Lega DNB – Tutta la 1a Giornata, del Girone D

Lega DNB – Tutta la 1a Giornata, del Girone D

Commenta per primo!

Pall. San Michele Maddaloni- Nuova Pall. Monteroni 75- 80
Maddaloni: Piscitelli 14, Salanti n.e., Pascarella n.e., Desiato 18, Loncarevic 9, Ragnino n.e., Moccia 8, Rusciano 18, Greco 8, Chiavazzo, All. Massaro, Ass. All. Ricciardi, Ass. All. Sasso.
Monteroni: Ingrosso 13, Paiano 16, De Giorgio 6, Serio 2, Errico 2, Spada 5, Leucci 3, Di Giandomenico 10, Brunetti 15, Martino 8, All. Quarta, Ass. All. Manfreda.
Parziali: 19- 14; 32- 40; 54- 61; 75- 80.
Arbitri: Giuseppe Petrone di Fisciano (SA) e Giuseppe De Prisco di Nocera Superiore (SA).
Note: 600 spettatori circa. Usciti per 5 falli Piscitelli e Errico. Fallo antisportivo a Moccia.

Cronaca: Inizia con una sconfitta la stagione della Pall. San Michele, che contro il Monteroni vede cadere la propria imbattibilità casalinga illesa da due anni. Purtroppo ad una prestazione piuttosto sottotono dei biancazzurri, si sono aggiunte le defezioni di capitan Nino Garofalo, non convocato proprio, e di Francesco Chiavazzo che ha provato a stare in campo senza riuscirci. Per il Monteroni invece, non è stato del match Stefano Provenzano. L’inizio è tutta di marca calatina, anche se di gioco vero e proprio non si può parlare. Gli errori si contano da ambo le parti, ma mentre gli ospiti concludono poco verso il canestro, i maddalonesi riescono a mettere a segno qualche canestro in più così da condurre al 5’ sul 12-6. È soprattutto Carmine Moccia che da fastidio alla difesa salentina, che comunque è ben compatta ed ordinata, e così la prima frazione si chiude sul 19-14. Nel secondo quarto di gioco il Maddaloni cerca di essere quanto più consistente nel pitturato, tanto difensivo che offensivo con Luciano Rusciano. Il Monteroni però, alza la pressione difensiva, talvolta a tutto campo, e iniziano a fioccare le palle perse dei padroni di casa, che non riescono neanche a fermare i continui contropiedi che permettono il sorpasso dei gialloblu, giungendo sul 32-40 di fine primo tempo. Al rientro dagli spogliatoi l’attacco biancazzurro vive d’imprevedibilità grazie alle penetrazioni di Pasquale Greco, ma dall’altra parte gli ospiti sono bravi a smorzare la rimonta con un paio di conclusioni dall’arco dei 6,75. I maddalonesi grazie ad un David Loncarevic che a rimbalzo offensivo rigenera diversi attacchi, ricuciono il gap fino ad un paio di punti. Ed è lì che nasce il problema, perché quando bisogna essere cinici e ritornare col naso avanti, i calatini non riescono a concludere il lavoro, e per di più il Monteroni è bravo a non cadere soprattutto con i nervi. L’ultima frazione inizia sul 54-61, e nonostante le difficoltà di questo match, i ragazzi di casa non smettono di crederci. Sono soprattutto Salvatore Desiato, con qualche scorribanda, e Giuseppe Piscitelli, con alcuni piazzati, a tenere la fiamma accesa. Gli ospiti non cedono, e facendo girare bene il pallone puniscono la difesa calatina sugli aiuti difensivi. Anche la dea bendata volta le spalle al Maddaloni, la quale sarebbe servita eccome vista la situazione. Nel rush finale non si compie la rimonta, nonostante i maddalonesi siano riusciti a riprendere con i capelli una gara nata storta, e finita purtroppo peggio.
Una cosa degna di nota, è l’apporto che la società di patron Andrea De Filippo ha voluto manifestare all’iniziativa a livello nazionale nata da un’idea di Selvaggia Lucarelli, con i famosi cartelli mostrati da personaggi famosi della televisione, del mondo dello sport ed altri, che adottavano simbolicamente uno dei comuni delle provincie di Caserta e Napoli a rischio disastro ambientale. Prima del match, tutta la squadra biancazzurra, con il sostegno di quella ospite e della coppia arbitrale, hanno esposto un cartellone con scritto: “Maddaloni Non Deve Morire”.

MOLFETTA – CUS JONICO TARANTO 87-71

Asd Pallacanestro Molfetta:  Grimaldi 21, De Falco 15, Bertona 6, Longobardi 14, Maggi 21, Sallustio ne, Spadavecchia ne, Murolo ne, Azzolini 3, Corazzon 7. All: Gesmundo

Cus Jonico Basket Taranto: Leoncavallo 22, Fanelli 13, Moliterni 20, Giuffrè 4, Valentini 2, Salerno 7, Pannella ne, Marzulli ne, Bitetti, Bisanti 1. All: Voltasio-Santoro (Leale squalificato).

Parziali: 23-28, 48-42, 69-57

Arbitri: Marco Leggiero di Lecce e Daniele Calella di Cisternino (Br).

Note, usciti per falli: -Giuffrè (T), De Falco (M);

Comincia con una sconfitta l’avventura del Cus Jonico Basket Taranto in DNB. Troppo pesante l’assenza di Sarli per tenere testa alla Pallacanestro Molfetta che dopo un buon inizio degli ionici, in vantaggio nel primo quarto anche di 10 lunghezze, si è imposta 87-71. Carente nelle rotazioni la squadra diretta dal binomio Voltasio-Santoro (Leale scontava un turno di squalifica) che ha perso quasi subito Giuffrè gravato di tre falli già nel secondo quarto.

Taranto si presenta con Salerno in quintetto, fresco di conferma (farà 7 punti a referto), con Leoncavallo, Moliterni, Fanelli e Giuffrè. Eppure inizia bene la partita del Cus che serve con continuità Leoncavallo in zona pitturata e difende sufficientemente bene. Dopo 4’ i liberi di Giuffrè valgono il 19-10. Molfetta resta a galla solo con le triple di Maggi. E rientra in finale di quarto con Taranto ancora avanti 28-23.

Il secondo quarto segna la svolta in negativo perché Giuffrè “cade” nel terzo fallo che di fatto lo limita e lo toglie della partita. Coraggio per il duo Voltasio-Santoro che gettano nella mischia, per allungare le rotazioni i due giovani scuola Virtus, Bitetti e Bisanti che segnano i primi punti della loro, si spera lunga, carriera nel basket nazionale. Taranto regge come può, con la difesa di Valentini, ma Grimaldi a metà quarto opera il sorpasso: 35-34. Poi ancora Maggi con la tripla che segna il 48-42 all’intervallo.

Ancora dalla distanza Molfetta colpisce alla ripresa delle ostilità, con De Falco e Grimaldi. Fanelli e Moliterni provano a tenere Taranto in partita ma ci riescono solo in parte perché il quarto si chiude sul 69-57 grazie ad un assist di Giuffrè per il canestro di Valentini.

Nell’ultimo quarto il Cus Jonico vorrebbe ma non può a causa della difesa dei padroni di casa e di una stanchezza evidente. È anche -19 per un attimo preludio all’87-71 finale che consegna 22 punti di Leoncavallo e 20 di Moliterni contro i 21 di Grimaldi e Maggi.

Ora, domenica prossima, “prima” casalinga al PalaMazzola. Ci vorrà tutto il sostegno del pubblico di Taranto per segnare contro Francavilla la prima vittoria della stagione e della storia in DNB.

Pallacanestro Scafati – Lions Bisceglie 71-69 (20-16, 13-16, 21-15, 17-18)
Pallacanestro Scafati: DI CAPUA 11 (4/6, 1/3), IZZO, ZACCARIELLO 7 (1/1, 1/1), REQUENA 10 (4/7, 0/1), CHIACIG 11 (5/9), RUGGIERO 15 (6/9, 0/3), MORUZZI, CANAVESI 15 (6/9, 1/2), MATRONE 2 (1/1). Allenatore: Sorgentone
Tiri Liberi: 8/10 – Rimbalzi: 32 24+8 (REQUENA 8) – Assist: 14 (DI CAPUA, IZZO, ZACCARIELLO, CANAVESI 3)

Lions Bisceglie: TORRESI LELLI 17 (1/3, 5/6), GAMBAROTA 5 (1/3, 1/2), CHIARIATTI 5 (1/3, 1/2), CANCELLIERI 9 (2/5, 1/3), DRIGO 6 (0/5, 1/2), ABASSI 11 (4/6, 1/4), STORCHI 2 (1/1, 0/1), DAMIAN CENA 14 (5/7, 0/4). Allenatore: Scoccimagro

Tiri Liberi: 9/12 – Rimbalzi: 26 19+7 (DRIGO 8) – Assist: 6 (DRIGO 4)
Arbitri: Borrelli, Guarino

Cestistica Bernalda – San Severo 71-81

(10-18; 24-26; 29-22; 8-15)
Tabellini: Bortone ne, Marisi 9, Cota 2, Savo Sardaro 13, Elias Rodriguez ne, Candela 10, Russo 20, Derraa 11, Martone 4, Laganà 2.

Che fosse dura lo abbiamo detto e ricordato diverse volte durante questa prima settimana di campionato, ma la partita di oggi è stata davvero più difficile del previsto. San Severo schiera un quintetto di primissimo livello, a fine gara tutti in doppia cifra i titolari di coach Galetti, con un Mauro Stella MVP assoluto del match.
I nostri ragazzi hanno cercato di difendersi nel migliore dei modi dagli attacchi dei dauni, ma il tridente composto da Scarponi, Pozzi e De Fabritiis, con il contributo superlativo di Stella, ha mostrato un gioco troppo sicuro e concreto.
Russo e compagni hanno dovuto sempre inseguire gli ospiti, ma grazie alla buona volontà e ad un gioco ben costruito ed eseguito sono riusciti a rimanere in partita, agguantando anche il 60 pari. Poi, purtroppo per i nostri colori, qualcosa non ha funzionato, e i giallo-neri ne hanno approfittato allungando e controllando fino al 40esimo, quando suona la sirena finale con il tabellone che segna -10 punti per il club lucano.
Diverse possono essere le recriminazione su vari episodi, ma per affrontare nel migliore dei modi la seconda settimana di campionato che porta la Cestistica Bernalda nell’ostica trasferta di Agropoli bisogna concentrarsi sugli errori commessi, sia dal punto di vista tecnico che comportamentale, e lavorarci sopra duramente, sicuri che sia l’unica ricetta vincente.
Da segnalare un PalaCampagna 6° uomo in campo, molto vicino alla squadra, soprattutto nei momenti più delicati della gara.
La speranza è che l’amore e la passione del popolo bernaldese continui a crescere giorno dopo giorno…

Basket Francavilla – Polisportiva Agropoli 77-90 (16-20, 14-20, 20-23, 27-24)

Basket Francavilla: Dagnello 20 (8/13, 1/7), Hidalgo 2 (1/7), Battaglia 6 (2/5, 0/4), Coluzzi 2 (1/3, 0/1), Di Marco 20 (5/6, 2/6), Dalovic 10 (1/1, 1/6), Camerini 12 (3/7, 2/2), Medizza 5 (2/3, 0/1). Allenatore: Oliva

Tiri Liberi: 13/17 – Rimbalzi: 28 16+12 (Camerini, Medizza 8) – Assist: 12 (Di Marco 4)
Polisportiva Agropoli: Buono 13 (3/4), Romano 18 (4/7, 3/6), Serino 30 (13/15), Spinelli 10 (2/2, 2/3), Palma 3 (1/3 da tre), Pongetti 9 (3/6, 1/5), Marulli 7 (1/6, 0/1) N.E.: Gallo.

Allenatore: Paternoster
Tiri Liberi: 17/21 – Rimbalzi: 34 27+7 (Serino 10) – Assist: 8 (Marulli 4)
Arbitri: Pepe, Schena

Lanciano Basket – Dynamic Venafro 77-64 (18-17, 17-17, 16-12, 26-19)

Lanciano Basket: Di Marco 7 (3/3), Castelluccia 22 (1/3, 5/9), Grosso 7 (2/4, 1/1), De Vincenzo 6 (0/2, 2/4), Bomba, Ucci 11 (3/5, 0/3), Martelli 12 (3/5, 2/6), Polonara 12 (6/9). Allenatore: Salvemini

Tiri Liberi: 11/16 – Rimbalzi: 30 25+5 (Martelli 8) – Assist: 25 (Martelli 7)
Dynamic Venafro: Carrichiello 13 (3/9, 0/2), Marinello 25 (8/12, 2/7), Minchella 2 (1/1, 0/1), Ferraro 3 (0/1, 1/1), Tamburrini 2 (1/2, 0/1), Vergara 8 (4/6, 0/2), Petrazzuoli 11 (2/5, 2/7). Allenatore: Mascio

Tiri Liberi: 11/13 – Rimbalzi: 28 24+4 (Vergara 7) – Assist: 15 (Minchella 5)
Arbitri: Vittori, Centonza

Buona la prima per la Bper Lanciano di coach Giorgio Salvemini, che all’esordio assoluto in Divisione Nazionale B centra il successo, regolando in casa la Dynamic Venafro.
Dopo un avvio di marca ospite, con i biancoblu che si portano avanti sul 05-10 dopo 5 minuti di gioco, grazie a un paio di bombe di Petrazzuoli, Lanciano si desta e recupera portandosi avanti con Martelli fino a chiudere il quarto avanti sul 18 a 16.
Con polonara subito carico di due falli Salvemini è costretto a tenere in panchina il lungo marchigiano, tuttavia il sostituto Matias Di Marco, arrivato dalla C regionale, non fa affatto rimpiangere il compagno, tanto da segnare in breve 7 punti e recuperare 4 palle, mandando in crisi l’attacco avversario. Proprio un canestro di Di Marco segna la prima fuga del lanciano sul 29 a 21, ma Marinello e compagni ricuciono lo strappo fino al 35 a 33 del riposo.
La partita rimane equilibrata anche nel terzo periodo, con Lanciano che solo nel finale trova un piccolo allungo con Castelluccia e Polonara. Il +6 del terzo periodo si trasforma presto in un +13 mortifero, grazie alle triple di Castelluccia (è il 34° minuto di gioco 65-52), ma Venafro ha ancora la forza di dire la sua e con un ottimo pressing si riporta sotto di sole 6 lunghezze (68-62) a 3 minuti dal termine, quando Lanciano trova la forza per mettere fine alla contesa, complice il 5° fallo di Carrichiello, che si becca un tecnico per proteste. Lanciano trova ancora un paio di belle combinazioni sull’asse Grosso, Martelli, Polonara e chiude, nella bolgia del palazzetto, col punteggio di 77 a 64.
Coach Salvemini è soddisfatto dell’esordio, ma sa che bisognerà lavorare per affinare i meccanismi di squadra e portare la Bper a centrare al più presto la salvezza, obiettivo dichiarato della società di Flavio Flaminio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy