Eurobasket dei Piccoli Stati: bronzo per San Marino

Dopo il grande sforzo profuso in semifinale contro Andorra, San Marino supera l’Irlanda assicurandosi la medaglia di bronzo ai Campionati Europei dei Piccoli Stati di Chisinau (Moldova).

Commenta per primo!
SAN MARINO-Irlanda 60-53 (13-12; 8-17; 17-13; 22-11)
Tabellino: Tantoni ne, Liberti 5, Macina 8, Giancecchi ne, Moretti 11, Cardinali 14, Ugolini, Raschi 8, Zanotti, Casadei 5, Barisic, Botteghi 9. All. Del Bianco.
Dopo il grande sforzo profuso in semifinale contro Andorra, San Marino ritrova l’Irlanda per giocarsi la medaglia di bronzo ai Campionati Europei dei Piccoli Stati di Chisinau (Moldova).
Il precedente di tre giorni fa farebbe pendere la bilancia del pronostico decisamente verso i verdi, vincenti nettamente, ma San Marino è una squadra più forte e più consapevole, perché è cresciuta partita dopo partita.
Ed infatti i Titani partono forte, aggredendo gli avversari e, con un finale di primo quarto targato Cardinali, chiudendo al 10’ avanti, 13-12.
La reazione dell’Irlanda è perentoria: parziale di 2-11 in avvio di secondo quarto e risultato nettamente ribaltato all’intervallo, 21-29.
Come da “abitudine” i ragazzi di coach Sergio Del Bianco rientrano dalla pausa lunga più convinti e, dopo una prima metà di terzo quarto equilibrata, allungano con le bombe di Moretti e Macina nel finale di frazione, ricucendo lo svantaggio fino al -4, 38-42.
L’ultimo periodo è un capolavoro: parziale di 8-0 in avvio, targato Liberti-Macina e testa di nuovo avanti, 46-42.
L’Irlanda impatta sul 46-46 e addirittura torna avanti sul 49-50, ma da lì in poi il tabellone è solo biancoazzurro: parzialone devastante di 9-0 e i verdi sono annichiliti, 58-50 e resta il tempo solo per fissare il finale sul 60-53.
E’ bronzo! Un bronzo scintillante frutto della crescita costante di un grande gruppo.
«Stasera oltre alla medaglia abbiamo guadagnato un’identità – commenta coach Sergio Del Bianco -. Un identità che ci renderà agli occhi degli avversari una squadra temibile. Non importa chi sarà  l’allenatore, non importa quale sarà la competizione: questo modo di giocare dovrà essere il nostro biglietto da visita. Non è solo una medaglia storica, no. Meravigliosi i ragazzi, soprattutto quelli che fino ad ora non erano stati protagonisti. Identità di squadra. Grazie a tutti».
Raggiante il Presidente Federale Damiano Battistini:«Cosa dire? Grande gruppo, tutti uniti verso un unico obbiettivo, i ragazzi, coach Sergio Del Bianco e coach Fabio Podeschi, il preparatore Alessandro Della Balda e il fisioterapista Umberto Allasia. Abbiamo giocato un Europeo in cui abbiamo speso tutto e più di tutti e alla fine è arrivata una medaglia che in manifestazioni FIBA non vincevamo dal 2002 con la senior. Un grande applauso a tutti i protagonisti di questa fantastica settimana. Vorrei infine ricordare che ci siamo scontrati con nazioni con popolazioni immensamente più grandi di noi (su tutte l’Irlanda) e a pensarci è inimmaginabile ciò che abbiamo fatto: credo che sia venuto il tempo di celebrare il nostro movimento nel migliore dei modi visto i risultati ottenuti negli ultimi anni. Continueremo a lavorare duramente e con tanti sacrifici e pochi aiuti economici come abbiamo fatto fino ad ora. Stasera intanto ci godiamo questo storico risultato».
FONTE: Ufficio Stampa Federazione Sammarinese Pallacanestro
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy