Forlì, dopo due aste nessuno vuole la Fulgor Libertas

Forlì, dopo due aste nessuno vuole la Fulgor Libertas

Commenta per primo!

Mentre tutti gli occhi del mondo forlivese a spicchi sono ormai puntati (e giustamente) sulla nuova Pallacanestro Forlì 2015, anche il secondo tentativo di vendere il ramo d’azienda della FulgorLibertas Basket Forlì è fallito. Come riportano “Il Resto del Carlino” e “La Voce di Romagna”, mercoledì scorso alle 12 non è arrivata nessuna offerta per rilevare beni mobili, materiali e immateriali, costituiti da arredi, abbigliamento e materiale sportivo, “bacheca” (coppe e trofei), segni distintivi e avviamento della società dichiarata fallita ad aprile, quando era nelle mani di Mirela Chirisi e Max Boccio. Il curatore fallimentare Isabella Venturelli ha previsto una nuova asta il 16 giugno, con prezzo base ribassato a 16.100 euro, il 25% in meno della cifra di partenza (21.400 euro) indicata nella prima tornata. Eventuali offerte potranno essere presentate entro martedì prossimo allo studio del notaio Scozzoli in via Mentana 4 a Forlì, sarà probabilmente l’ultima occasione per chiunque vorrà proseguire l’attività col nome e col marchio della FulgorLibertas, visto che prima di procedere a una qualsiasi iscrizione ad un campionato federale (entro il 30 giugno), vanno ripianati i 56.185 euro di debiti verso la federazione, più quelli verso i tesserati che hanno presentato lodi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy