Fortitudo: con Montichiari è scontro diretto in vista playoff

Fortitudo: con Montichiari è scontro diretto in vista playoff

Commenta per primo!

Ed eccoci alle partite che contano davvero, quelle in cui oltre l’importanza vitale dei due punti, ti fanno capire chi abbia veramente gli attributi per poter “andare su”. E se ben sappiamo di come gli allenatori snobbino la posizione in griglia playoff in quanto non importante (iniziando poi a elencare esempi di squadre arrivate settime/ottave in chissà quali campionati per poi vincere i playoff) , sappiamo anche che non è vero.

La partita di domani sarà quindi fondamentale, innanzitutto perchè le posizioni dalla seconda alla sesta sono ancora in bilico, poi perchè i biancoblu hanno a disposizione una partita in meno per contribuire alla causa, visto che l’ultima giornata riposa, e potrà solo incrociare le dita.

Come se non bastasse, le ultime quattro giornate sembrano fatte apposta per un finale al cardiopalma, ecco il motivo (Cento è  matematicamente prima):

POSIZIONE- SQUADRA- PUNTI- 28ma- 29ma- 30ma
2- Montichiari 36 @Fortitudo Lugo Lecco
3- Udine 36 Milano @Bergamo Crema
4- Fortitudo 36 Montichiari @Milano riposo
5- Orzinuovi 32 @Lecco Pordenone @Trieste
6- Milano 32 @Udine Fortitudo @Pordenone
7- Bergamo 30 @Trieste Udine @Cento

L’ideale sarebbe quindi vincere sia domani, magari ribaltando il -11 dell’andata, sia a Milano domenica prossima, sperando in un passo falso di Udine, e non è utopistico.

Di seguito la situazione delle due squadre alla vigilia della partita.

Contadi Castaldi Montichiari: squadra costruita molto bene, vengono da un periodo sicuramente positivo. Hanno vinto sei delle ultime sette partite, tra l’altro vincendo a Udine due settimane fa, e con l’arrivo a gennaio di Marconato sembrano aver trovato più sicurezza nei propri mezzi (Marconato in sè non sposta più di tanto, gioca 10 minuti a partita, ma il carisma c’è e si vede).L’ex Fortitudo Salvatore Genovese è a forte rischio, domenica scorsa contro Trieste ha subito un forte colpo alla coscia destra e non si è allenato per tutta la settimana. Il giocatore più incisivo è sicuramente Perego, già visto a Ozzano l’anno di A Dilettanti, che viaggia in doppia doppia di media. Oltre a lui ci sarà da prestare molta attenzione ai due esterni titolari: il primo è il bolognese Simone Bonfiglio, tiratore mortifero capace di metterne 30 quando ne ha voglia; l’altro è Scanzi, capitano e anima della squadra, grande agonista. Tra le fila di Giulio Cadeo c’è anche l’ex Mattia De Ruvo e l’ex Gira Stevan Stojkov, playmaker vecchio stampo con grande talento. L’idea di gioco di Cadeo è quella di tenere bassi i ritmi, cercando più la qualità che il numero dei possessi. Fanno della difesa uno dei punti di forza (sono la terza miglior difesa del campionato).

Fortitudo Eternedile: morale alto dopo la trasferta di Crema, bisogna cavalcare questa iniezione di fiducia. Per domani rientra Iannilli, che srà arruolabile al 100 percento. Difficilmente invece sarà della partita Mancin, che risente ancora dello stiramento lombare rimediato domenica. Starà a Boniciolli mantenere alto il livello di attenzione dei suoi, cercando magari di far replicare la prestazione di due settimane fa con Orzinuovi. E’ fondamentale da ora in poi fare del PalaDozza un fortino.

 

Appuntamento quindi a domani, ore 20.30 al PalaDozza. La partita sarà trasmessa su Radio Nettuno e Nettuno Tv.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy