Lega DNB – Tutta la 3a Giornata, del Girone B

Lega DNB – Tutta la 3a Giornata, del Girone B

Commenta per primo!

VIS SPILIMBERGO – URANIA MILANO 74 – 85 

Vis Spilimbergo: Mareschi, D’Andrea 2 (1/3), Magini 9 (1/3, 1/8), Jovancic 6 (2/3 da tre), Bagnarol 17 (3/6, 3/3), Bei 20 (8/10), Gaspardo T., Gaspardo D. 20 (5/9, 1/7) N.E.: Ferigutti, Paolo Passudetti

Tiri Liberi: 17/26 – Rimbalzi: 24 18+6 (Bei 8) – Assist: 15 (Bagnarol 6)

Urania Porta Vittoria Milano: Torgano 21 (4/8, 3/4), Chiragarula, Bianchi 10 (2/3, 2/4), Masieri 15 (3/5, 2/5), Paleari 11 (4/8), De Bettin 20 (6/12, 0/1), Janelidze 5 (2/3, 0/1), Pagani 3 (1/2 da tre) N.E.: Resca, Biganzoli

Tiri Liberi: 19/23 – Rimbalzi: 31 23+8 (Torgano 9) – Assist: 7 (De Bettin 4)

Arbitri:Canazza,De Biase

Prestazione superlativa dei ragazzi dell’allenatore Ghizzinardi che sbancano il parquet del Vis Spilimbergo grazie ad una prova sopra le righe di Marco Torgano (21 punti), sorretto da Federico De Bettin (20 punti), Luciano Masieri e Andrea Bianchi e Andrea Paleari, tutti a doppia cifra al suono della sirena.

Prossimo appuntamento, sempre in trasferta, domenica 27 Ottobre 2013 ore 18:00, contro la L.B. Basket Castellanza.

 

Robur et Fides Varese – Basket Lecco 66-51 (21-12, 15-12, 11-8, 19-17)

Robur et Fides Varese: Realini 13 (3/7, 1/4), Piccoli 3 (1/2 da tre), Santambrogio 10 (3/3, 1/2), Rovera F. 9 (3/5, 1/8), Mariani 3 (1/2, 0/1), Castelletta 5 (2/4, 0/1), Bellotti 6 (3/3, 0/2), Rovera M. 4 (2/3), Matteucci 13 (3/5, 2/4) N.E.: Innocenti

Tiri Liberi: 8/11 – Rimbalzi: 41 30+11 (Mariani 10) – Assist: 14 (Matteucci 5)

Basket Lecco: Casati 2 (0/1, 0/2), Angiolini, Cisse 16 (4/9, 1/3), Todeschini, Gatti 7 (2/10, 1/6), Bassani 8 (3/4), Novati 14 (4/9, 2/5), Negri 4 (2/3) N.E.: Massimo Cesana, Crippa

Tiri Liberi: 9/12 – Rimbalzi: 25 16+9 (Bassani 8) – Assist: 3 (Todeschini 2)

Arbitri:Calella,Nuara

Varese: i Blucelesti partono con Angiolini, Negri, Novati, Cisse e Gatti. Partenza con parecchi errori in attacco da entrambe le parti ed infatti dopo 4 minuti Lecco e’ sotto per 7 a 5. Lecco continua a pagare un po’ troppo sotto le plance, ma quando mette Bassani le cose cambiano riuscendo a tenere il passo di Varese ed a 2′ dal termine conduce 14 a 13. I Blucelesti giocano male gli ultimi 30″ quando Gatti crolla su Matteucci che va a segno da tre più il tiro libero e poi Varese chiude il primo quarto con un altro canestro di Realini sul 21 a 14.

Lecco inizia male anche il secondo quarto subendo i centri di Matteucci e Realini che portano Varese sul 25 a 14 dopo 2′ di gioco.

Varese, nella parte centrale del secondo quarto, trova il punto debole nella difesa di lecco giocando con i lunghi sotto canestro gioco che in le celesti mostrano di soffrire e così facendo, a 4′ dal termine, sono sul 31 a 22.

Lecco non riesce a cambiare marcia e con la difesa a zona soffre troppo l’attacco di Varese che chiude il quarto sul 36 a 26 che per Lecco e un lusso.

Varese inizia la ripresa continuando a macinare gioco, facendola da padrone sotto i tabelloni e così dopo 4′ di gioco si porta sul 43 a 30 con lecco che non riesce ad ingranare in attacco. Nonostante una non certo brillante prestazione in attacco Lecco riesce a tenere il distacco sul -11 a 4′ dal termine della terza frazione di gioco, anche perché Varese spreca l’impossibile nelle transizioni. I blucelesti arrivano così a chiudere il quarto sotto 47 a 34.

Il momento della svolta sembra arrivare dopo 1′ e 43″ quando Cisse va a canestro subendo fallo portando lecco sul 47 a 39. Ma Varese replica subito e dopo 4′ di gioco si riporta sul 52 a 39. Varese prosegue nella sua marcia anche grazie ad un illuminato Bellotti che comanda il gioco e va a segno. Sta di fatto che a 4′ dal termine i padroni di casa sono sul 58 a 44 con Gatti che esce per 5 falli.

Per lecco il solo Novati sembra reggere la barca con due centri da tre consecutivi. Negli ultimi due minuti Varese si limita a controllare la partita che finisce sul 51 a 66, meritandosi la vittoria.

Insomma un Basket Lecco completamente in serata no, che paga sotto tutti i punti di vista, sotto le plance, al tiro, nelle transizioni e che in pratica non entra mai in partita. speriamo che di serate come queste ne capitino proprio poche.

Scendendo più nel dettaglio Varese poteva contare su almeno tre lunghi che sotto le plance hanno fatto la differenza strappando 41 rimbalzi contro 25 di Lecco, una maggiore precisione al tiro da molti dei suoi giocatori 46% totale, mentre Lecco non era proprio in serata e lo dimostrano le basse percentuali chiudendo con un modesto 33%.

se poi aggiungiamo che i Blucelesti hanno sbagliato molti passaggi semplici e commettendo una serie di infrazioni di passi veramente imperdonabili. Serata da Dimenticare in fretta.

Infine, ciliegina sulla torta, l’infortunio al ginocchio sinistro di Angiolini che è sembrato abbastanza serio in attesa di ulteriori accertamenti.

“Non sono più in grado di motivare la squadra come una volta e di ribaltare lo spogliatoio quando le cose non vanno; sto pensando che forse è il caso di fare posto a qualcuno che sia capace di farlo meglio». Questo il fulmine a ciel sereno –o perlomeno non ancora nero- scagliato dal Presidente Tallarita al termine di un match, in un momento in cui sconfitta e infortunio, coadiuvati dal bruciore del momento, lasciano poco spazio all’ottimismo.

L’impressione di chi scrive, però, è quella di riportare uno sfogo, più che un proposito, dettato dal contesto e dalla riprovata passione di un Presidente che, ogni anno, investe soldi ed energia nella sua creatura, facendo pensare in grande una realtà che, non più di due anni fa, si confrontava con le difficoltà di un Campionato di C.

Tra l’altro, un’analisi esterna evidenzia un’autocritica fin troppo severa, dal momento che le motivazioni competono a giocatori –quasi tutti già avvezzi alla categoria- e allenatore; in questo senso, come ricordano bene proprio a Varese, Coach Piazza sembra la persona ideale per motivare i suoi uomini e, se necessario, ribaltare anche gli sgabelli dello spogliatoio bluceleste.

Adempiuto il dovere di cronaca, l’analisi tecnica delle statistiche -seguendo la legge dei numeri- evidenziaun 45 a 21 nel dato dei rimbalzi, a sottolineare la coperta bluceleste un po’ corta nel reparto dei lunghi, con un Gatti non propriamente pivot di ruolo e con un Crippa non ancora pronto. L’analisi del campo, però, non trova in questo dato il motivo principale della sconfitta; chiariamoci, se 14 rimbalzi di differenza garantiscono altrettanti possessi, quello che colpisce è il 51 alla voce “punti segnati”, con un altro 20% da oltre l’arco.

Subire qualche penetrazione al ferro, per la conformazione della squadra, sarebbe anche da mettere in conto ma, quello che non torna, è segnare 26 punti nei primi due quarti, perdere 14 palloni nel match e, soprattutto, mettere a referto solo 32 punti complessivi con gli esterni, di cui la metà del solo Cisse. Insomma, pur sottolineando con l’evidenziatore i meriti della difesa varesotta, urge ritrovare quella facilità nel fare canestro caratteristica di diverse partite di pre-stagione, dell’esordio in Campionato e -a tratti- del match contro Costa Volpino.

 

Pall. Orzinuovi – Amici Pallacanestro Udine 77-72 (25-19, 8-19, 23-22, 21-14)

Pall. Orzinuovi: Mazzucchelli 1 (0/1 da tre), Bertolini 19 (3/7, 4/6), Ferrarese 7 (1/3, 1/4), Braidot 11 (1/2, 3/6), Martini 5 (0/4, 1/3), Rinaldi, Micevic 26 (9/14, 1/2), Chiarello 6 (3/8), Trapella 2 (1/5) N.E.: Permon

Tiri Liberi: 11/16 – Rimbalzi: 39 31+8 (Trapella 10) – Assist: 14 (Ferrarese 5)

Amici Pallacanestro Udine: Dri 8 (2/7, 1/5), Piazza 24 (5/10, 4/7), Miniussi, Bellina 12 (3/5, 2/6), Munini 17 (5/11, 2/5), Vischi, Principe 3 (1/3), Piani 8 (1/4, 1/3) N.E.: Bianchini, Feruglio

Tiri Liberi: 8/16 – Rimbalzi: 38 27+11 (Bellina 10) – Assist: 10 (Dri 5)

Arbitri:Chiodi,Meneghini

Importante quanto sudata vittoria per la GaGà Milano Orzibasket che mantiene inviolato il
PalAmbienti e sconfigge la forte Pallacanestro Udine con il punteggio finale di 77-72.
Coach Eliantonio ha a disposizione la rosa al completo e schiera il quintetto tipo formato da Ferrarese, Bertolini, Braidot, Micevic e Chiarello; Paderni è costretto invece a rinunciare a Zacchetti e manda sul parquet Piazza, Piani, Dri, Munini e Bellina.

Dopo la prima fase di studio sale in cattedra un incontenibile Marko Micevic, che mette in mostra tutto il proprio talento offensivo, segnando dalla media, dalla lunga, in avvicinamento e spalle a canestro: ne escono 14 punti quasi consecutivi che decretano il +7 per i padroni di casa (17-10 al 7′). L’Orzibasket aggiusta la mira anche dalla lunga con due triple di Ferrarese e Martini e la replica di Dri dai 6,25 vale il +8 del primo intertempo (25-17 al 10′). L’avvio di secondo quarto è tutto di marca ospite: Dri, Principe e Munini riportano Udine a contatto (27-25 al 15′), e due bombe consecutive dello stesso Munini e di Piani concretizzano il sorpasso ospite (33-31 al 18′). Negli ultimi due possessi del quarto, prima Chiarello firma il pareggio dei padroni di casa e infine Bellina dall’arco manda Udine al riposo lungo avanti di 3 (33-36 al 20′).

Nel terzo quarto sale in cattedra Andrea Piazza: in piena trans agonistica infila tre triple pazzesche che valgono la doppia cifra di vantaggio per i friulani e costringono Eliantonio al time out (35-45 al 22′). Al rientro il GaGà Orzibasket infila un mini parziale di 7-0 e si riporta ad un possesso pieno di distacco (42-45 al 24′), ma ancora un incontenibile Piazza (15 punti nel quarto per lui) riporta Udine sul + 9 (47-56 al 28′). Orzinuovi non ci sta, mette tre triple filate (Bertolini, Micevic e Braidot) e all’ultimo riposo è sotto solo di due lunghezze (56-58 al 30′). L’ultimo quarto è per deboli di cuore: continui scambi di canestri mantengono il +4 ospite fino alla seconda tripla di Braidot per il nuovo -1 dei padroni di casa (64-65 al 35′). Segna su giro dorsale in allontamento Bellina (64-67), ma è l’ultimo fuoco di paglia degli ospiti, che subiscono un parzialone di 10-0 orceano innescato dalla terza tripla di Braidot e proseguito con due bombe consecutive di Luca Bertolini che mandano Orzi sul +7 (74-67) a poco più di 100 secondi dalla fine. Udine non ne
ha più, produce un solo canestro con Munini e neanche l’ultima meravigliosa tripla di uno
scintillante Andrea Piazza può evitare la sconfitta dei friulani, che cadono 77-72 nel tripudio di un PalAmbienti in delirio di gioia.

 

Pall. Costa Volpino – Treviso Basket 2012 64-57 (14-14, 15-14, 27-8, 8-22)

Pall. Costa Volpino: Centanni 12 (1/4, 2/4), Planezio 6 (1/2, 1/3), Baroni 2 (0/2, 0/2), Meschino 8 (3/7, 0/2), Belloni, Franzoni 4 (2/3, 0/1), Becerra 10 (1/7, 2/7), Guerci 16 (4/9, 1/2), Azzola 6 (2/3 da tre) N.E.: Ibrahimi

Tiri Liberi: 16/20 – Rimbalzi: 35 31+4 (Meschino 8) – Assist: 15 (Centanni 6)

Treviso Basket 2012: Parente 7 (0/4, 1/2), Maestrello 2 (1/5, 0/2), Cortesi 3 (0/4, 1/6), Gatto 11 (1/5, 1/2), Masocco 2 (1/1, 0/1), Cazzolato 6 (3/7, 0/2), Raminelli 9 (3/4), Prandin 15 (6/8), Rossetto, Vedovato 2 (0/2)

Tiri Liberi: 18/22 – Rimbalzi: 38 29+9 (Cortesi 12) – Assist: 11 (Cortesi 4)

Arbitri:Foti,Cordone

 

Orthos Basket Lugo – L.B. Basket Castellanza 54-59 (6-17, 14-17, 13-15, 21-13)

Orthos Basket Lugo: Montanari 4 (0/1, 0/2), Poluzzi 3 (1/1, 0/2), Paluan 6 (1/5 da tre), Legnani 3 (0/1, 1/3), Olivieri, Antrops 24 (3/8, 4/9), Simeoli 9 (3/18), Chiappelli 5 (1/4, 1/4) N.E.: Pasquali, Bazzocchi

Tiri Liberi: 17/22 – Rimbalzi: 32 19+13 (Antrops, Simeoli 7) – Assist: 5 (Montanari 2)

L.B. Basket Castellanza: Navarini 4 (0/2, 1/2), Cazzaniga 7 (3/9, 0/1), Penserini 11 (1/5, 2/2), Tavernelli 17 (4/5, 3/4), Maiocco 6 (3/5, 0/3), Milani 11 (4/10, 0/5), Maiocchi, Borroni 3 (1/2 da tre) N.E.: Guidi, Di Prenda

Tiri Liberi: 8/17 – Rimbalzi: 35 26+9 (Cazzaniga, Tavernelli 9) – Assist: 4 (Maiocco 2)

Arbitri:Semenzato,Maschietto

 

Sangiorgese Basket – Basket Rimini Crabs 87-91 (19-24, 25-24, 10-24, 33-19)

Sangiorgese Basket: Tomasini 10 (1/3, 2/4), Benzoni 23 (5/14, 1/6), Nasini 15 (4/7, 2/4), Zanelli 5 (2/2, 0/3), Marusic 8 (1/1, 1/4), Fabbricotti 6 (2/4 da tre), Saini 2 (1/2), Priuli 18 (8/10), Bertoglio N.E.: Vignati

Tiri Liberi: 19/27 – Rimbalzi: 41 20+21 (Priuli 7) – Assist: 14 (Zanelli 7)

Basket Rimini Crabs: Tassinari 16 (1/3, 4/6), Aglio, Gasparin 14 (4/8, 1/3), Silvestrini 16 (4/7, 1/1), Hassan 19 (2/3, 3/6), Brighi, Marengo 2 (1/1, 0/1), Bortolin 15 (6/6), Bosio 3 (1/3), Gabellieri 6 (2/2 da tre)

Tiri Liberi: 20/31 – Rimbalzi: 23 16+7 (Tassinari 9) – Assist: 20 (Gasparin, Hassan 6)

Arbitri:Coffetti,Borghi

 

Pienne Pordenone – Basket Montichiari 58-78 (13-18, 14-18, 15-16, 16-17)

Pienne Pordenone: Muner 6 (3/5, 0/3), Galli 6 (3/8, 0/2), Colamarino 5 (2/3, 0/4), Nobile 14 (4/7, 1/2), Rizzetto 2 (1/1), Panni 11 (1/5, 3/7), Zambon 4 (2/5), Ferrari 8 (4/8), Nata 2 (1/5), Begiqui

Tiri Liberi: 4/7 – Rimbalzi: 32 22+10 (Nobile 9) – Assist: 12 (Panni 4)

Basket Montichiari: Filattiera, De Guzman, Giovanelli 4 (2/3), Perego 12 (5/7, 0/1), Pagliari 17 (4/6, 3/3), Zanella 20 (9/11), Tedoldi, Mascadri, Scanzi 14 (3/6, 2/4), Conte 11 (2/4, 2/5)

Tiri Liberi: 7/10 – Rimbalzi: 35 30+5 (Perego 10) – Assist: 15 (Scanzi 5)

Arbitri:Degobbis,Andretta

La seconda trasferta stagionale della Contadi Castaldi Montichiari si conclude con una bella vittoria per 58 a 78. Sul difficile campo di Pordenone – nella terza giornata della Lega Adecco DNB – la squadra di coach Simone Morandi e del vice Giovanni Salvi ha meritato il successo andando subito in vantaggio e controllando il ritorno dei giocatori di Ciocca, mai rinunciatari.

La Friuladria incassa una pesante sconfitta casalinga ad opera di un Montichiari in splendida condizione fisica e autore di una partita praticamente perfetta. Emblematiche le dichiarazioni di fine partita del coach Cesare Ciocca. “ Nel primo quarto sul punteggio sul meno sei sono stati capaci di segnare per ben otto volte allo scadere dei ventiquattro secondi, conclusioni anche contestate dai nostri ragazzi che in difesa hanno lavorato bene. Una fisicità che non possiamo minimamente avvicinare – continua Ciocca- I lunghi hanno spadroneggiato anche per un approccio forse troppo morbido da parte dei nostri giocatori. La loro superiorità fisica è dimostrata dalla prestazione di Scansi che trovava vantaggi  in ogni parte del campo, spalle a canestro, in palleggio in avvicinamento e poi sugli scarichi con i piedi per terra ha realizzato con ottime percentuali. Il nostro lo abbiamo fatto, avevamo diversi giocatori con parecchi problemi fisici che a tratti avevano difficoltà a stare in campo.” Una fotografia difficilmente conestabile, il Montichiari visto al Forum è decisamente la squadra più forte incontrata sino a questi punto. Gran velocità nella gestione della palla e una infinita possibilità di conclusioni. In difesa grande concentrazione e pochissimi spazi concessi al pick and roll orchestrato da un Panni braccato da un implacabile Scansi. Una nota lieta per la Friuladria arriva dalla prestazione di Vittorio Nobile, ritornato il guerriero di sempre. Un po’ carente in fase offensiva ma presente anche a rimbalzo. Giornata nera per Zambon, schiacciato nella morsa dei lunghi avversari  mentre otrtimi segni di ripresa per Mattia Galli. Facile e del tutto inutile la cronaca: Il Montichiari inizia sbagliando meno (63% al tiro nei primi due quarti contr il 36 di Pordenone) in attacco e conquistato un largo margine controlla senza difficoltà alcuna.

La formazione del Presidente Foschetti parte subito bene riuscendo a scavare un piccolo solco con le triple di Pagliari, Conte e Scanzi (9-18 al 7′), poi nel finale Perego e Conte chiudono i primi 10′ sul 13 a 27. Nel secondo quarto i bianconeri controllano ancora il match e toccano le 20 lunghezze di vantaggio (21-41, 23-43), con le squadre che vanno al riposo sul 27 a 45 con il canestro di Giovanelli in 1 contro 1. Più equilibrato il terzo periodo con Pordenone che prova a recuperare (33 a 47 al 24′) ma Giovanelli, Scanzi, Perego e Zanella riportano il vantaggio a +20 (38-58), con il 30′ che termina sul 42 a 61. Negli ultimi dieci minuti la Contadi Castaldi inizia con un break di 0 a 6 toccando il massimo vantaggio della partita (42-67), poi perde di intensità subendo un parziale di 10 a 0 (52-67 al 36′). Scanzi interrompe il digiuno dalla lunetta (52-69) e il finale è ancora favorevole agli ospiti che chiudono la partita con 9 punti di Zanella e con Morandi che getta nella mischia anche Tedoldi, De Guzman e nuovamente Mascadri.
“Abbiamo rispettano la parte individuale difensiva nel migliore dei modi” spiega coachSimone Morandi “chiudendo quasi tutte le loro iniziative individuali mentre in attacco abbiamo eseguito bene i nostri giochi con qualche piccolo passaggio a vuoto”.

Prossimo impegno, quello casalingo al PalaGeorge di Montichiari domenica 27 ottobre alle ore 18.00 contro la Graphistudio Spilimbergo.

LA CLASSIFICA

L.B. BASKET CASTELLANZA 6 3 3 0
URANIA MILANO 6 3 3 0
PALL. ORZINUOVI 4 3 2 1
ROBUR ET FIDES VARESE 4 3 2 1
PALL. COSTA VOLPINO 4 3 2 1
BASKET MONTICHIARI 4 3 2 1
BASKET RIMINI CRABS 4 3 2 1
AMICI PALLACANESTRO UDINE 2 3 1 2
SANGIORGESE BASKET 2 3 1 2
TREVISO BASKET 2012 2 3 1 2
PIENNE PORDENONE 2 3 1 2
BASKET LECCO 2 3 1 2
ORTHOS BASKET LUGO 0 3 0 3
VIS SPILIMBERGO 0 3 0 3
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy