F8 B SF – Omegna non fa sconti e con mestiere batte San Severo

F8 B SF – Omegna non fa sconti e con mestiere batte San Severo

I piemontesi, sempre in controllo durante il match, resistono agli attacchi di Rezzano e compagni e vincono con merito.

di Marco Di Egidio

La prima semifinale di questa seconda giornata di Coppa Italia di Serie B vede di fronte la Paffoni Omegna, che ieri ha battuto la Amatori Pescara con un grande secondo tempo difensivo nel quale ha concesso appena 14 punti, e la Cestistica San Severo che ha avuto più difficoltà nell’avere ragione della Fiorentina Basket, dimostrando però grande carattere.

LA PARTITA. Omegna si schiera in campo con un quintetto composto da Villa, Benedusi, Tognano, Dip e Arrigoni; risponde San Severo con Bottioni, Ciribeni, Scarponi, Rezzano e Di Donato. Protagoniste del primo quarto sono senza dubbio le difese: squadre e bloccate in attacco e gran numero di falli sono il leit motiv di questo inizio di match. Il primo squillo lo fa Villa che con la sua regia sblocca l’attacco omegnese, che si porta a +7 sui pugliesi, ancora con le polveri bagnate. La risposta di San Severo porta la firma di Massimo Rezzano: l’ex Montegranaro con esperienza si prende in mano l’attacco dei suoi e detta la via. Alla fine della prima frazione Omegna è in vantaggio, ma solo per 14-12. Problemi di falli per San Severo all’inizio della seconda frazione, i lunghi Rezzano-Di Donato sono già a quota due falli ciascuno, Malagoli addirittura a quota tre: una circostanza che potrebbe segnare la partita. Coach Ghinizzardi coglie la palla al balzo e ordina ai suoi di attaccare il canestro il più possibile, preferibilmente attraverso il pick n roll condotto da Bruni: i suoi giocatori eseguono e la Paffoni mantiene il suo vantaggio nella partita. Come nella partita di ieri, è Riccardo Bottioni a salire in cattedra nel maggior momento di difficoltà di San Severo, che con l’aiuto della panchina con Smorto e Babilodze permette ai gialloneri di chiudere addirittura in vantaggio il primo tempo. Si va alla pausa lunga con il punteggio che vede Omegna inseguire 25-29. Nel terzo periodo sale l’intensità della partita ma si continua a viaggiare sui binari dell’equilibrio. La Paffoni sembra essere scesa in campo con una faccia più aggressiva rispetto al primo tempo: i piemontesi rescono a correre di più in contropiede e a giocare in generale più in velocità; dall’altra parte San Severo risponde colpo su colpo grazie ad un Antonio Smorto in grande spolvero. Il resto del quarto è un continuo scambiarsi la leadership della gara, e come ogni partita intensa ed equilibrata non mancano i contatti al limite. A farne le spese sono Dip per Omegna e Ciribeni per San Severo, entrambi fortunatamente non sono costretti a lasciare la partita. Nel finale di quarto è la coppia Bruni-Simoncelli a rompere gli equilibri a favore di Omegna, che va all’ultimo periodo in vantaggio per 46-42. Nel quarto periodo la situazione per San Severo è identica a quella di ieri: inizio di ultimo quarto in svantaggio di 6 punti e con serie difficoltà a costruire un’azione offensiva di squadra. Dall’altra parte la Paffoni vola sulle ali dell’entusiasmo dettato da una fiducia nei propri mezzi, che è stata il segreto che le ha permesso di mantenere la prima posizione nel girone A. Un antisportivo piuttosto generoso fischiato ad Arrigoni permette ai pugliesi di creare un controparziale e riportarsi sotto di tre lunghezze. Gli ultimi due minuti di partita vedono i gialloneri cercare disperatamente la via del canestro, ma c’è troppa frenesia nell’attacco sanseverese. Omegna controlla con grande mestiere il proprio vantaggio giocando con il cronometro e commettendo fallo per spezzettare le azioni avversarie: alla fine sono i piemontesi ad accedere alla finale.

PAFFONI OMEGNA 5452 CESTISTICA SAN SEVERO

Parziali 14-12; 11-16; 21-14 ; 8-10

Tabellini
Omegna: Marco Arrigoni 15 (5/10, 1/3), Marcelo Dip 12 (5/9, 0/0), francesco Villa 7 (2/4, 1/5), Alex Simoncelli 7 (2/6, 1/7), Marco Torgano 6 (2/3, 0/5), Nicolò Benedusi 3 (0/0, 1/2), Francesco Fratto 2 (1/2, 0/3), Marco Di pizzo 2 (1/1, 0/0), Giovanni Bruni 0 (0/0, 0/2), Kevin Brigato 0 (0/0, 0/0), Gionata Guala 0 (0/0, 0/0), Riccardo Ramenghi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 17 – Rimbalzi: 35 6 + 29 (Marco Arrigoni 11) – Assist: 10 (Giovanni Bruni 4).

San Severo: Massimo Rezzano 11 (2/7, 2/7), Leonardo Ciribeni 9 (2/4, 0/4), Antonio fabrizio Smorto 9 (4/7, 0/2), Emidio Di donato 8 (1/3, 1/6), Riccardo Bottioni 8 (2/6, 0/1), Ivan Scarponi 3 (0/0, 1/8), Riccardo Malagoli 2 (1/2, 0/0), Levan Babilodze 2 (1/1, 0/1), Vittorio Mecci 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Iannelli 0 (0/0, 0/0), Luigi Coppola 0 (0/0, 0/0), Vincenzo Ventrone 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 23 – Rimbalzi: 38 9 + 29 (Emidio Di donato 16) – Assist: 5 (Leonardo Ciribeni 2).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy