Serie B – L’Amatori vola sulle ali di Drigo e sbanca Giulianova

Serie B – L’Amatori vola sulle ali di Drigo e sbanca Giulianova

L’Amatori vince il derby contro Giulianova con 36 punti di Mathias Drigo.

L’Amatori vola sulle ali di Drigo e sbanca Giulianova
 
L’Amatori Pescara vince un derby fondamentale sul campo giuliese, riuscendo a portare a casa il match con il punteggio di 78-76. Decisivo l’ultimo quarto, dopo una partita dai due volti. Decisiva, senza se e senza ma, la prestazione di Mathias Drigo, autore di 36 punti con uno straordinario 13/18 dal campo e autore di cinque pesantissime triple. Tra neanche 72 ore, Pescara ospiterà la Goldengas Senigallia, che ieri ha vinto sulla sirena contro la forte Matera e ha grandi ambizioni.
Otto canestri da due, cinque triple: questo lo score di Mati Drigo, che si è preso sulle spalle i suoi compagni nei momenti di massima bagarre e ha trascinato l’Amatori alla vittoria. In netta crescita anche Caverni, che ha ritrovato lo smalto dopo l’infortunio, ha preso in mano la regia della squadra e con le sue penetrazioni continue ha messo in crisi la difesa locale. L’Amatori ha condotto un primo tempo ai limiti della perfezione, sporcato soltanto dai primissimi possessi poco brillanti. Il vantaggio è stato rintuzzato e poi cancellato dai padroni di casa, che, in svantaggio, hanno messo in campo tantissima aggressività e hanno sfruttato le indecisioni di una coppia arbitrale andata in netta difficoltà davanti alle proteste dei padroni di casa. L’Amatori ha patito la situazione, prima di essere presa per mano da uno stratosferico Drigo.
L’avvio di partita premia Giulianova, che piazza due triple con Banchi e vola 11-3, sfruttando qualche forzatura dell’Amatori. Gli ospiti restano comunque attaccati alla partita, prendono ossigeno dalla tripla di Capitanelli e piano piano si rifanno sotto. Anche quando Big Cap deve finire forzatamente in panchina (con due falli sul groppone) i biancorossi adesso sono sul pezzo e non si fanno sorprendere in nessun frangente; Drigo Caverni propiziano la rimonta e addirittura Pescara sorpassa (21-24).
La crescita dell’Amatori non si ferma e anzi, i ragazzi di coach Rajola giocano sette minuti praticamente perfetti e volano anche a +15. Giulianova cerca di affidarsi parecchio al tiro da tre ma le percentuali adesso sono molto basse. Con Drigo Bini sotto le plance, l’Amatori subisce poco e non soffre gli attacchi dei locali; quando, però, il primo va in panchina a rifiatare, il vento cambia e Giulianova riduce lo svantaggio: ci pensa Leonzio a rimettere le cose a posto con un grande assolo: si va all’intervallo lungo sul 34-42.
I padroni di casa ricominciano la partita cercando con insistenza Tomasello sotto le plance e tentando di alzare ancora di più l’aggressività in difesa. Se il gioco offensivo gli riesce, in realtà il piano difensivo con tante mani addosso e con tanti contatti viene punito dagli arbitri. Al primo fischio davvero severo (quello che manda negli spogliatoi Ricci) i padroni di casa esplodono nelle proteste e la coppia arbitrale cambia radicalmente e inspiegabilmente il metro di giudizio. Con i fischietti in confusione, la partita cambia e ne fa le spese Masciarelli, che va sotto la doccia dopo un fallo in attacco seguito da un fallo tecnico. Adesso si gioca poco a pallacanestro e l’Amatori, colpevolmente, non trova la luce, soffrendo la difesa locale e di conseguenza perdendo troppi palloni. Giulianova è brava a mettere addirittura il muso davanti con le triple di Bastone Preti: 58-56 a dieci minuti dalla sirena conclusiva.
La situazione non spaventa Drigo, che subito ristabilisce il vantaggio dei suoi (58-60); Giulianova non molla e con Criconia Preti si riporta davanti (66-62). Ancora Drigo: sei punti e nuovo vantaggio ospite (66-70). Ci riprova Banchi a tenere testa all’ala biancorossa, che ha evidentemente idee diverse e chiude il gioco da tre punti che indirizza definitivamente il match sulla strada di Pescara. Qualche errore ai liberi e una transizione ospite avvicina gli avversari all’Amatori, ma ormai la partita è segnata. L’Amatori torna a casa con due punti fondamentali in tasca; adesso qualche ora di riposo e subito testa al match di domenica contro Senigallia.
Coach Rajola: “dopo le prime azioni del match, in cui abbiamo commesso qualche follia, abbiamo condotto la partita nel primo tempo e forse meritavamo di andare al riposo addirittura con qualche punto di vantaggio in più. Nel secondo tempo abbiamo sofferto e purtroppo devo dire che dopo il tecnico sanzionato a Ricci è cambiato l’arbitraggio, ma fuori casa certe cose possono succedere e noi non dobbiamo mai cadere nella confusione. La partita si era fatta complessa, anche per i problemi di falli di Masciarelli e ancora di più devo fare i complimenti a miei che sono usciti da questa situazione. Anche nel finale abbiamo commesso qualche ingenuità, ma vincere oggi era importantissimo e sono convinto che abbiamo infiniti margini di crescita. Drigo ha fatto una prestazione strepitosa , ma non mi sorprende: quando riesce a mettere in campo tutto il suo talento, spacca le partite“.
Giulianova Basket – Amatori Basket Pescara 76-78 (21-24; 34-42; 58-56)
 
Giulianova Basket:  Magazzeni 1, Criconia 10, Banchi 20, Tomasello 16, Bastone 10, Bertocchi ne, Malatesta ne, Preti 10, Sacripante, Di Diomede 1, Ricci 6, Zacchigna.
Allenatore: Davide Tisato.
Tiri da due punti: 22/41(54%); tiri da tre punti: 7/19 (37%); tiri dal campo 29/60 (48%); tiri liberi 11/20 (55%),  rimbalzi 36.
Amatori Pescara: D’Eustachio, Grosso 4, Drigo 36, Bini 2, Bedetti ne, Caverni 11, Capitanelli 8, Leonzio 16, Boscherini, Masciarelli 1.
Allenatore: Stefano Rajola.
Tiri da due punti: 20/32 (63%); tiri da tre punti 8/20 (40%); tiri dal campo 28/52 (54%); tiri liberi 14/24 (58%);  rimbalzi 27.
 
Vincenzo De Fanis – Ufficio Stampa Amatori Basket
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy