F8 B QF – Cento vince con merito, niente da fare per Palestrina

F8 B QF – Cento vince con merito, niente da fare per Palestrina

Cento conquista meritatamente la semifinale.

di La Redazione

Vince con merito la Baltur il quarto di finale contro un indomita Palestrina. Cento sfrutta al meglio la qualità e profondità del suo roster trovando protagonisti in ogni quarto. L’ultimo periodo porta la firma di Chiera, MVP con 5 triple decisive (15 punti nell’ultimo periodo) timbro di un collettivo in cui le stelle sanno indossare anche la tuta da operaio. Palestrina getta in campo le sue armi ed un orgoglio infinito, ma non e’ bastato per colmare il gap e il ko di Visnjic ha complicato ancor più i piani ai romani. L’era glaciale fa da capolinea al PalaGuerrieri dove Cento e Palestrina fanno a gara per non uscire dal freddo. Inizio di match nervoso con le due squadre che nel giro dei primi 2 minuti hanno già speso il bonus dei falli.G ara che vive di tanti errori e tensione ma equilibrata anche se i falli fischiati (13) sono superiori ai canestri (6-6 al 5′). Nell aridità offensiva si ergono protagonisti Alessandri e Visnjic per i romani, Rizzitiello e Vico per gli emiliani che provano un minimo scatto in avanti (13-10 al 9′) prima che Gatti e Visnjic (da 3 punti) ribaltino il punteggio (13-15 al primo gong ). Rizzitiello sente aria di casa una tripla regala il nuovo vantaggio Baltur ( 16-15 all 11′), ma gli errori non si contano ed al 13′ il punteggio ristagna (16-15) nonostante i due coach abbiano già messo mano alla ai così detti panchinari. Mentre Palestrina continua ad avere testa e mani congelare,  la Baltur trova 5 punti calienti da Cantone  ed al sedicesimo Cento vola al più otto con Piunti (23-15) con un parziale di 10-0 per i biancorossi. Entra in campo il neo acquisto Fioravanti ed è Rossi che rompe il digiuno (26-17 al 17′) da parte dei romani. Visnjic (9 punti) si fa affibbiare un tecnico per flopping,  ma i laziali trascinati da Rossi ritornano a – 5 (28-23 al 19′). La 2-3 di Palestrina rallenta i ritmi della Baltu, l evergreen Visnjic (scintille continue con Piunti)  crea problemi a Cento, oltre a qualche attacco mal consigliato contro la zona con Alessandri che da tre punti riporta i suoi sotto (30-28 all intervallo). Palestrina riparte con una 3-2 e senza Visnjic infortunarto ad un ginocchio, Benfatto la buca facilmente prima che Gatti solo soletto pareggia (32-32 al 22′). Rizzitiello da tre e Benfatto riaprono il gas per Cento (37-32 al 23′).

La difesa biancorossa diventa una Maginot difficile da scalare, Benfatto fa il vuoto nel pitturato e gli emiliani provano la fuga (42-32 al 25′ tripla di Cantone). Cento ha il torto di non chiuderla ma nella bagarre non perde lucidità, a Vico risponde Rossi con la Baltur che amministra con relativa tranquillità il finale di quarto (49-38 al terzo gong) con Palestrina in assetto mignon stile tartaruga ninja che perde per una caviglia ballerina Barsanti (in verità molto opaca la sua prova). La 2-3 dei verdi di Lulli prova a fermare Cento che vede Barsanti stoico entrare. La Baltur trova però risorse importanti da Chiera, Palestrina subisce le triple del gaucho biancorosso (55-44 al 33′) mentre Rossi è indemoniato,  il migliore dei suoi che carica di falli gli emiliani ma la Baltur non si scompone di fronte agli arrembaggi dei laziali perché Adrian Chiera è un rebus irrisolto per i verdi romani (56-51 al 35 grazie al solito Rossi ). Chiera (3a tripla di fila) certifica la qualità del roster centese, Rizzitiello da 3 respinge gli assalti romani (66-57) prima che Adriano Chiera affondi definitivamente Palestrina regalando la semifinale contro Piacenza.

Baltur Cento – Citysightseeing Palestrina 72-57 (13-15, 17-13, 19-10, 23-19)

Baltur Cento: Adrian Chiera 18 (1/3, 5/6), Nelson Rizzitiello 15 (1/4, 4/8), Sebastian Vico 11 (3/6, 0/3), Michele Benfatto 10 (3/5, 0/0), Carlo Cantone 8 (1/2, 2/3), Giorgio Piunti 6 (3/7, 0/1), Lorenzo D’alessandro 4 (2/4, 0/3), Marco Pasqualin 0 (0/0, 0/5), Matteo Fioravanti 0 (0/0, 0/1), Adama Ba 0 (0/0, 0/0), Nicola Mastrangelo 0 (0/0, 0/0), Andrea Graziani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 17 – Rimbalzi: 41 10 + 31 (Michele Benfatto 11) – Assist: 17 (Nelson Rizzitiello, Sebastian Vico, Michele Benfatto, Carlo Cantone, Marco Pasqualin 3)

Citysightseeing Palestrina: Gianmarco Rossi 17 (5/8, 1/7), Filippo Alessandri 14 (2/4, 1/3), Njegos Visnjic 11 (4/5, 1/3), Simone Gatti 8 (4/5, 0/2), Andrea Barsanti 5 (2/6, 0/6), Alessandro Paesano 2 (1/2, 0/0), Bruno Duranti 0 (0/0, 0/2), Daniele Fiorucci 0 (0/0, 0/0), Enrico Gobbato 0 (0/0, 0/0), Federico Rossi 0 (0/0, 0/0), Andrea Cecconi 0 (0/0, 0/0), Gianmarco Mattei 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 21 – Rimbalzi: 22 4 + 18 (Filippo Alessandri, Simone Gatti 5) – Assist: 8 (Gianmarco Rossi, Filippo Alessandri 3)

MARCO GRANATA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy