, coprire le spalle a Bona e sopperire alla partenza di capitan Rorato. Atleta di di 176 centimetri, Mabilia è dotato di un buon “uno contro uno” e discreto tiro da tre punti sugli scarichi ma le sue specialità sono l’assist e la palla recuperata, trattandosi di un attaccante che sa leggere il gioco e di un difensore capace di mettere pressione sul portatore di palla avversario. Con la firma di Mabilia il mercato di Cento è praticamente terminato, anche se potrebbero ancora arrivare uno o due elementi per completare l’organico e rinforzare la “Under 19” di Corrado Moffa. QUI FONDI La Virtus Basket Fondi è lieta di comunicare di aver raggiunto un accordo con Antonello Lilliu. Un graditissimo ritorno, il secondo dopo quello di Gaetano Pietrosanto, la guardia nativa di Oristano infatti torna a vestire i colori rossoblù dopo la parentesi targata Serapo Gaeta durata due anni. Un’altra ottima operazione per l’Oasi di Kufra Fondi che va ad arricchire il roster di coach Franco Di Fazio con un realizzatore di razza come Lilliu, lo scorso anno top scorer dell’intera DNB con 20.4 punti per gara. Antonello torna così ad infiammare il pubblico del Palavirtus, a lui va un grandissimo in bocca al lupo per la prossima stagione. QUI MONTEGRANARO Dopo le conferme di Carpineti e Temperini e l’arrivo di Paolo Berdini, la Dino Bigioni Shoes Poderosa Montegranaro ha messo ha segno un altro grande colpo; Claudio Nobile, ala-pivot di provata esperienza e di sostanza. Nato a Verona il 6 ottobre 1982, Claudio Nobile inizia la sua carriera nel settore giovanile veronese, venendo aggregato alla prima squadra, che disputa il campionato di serie A1, nella stagione 1999-00. L’esordio nella massima serie arriva nel campionato seguente e nel club veneto rimane anche nella stagione 2001-02. Nel 2002-03 si trasferisce all’Andrea Costa Imola in Legadue, per poi scendere in serie A Dilettanti a Pistoia, dove rimane dal 2003 al gennaio 2005. Nel mercato invernale del campionato 2004/05 passa poi a Lucca in serie B Dilettanti. Dalla Toscana si sposta in Emilia, vestendo nella stagione 2005/06 la casacca di Cento (A Dilettanti), e in quella successiva (2006-07), firma per Castel San Pietro, squadra di serie B Dilettanti. Nel luglio 2007 ritorna alla casa madre, riabbracciando i colori di Verona (B Dilettanti). Nel primo anno in maglia scaligera viene eliminato nella corsa promozione nei quarti di finale da Cremona, mentre nello scorso maggio riesce ad ottenere il salto di categoria in A Dilettanti, superando Faenza nei quarti di finale. Nella stagione 2009-10 si accasa a Faenza, negli ultimi tre anni ha vestito con ottimo profitto la casacca della Supernova Montegranaro. QUI MONTICHIARI Prosegue su due fronti il lavoro della dirigenza del Team Basket Montichiari, impegnata nel mercato per il completamento della prima squadra e nei preparativi per la prossima stagione, che inizierà ufficialmente per i colori bianconeri con il raduno del 16 agosto. Sul versante organizzativo la notizia più importante di queste ore è il rinnovo della collaborazione con Contadi Castaldi Franciacorta, che dopo l’abbinamento nella stagione appena conclusa ha rinnovato anche per il prossimo campionato di DNB. Per quanto riguarda il roster della prima squadra coach Simone Morandi può contare adesso sui primi due giocatori under: si tratta del play-guardia Stefano Mascadri (’93, 191 cm.) e dell’ala-pivot Marco Tedoldi (’94, 198 cm.). Nativo di Desenzano del Garda (Bs), Mascadri proviene da Villafranca (DNB) dove è approdato dopo tre stagioni in DNC a Salò, di cui due giocate a fianco di Stefano Pagliari. Nativo di Gussago (Bs) Tedoldi ha giocato l’ultima stagione nel campionato Under 19 Eccellenza a Bergamo, nel florido vivaio della Blu Orobica. Sempre per quanto riguarda il roster, stiamo vagliando con coach Morandi l’inserimento dei tre under che hanno già fatto la loro apparizione in prima squadra nell’ultimo campionato DNC, dimostrando impegno e buone capacità: Nikola Jovanovich (’96), Stefano Franchini (’95) e Desmond Fofie Appiah (’94)”. QUI PIACENZA La Pallacanestro Piacentina comunica d’aver raggiunto un accordo per la stagione 2013/2014 con il giocatore Gionata Zampolli, play/guardia proveniente dalla Cestistica San Severo. L’INTERVISTA “Arrivo a Piacenza dopo diverse stagioni passate in A dilettanti, indossando le maglie di Capo d’Orlando, Reggio Calabria e San Severo. Giocare in queste realtà non è facile perché le aspettative della gente sono molto alte e i palazzetti si scaldano facilmente,la pressione è tanta e tutto ciò è molto stimolante. A Piacenza mi piacerebbe trovare una passione genuina, in grado di crescere parallelamente con la squadra e la società. Parlando con il presidente ho avuto la sensazione di grande serietà e solidità,e la lungimiranza di un progetto ambizioso. Questi i motivi che mi hanno fatto scegliere Piacenza.” Che tipo di giocatore sei? Quali le tue peculiarità? Sono un giocatore molto rapido e atletico. Mi piace molto attaccare dal palleggio e penso che sia la mia caratteristica migliore. Negli anni ho aggiunto e perfezionato il palleggio arresto e tiro,fondamentale che uso spesso. Penso che la caratteristica che mi contraddistingue sia l’intensità e l’energia profusa. Do molta importanza alla preparazione fisica perché penso che la tranquillità psicologica passi da lì. Un giocatore in forma è più lucido. Penso di avere le caratteristiche fisiche e tecniche del playmaker, ruolo in cui devo perfezionare la gestione del ritmo e dei palloni…e non abusare del palleggio. Ti dà più soddisfazioni un’azione conclusa con un tuo tiro, o un assist? Sono uno che si carica molto per una bella giocata,soprattutto se è difficile. Non importa se è un assist, un tiro,un rimbalzo o un palleggio. Importa che sia determinante….e magari anche bella da vedere. Per te si tratterà di un ritorno in DNB dopo un paio di stagioni al piano superiori. Quali credi siano le differenze maggiori tra i due campionati ? Penso che la DNB sia un campionato destinato a crescere di livello per ovvi motivi legati al numero di posti disponibili per gli italiani senior in Silver e Gold. Giocatori con un notevole bagaglio tecnico e di esperienza sono ” costretti” a scendere di categoria,per via dei regolamenti introdotti nelle categorie superiori che prevedono l’inserimento di due stranieri,di un passaportato e degli ormai inflazionati under. Stanti così le cose penso che ancora una volta la differenza la faranno gli stranieri e la conoscenza tecnica dei dirigenti che devono comporre i roster delle squadre. Per questo motivo non è detto che la deresponsabilizzazione degli italiani sia un vantaggio in termini tecnici. Conosci già qualcuno dei tuoi nuovi compagni? In questa squadra sono contento di ritrovare Alessandro Garofalo, mio coetaneo, col quale ho condiviso esperienze giovanili. Conosco anche Bonaiuti ma non bene come gli altri. CURRICULUM Giovanili: Floris Cremona, Desio, Casalpusterlengo 2003-2004: Floris Cremona (C2) 2004-2005: Juvi Cremona (C1) 2005-2006: Omegna (B2) 2006-2007: Vado Ligure (B2) 2007-2008: Genova (B2) 2008-2009: Jesolo San Donà (B1) 2009-2010: Ruvo di Puglia (B1) 2010-2011: Vanoli Cremona (Serie A) 2011-2012: Capo D’Orlando (B1) 2012-2013: Viola Reggio Calabria (B1) – Cestistica San Severo (B1) QUI PORTO SANT’ELPIDIO E’ stato uno dei protagonisti assoluti della stagione appena archiviata ed è senza dubbio uno dei giocatori in continua crescita. Diego Torresi, ala-pivot classe 1992,disputerà il primo campionato della sua carriera con la casacca della Ecoelpidiense. L’accordo con il “lungo” elpidiense è stato raggiunto fin da subito vista la totale stima di coach Schiavi e l’affidabilità dimostrata dopo una stagione che lo ha visto in campo per ben 23 minuti di media con quasi 8 punti per partita. Idolo dei tifosi,rimbalzista assoluto con 8 carambole di media per gara, ha conquistato la fiducia di società e compagni dimostrando un eccezionale attaccamento alla maglia. Diego sarà determinante nella rotazione dei “lunghi” e per la tutto l’ambiente aversi assicurato le prestazioni di un atleta di questo calibro è motivo di vanto e soddisfazione. Da segnalare anche un gradito ritorno in casa Ecoelpidiense P.S.Elpidio che dopo tre stagioni vede vestire di nuovo il bianco-azzurro a Francesco Boffini. Classe 1985, guardia mortifera dai 6.75 il “Bof” fece pentole e coperchi a P.S.Elpidio nel 2010/2011 quando fu il miglior marcatore del girone D della DNC con oltre 20 punti di media. Nella stagione successiva importante esperienza alla Poderosa Montegranaro dove conquistò la Serie B nonostante la sconfitta in finale contro la Stamura Ancona. Nell’ultimo campionato prima volta in Serie B in quel di Civitanova dove ottiene la salvezza con quasi 17 punti di media tirando con il 45% da due, 32% da tre e 77% ai personali per un impiego medio di oltre 31 minuti per gara. QUI SPILLIMBERGO Inizia a comporsi il mosaico del roster della Vis Graphistudio Spilimbergo 2012/13. E’ infatti il perugino Michele Bei il primo volto nuovo per i tifosi bianco-azzurri. Nato nel 1990 a Perugia Bei è un’ala forte di 202 cm che può anche ricoprire la posizione di centro. Nonostante la giovane età il perugino ha già maturato importanti esperienze fra Molfetta e Assisi in DNC e Perugia prima in DNB e, nell’ultima stagione, in DNA. Atleta fortemente voluto da coach Granchi, fa dell’ intensità e dell’aggressività le sue doti principali, capacità queste che si sposano alla perfezione con quelle saranno le caratteristiche della nuova Vis.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy