ESCLUSIVA. Veroli riparte, il Presidente Stirpe: “Vogliamo riportare i ragazzi di Veroli a giocare per Veroli”

ESCLUSIVA. Veroli riparte, il Presidente Stirpe: “Vogliamo riportare i ragazzi di Veroli a giocare per Veroli”

È stata infatti fondata una nuova società, la Pallacanestro Veroli 2016, la quale ha presentato prontamente richiesta di affiliazione alla Fip. A seguito di ciò, abbiamo chiesto un’intervista al presidente Ivano Stirpe che gentilmente ce l’ha concessa.

Commenta per primo!

Ottime notizie per la cittadina ciociara, e, in generale, per tutte le persone che in passato hanno seguito e sostenuto con passione i colori giallorossi. È stata infatti fondata una nuova società, la Pallacanestro Veroli 2016, la quale ha presentato prontamente richiesta di affiliazione alla Fip. A seguito di ciò, abbiamo chiesto un’intervista al presidente Ivano Stirpe che gentilmente ce l’ha concessa.

Partiamo con la prima domanda: perché fondare una nuova società di basket a Veroli?

“La risposta è semplice. Pensiamo che ce ne sia bisogno per continuare la tradizione della pallacanestro nella nostra città. Inoltre, un’ulteriore ragione è la passione infinita che nutriamo per questo sport, essendo nati e cresciuti in un paese amante della palla a spicchi. Infine vorrei sottolineare come il seguito avuto dalla squadra partecipante al campionato Csi ci abbia dato ancora più coraggio e determinazione nell’intraprendere questa avventura.”

Come è composto il quadro dirigenziale?

“Oltre a me, c’è Emanuele Cerro nelle vesti di vice-presidente, Matteo Baldassarra come Ds, mentre Marco e Giorgio Fiorini sono consiglieri. Ci tengo a precisare che nessuno è al di sopra degli altri dal punto di vista decisionale, e tutti contiamo allo stesso modo. Anche quello che dico lo faccio a nome dell’intera dirigenza.”

Quali sono gli obiettivi attuali e quelli futuri?

“Innanzitutto riportare i ragazzi di Veroli a giocare per Veroli, componendo un team di soli atleti verolani. In aggiunta formare un vivaio di giovani promettenti che ci consentano di sostenere questo progetto a lungo termine.”

Da dove vorreste ripartire?

“Al momento siamo orientati a ripartire dalla Promozione o dalla serie D. Tutto dipenderà dalla decisione della Federazione. Per ora abbiamo deciso di sostenere questa sfida mettendoci personalmente i soldi, suddivisi in modo eguale tra tutti i membri societari. Se poi qualcuno della comunità decidesse di sostenerci ne saremmo felici, e potremmo rivedere i nostri piani al rialzo.”

Dove giocherete le partite casalinghe in attesa del completamento del PalaCoccia?

“Speriamo e pensiamo di poter giocare nella struttura di Casamari. A tal proposito, il Comune si sta impegnando per fornirci un campo idoneo ed evitare così di dover traslocare fuori dal nostro territorio. Per quanto riguarda il PalaCoccia sarebbe un impianto troppo grande per la categoria che intendiamo sostenere. Comunque la voglia di tornarci a giocare in un futuro prossimo c’è sicuramente.”

Abbiamo saputo che vi siete incontrati con la Brigata Ciociara, cosa vi siete detti?

“Ci siamo solamente presentati come nuova società. I ragazzi sono stati contenti ma è finito tutto lì. Per il momento non hanno preso una posizione ufficiale. Molti di loro verranno a vederci a livello individuale, poi spetterà ai componenti della Brigata decidere se appoggiarci apertamente come gruppo ultras o no.”

Ultima domanda: cosa si augura personalmente da questa avventura?

“Mi auguro un’unica cosa. Tornare a far appassionare al basket quante più persone possibili, in particolar modo i ragazzi.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy