Firenze, riparte il progetto basket. Obiettivo Serie B

Firenze, riparte il progetto basket. Obiettivo Serie B

Commenta per primo!

Ripartirà a breve, con il nome di Fiorentina Basket, il progetto pallacanestro a Firenze. Anche se il nome ed il colore viola sono gli stessi dei quali parlavamo un anno fa quando sembrava che Luca Giotti dovesse guidare la rinascita post retrocessione, è bene sottolineare che si tratta di un progetto completamente nuovo e sganciato da esperienze passate, tanto che cuore e cervello della nuova società saranno umbri, come il nuovo Presidente. Ci sarà un pizzico di fiorentinità nel nuovo sodalizio. Franco Tempesti, l’Avvocato Calosi, e Gianluca Prianti saranno soci del nuovo sodalizio collaborerando con la società in maniera determinante, mentre le caselle societarie “che contano” saranno occupate da personaggi che col recente passato della palla a spicchi gigliata non hanno niente a che fare.

Il ruolo di direttore sportivo sarà occupato da Luca Maggiorelli, che per molte stagioni, fino al 2011, ha fatto parte della dirigenza dell’ Abc Castelfiorentino come consigliere e dirigente responsabile della prima squadra, una sorta di general manager. La sua notevole esperienza sarà fondamentale nel dare un’anima alla Fiorentina. Antonio Fagotti invece sarà il General Manager: il dirigente umbro, legato in passato tra le altre alla Juve Caserta, al Perugia Basket e all’Assisi Calcio, vanta competenze sopratutto commerciali e di marketing ed è chiamato a plasmare un modello di società in cui si cerca di collegare un gruppo di soggetti economici per condividere un progetto sportivo che rafforzi e vivacizzi il territorio rispondendo allo stesso tempo alle esigenze di business delle imprese coinvolte nel progetto attraverso la creazione di un network.

Partecipare per queste aziende significherà ottenere una visibilità nazionale legandosi alla società di punta di una città importante come Firenze ed avere una opportunità di radicamento sul territorio fiorentino.

Il disegno di sviluppo non si fermerà qui, il valore aggiunto del progetto prevede in prospettiva lo “sfruttamento” del brand “Firenze” anche al di fuori dei confini nazionali. Non si sa se la FIP concederà la wild card necessaria per partecipare al prossimo campionato di Serie B, anche perchè Firenze purtroppo ne ha già usufruito coi pessimi risultati che tutti conosciamo, ma la dirigenza è determinata a partire anche dalla serie C, con obbiettivi di immediata promozione. La squadra sarà composta da giovani e da alcuni senior di spessore, a tal proposito la collaborazione con la Reyer Venezia sarà fondamentale, come fondamentale sarà la collaborazione con le realtà sportive locali. Nella città degli orticelli in eterna competizione la Fiorentina nasce per aggregare e non per dividere, e già questa è forse la novità più importante.

Il prossimo passo sarà l’incontro, previsto per il cinque Giugno tra il Presidente e l’assessore allo sport Andrea Vannucci. Finalmente esiste un progetto serio, di lungo periodo e basato su principi imprenditoriali innovativi. A Firenze si torna a sperare, ed il cuore dei tifosi è già pronto a battere per i colori viola che dal prossimo campionato adorneranno il Palazzetto di San Marcellino, la nuova casa del basket gigliato, da lì il Mandela Forum non è per niente lontano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy