Lega DNB – Tutta la 4a Giornata, del Girone D

Lega DNB – Tutta la 4a Giornata, del Girone D

Commenta per primo!

Valle D’Itria Martina Franca – Cus Jonico Taranto 68-55 (16-13, 15-13, 16-13, 21-16)

Valle D’Itria Martina Franca: Di Bello 5 (2/5, 0/1), Danna 4 (2/3, 0/3), Fedele, Cantagalli 14 (3/5, 1/5), Poti’ 12 (0/1, 4/5), Verri 6 (3/10, 0/1), Vignali 2 (1/1, 0/4), Maria Maritano 12 (6/10), Raffaelli 13 (2/2, 3/7) N.E.: Friuli

Tiri Liberi: 6/9 – Rimbalzi: 32 20+12 (Verri 8) – Assist: 14 (Danna 6)

Cus Jonico Taranto: Bisanti 7 (2/3, 1/2), Leoncavallo 4 (2/6), Moliterni 21 (6/9, 1/6), Gianfranco 5 (1/4, 0/1), Salerno 10 (3/5, 1/4), Pizzo 3 (0/5, 1/1), Sarni 5 (1/2 da tre), Appeso N.E.: Basile, Marzulli

Tiri Liberi: 12/18 – Rimbalzi: 29 22+7 (Gianfranco 9) – Assist: 9 (Gianfranco 3)

Arbitri:Napolitano,Pagano

 

Primo sorriso per Martina, ennesima sforunta per Taranto. In sintesi il derby è questo. La Fortitudo si impone in casa 68-55 su un Cus Jonico vessato ancor di più dagli infortuni. A quelli di Giuffrè e Fanelli in partenza si sono aggiunti in corso di partita quelli di Sarli e Bisanti. Una vera e propria maledizione. Alla Fortitudo basta andare con regolarità a canestro (Cantagalli, Potì, Maritano e Raffaelli in doppia cifra) e reggere la generosa partita di tutti i superstiti cussini a cominciare da Moliterni autore di 21 punti.

Ancora in contumacia Giuffrè e Sarli, coach Leale parte con Salerno, Sarli, Moliterni, Leoncavallo e Pizzo. Fantozzi risponde con Cantagalli, Verri, Potì, Maritano e Danna.

Comincia meglio Martina con Verri, Catagalli e Potì: 9-2 al 5’ e Leale costretto al time out. Dentro subito Valentini a cui il Palawojtyla aveva tributato il giusto applauso prima del match dopo i 4 anni in Valle d’Itria del pivot. Moliterni rompe il digiuno cussino dal campo, Sarli lo imita da tre: la premiata ditta ionica restituisce il break, 7-2, e stavolta e coach Fantozzi a rifugiarsi nel time-out sull’11-9 al 7’. Vignali e Danna spingono avanti Martina, per un attimo a +5, Poi Leoncavallo e Sarli per il 16-13 finale del primo quarto.

Ennesima tegola per il Cus che sull’ultima azione perde anche Sarli, in campo il giovane Bisanti. Martina allunga 20-13 al 12’; Salerno sale in cattedra e firma 5 punti di fila ma è un attimo perché la Fortitudo con Raffaelli torna avanti di 8 al 14’. Bisanti la sua grande occasione con una tripla,  Taranto ha un sussulto con Salerno e Valentini e torna a -3. Prima del riposo un canestro di Maritano manda le squadre negli spogliatoi sul 31-26 per i padroni di casa.

Moliterni fa gli straordinari, 6 punti, Taranto resta in scia 36-32 al 23’. Ma quando Raffaelli e Maritano alzano il ritmo Martina scappa avanti a +11 al 26’ con Di Bello. Leale gioca anche la carta Appeso con Taranto che resta attaccata con le unghie e con i denti alla partita anche grazie ad un altro canestro di Bisanti che fissa il punteggio sul 47-39 Martina alla fine del terzo quarto.

L’ultimo quarto si apre con la tripla, ottavo punto, di Bisanti (per il -5 Cus) che successivamente mette male il piede e si infortuna pure lui. L’arbitro non ferma l’azione, Martina segna, e non viene concesso nemmeno il minuto con il giovane giocatore ionico portato fuori in barella. Con Taranto ridotta ai minimi termini la Fortitudo segna il 58-46 con la doppia tripla di Potì a cui risponde solo in parte Pizzo. La partita la riapre ancora una volta Moliterni con 5 punti in fila per il 58-53 a 4’ dalla fine che costringe Fantozzi a schiarire le idee ai suoi. E ci riesce: Verri, Danna e Cantagalli segnano i punti che di fatto consegnano alla Valle d’Itria Basket il derby e la prima vittoria in campionato. Finisce 68-55 per i martinesi. Il Cus Jonico esce a testa alta dal Palawojtyla ma ancora una volta con le ossa rotte e non in senso figurato.

Dynamic Venafro – Cestistica Bernalda 52-59 (9-15, 21-15, 10-11, 12-20)

Dynamic Venafro: Montanaro, Carrichiello 10 (5/9, 0/4), Marinello 16 (2/3, 4/10), Minchella 1 (0/1, 0/1), Ferraro 3 (0/2, 1/2), Tamburrini 3 (1/3 da tre), Vergara 6 (3/10, 0/2), Durante 2 (1/2), Petrazzuoli 11 (3/8 da tre) N.E.: Ricci

Tiri Liberi: 3/6 – Rimbalzi: 30 21+9 (Marinello 6) – Assist: 11 (Petrazzuoli 4)

Cestistica Bernalda: Marisi 2 (1/1, 0/3), Pio Cota 10 (1/3, 1/4), Savo Sardaro 5 (1/2, 1/2), Elias Lopez Rodriguez, Candela 16 (2/5, 3/4), Russo 11 (3/6, 1/1), Derraa 9 (1/3, 2/6), Martone 6 (2/6) N.E.: Bortone, Lagana’

Tiri Liberi: 13/21 – Rimbalzi: 30 25+5 (Derraa 7) – Assist: 4 (Derraa 3)

Arbitri:Gaudino,De Prisco

 

===============================================

Lanciano Basket – Givova Scafati 62-76 (14-17, 21-17, 16-17, 11-28)

Lanciano Basket: Muffa 2 (1/1), Di Marco 4 (2/3, 0/2), Grosso 15 (5/8, 1/4), De Vincenzo 5 (1/2, 1/4), Bomba 2 (1/2, 0/3), Ucci 9 (3/5, 1/4), Martelli 13 (4/7, 1/7), Polonara 12 (3/8, 2/4) N.E.: Di Matteo, Torosantucci

Tiri Liberi: 4/6 – Rimbalzi: 30 23+7 (Martelli 10) – Assist: 16 (Polonara 5)

Givova Scafati: Di Capua 6 (0/1, 2/4), Izzo 2 (1/5, 0/2), Zaccariello 14 (2/4, 3/6), Requena 11 (4/8, 0/4), Chiacig 21 (8/11), Ruggiero 14 (1/4, 3/6), Canavesi 8 (2/4, 1/1) N.E.: Pirrone, Argentieri, Matrone

Tiri Liberi: 13/19 – Rimbalzi: 38 29+9 (Chiacig 9) – Assist: 21 (Ruggiero 7)

Arbitri:Dionisi,Vita

Il big match della quarta giornata si svolge a sorpresa sul campo della Bper Lanciano, che affronta da capolista la favoritissima Givova Scafati del grande Roberto Chiacig (185 presenze in nazionale maggiore), compagine solo di passaggio in questa categoria, come recita uno striscione degli “aficionados” campani.
I gialloblù, seppur privi di un uomo fondamentale come Luca Castelluccia, appiedato da un problema muscolare, giocano una gara di rara intensità, mettendo in seria difficoltà gli uomini di Sorgentone per almeno 3 quarti.
La tattica di coach Salvemini è semplice, tenere altissimo il ritmo del gioco per avere ragione dei più quotati avversari e il giochetto riesce a meraviglia per larga parte dell’incontro.
Pronti via e Lanciano mette subito gli avversari alle corde con un 6 a 0 firmato Polonara-Bomba-Martelli. Scafati risponde con Zaccariello, Canavesi e Ruggiero e il primo quarto vola piacevole e spettacolare con un ritmo infernale che decreta un sostanziale equilibrio al termine della prima frazione (14-14).
In avvio del secondo quarto Scafati fa valere i centimetri, come prevedibile, e Chiacig, Requena e Canavesi portano avanti gli ospiti sul 18 a 23. Lanciano è però una furia e prima Polonara e Martelli vanno a segno dall’arco, poi Grosso con un gioco da 3 porta di nuovo i gialloblù avanti sul 27 a 25, infiammando il pubblico accorso numeroso sugli spalti. Gara avvincente fino al riposo con Lanciano avanti 35 a 31.
Nella ripresa la Bper torna avanti di 6 lunghezze grazie alla tripla di Ucci e al canestro di Grosso (40-34), ma Scafati si tiene a stretto contatto con Ruggiero e Zaccariello, bravi a centrare un paio di bombe fondamentali per restare in partita.
A 1’20” dal termine del quarto il lungo ospite Canavesi è costretto a chiedere il cambio, a causa di un contatto violento con Polonara che gli causa un colpo di frusta. Torna in campo Roberto Chiacig e prende Scafati per mano. De Vincenzo con una bomba fissa il punteggio sul 51 a 48.
Nell’ultima frazione Lanciano tira i remi in barca, i ragazzi di coach Salvemini, che hanno speso tutte le energie nei primi 3 quarti, faticano a mantenere il ritmo forsennato dei primi minuti e Chiacig e compagni vanno a nozze nell’area pitturata avversaria infilando a ripetizione i padroni di casa. Gli ospiti mettono la freccia e passano a condurre in breve di 7 lunghezze, quando coach Salvemini si vede fischiare un fallo tecnico per proteste (56-63) a 5 minuti dal termine. Scafati capitalizza al meglio l’occasione e si porta avanti di 11 punti chiudendo di fatto la contesa.
Le ultime velleità del Lanciano s’infrangono sul ferro del canestro, con conclusioni forzate da 3 punti, frutto di scarsa lucidità e della stanchezza. Scafati chiude sul 62 a 76 e si lancia alla rincorsa della promozione. Lanciano esce a testa altissima e tra gli applausi convinti dei propri sostenitori.
Nessun dramma per i ragazzi di Salvemini, un pizzico di rammarico per l’assenza di Castelluccia, ma il campionato continua e dopo il turno di riposo i frentani torneranno in campo ancora fra le mura amiche contro Molfetta.

===============================================

Lions Bisceglie – Pall. Molfetta 63-49 (22-16, 16-16, 12-11, 13-12)

Lions Bisceglie: Torresi Lelli 10 (1/2, 2/5), Gambarota 2 (1/4, 0/3), Chiariatti, Cancellieri 11 (4/5, 1/3), Drigo 10 (4/8, 0/4), Abassi, Storchi 11 (3/7, 1/5), Damian Cena 19 (5/8, 3/7) N.E.: Rianna, Lombardi

Tiri Liberi: 6/7 – Rimbalzi: 41 30+11 (Storchi 11) – Assist: 15 (Cancellieri 7)

Pall. Molfetta: Grimaldi 4 (2/3, 0/5), De Falco 10 (1/8, 2/5), Bertona, Longobardi 10 (5/9, 0/6), Azzollini, Corazzon 3 (0/6, 1/3), Maggi 22 (7/11, 2/6) N.E.: Gadaleta, Spadavecchia, Murolo

Tiri Liberi: 4/5 – Rimbalzi: 36 26+10 (Longobardi 12) – Assist: 10 (Maggi 4)

Arbitri:Pepe,Spano

Un’Ambrosia determinata riscatta la sconfitta di Lanciano imponendosi con autorevolezza su Molfetta in un derby controllato fin dai primi minuti. Il team di Pasquale Scoccimarro ha fatto valere la maggiore organizzazione di gioco e la superiore profondità dell’organico.

I nerazzurri hanno saputo gestire la situazione, scavando il solco già nel primo quarto, pur senza andare oltre i 17 punti di vantaggio nel corso di tutto il match. Trascinato dall’ottimo Enzo Cena, Bisceglie (quattro atleti in doppia cifra) non ha dilagato per colpa di percentuali troppo basse al tiro (24% da tre) e all’alto numero di palle perse (16).

Molfetta (31% dal campo) ha cercato di rientrare nel match risalendo fino al -8 a due minuti dalla conclusione, pagando le rotazioni corte e un quarto periodo a secco di Andrea Maggi, che con 22 punti aveva fino a quel momento tenuto a galla la formazione allenata da Giovanni Gesmundo.

===============================================

Nuova Pallacanestro Monteroni – Basket Francavilla 60-76 (17-28, 12-28, 14-10, 17-19)

Nuova Pallacanestro Monteroni: Ingrosso 2 (1/4, 0/2), Paiano 11 (5/7), Provenzano 17 (3/9, 3/7), De Giorgio 4 (1/2, 0/1), Serio 2 (1/2), Errico, Spada 6 (3/4, 0/3), Leucci 2 (1/2, 0/1), Brunetti 7 (0/2, 1/3), Martino 9 (3/7, 1/1)

Tiri Liberi: 9/18 – Rimbalzi: 33 22+11 (Brunetti 10) – Assist: 9 (Provenzano 3)

Basket Francavilla: Dagnello 17 (5/6, 1/4), Hidalgo 11 (5/9, 0/1), Battaglia 6 (3/4, 0/1), Coluzzi 5 (2/2), Di Marco 15 (0/1, 5/9), Dalovic 5 (1/1, 1/4), Camerini 11 (4/4, 1/4), Medizza 6 (3/5) N.E.: Vitale, Urso

Tiri Liberi: 6/11 – Rimbalzi: 30 30+0 (Camerini 10) – Assist: 17 (Hidalgo 6)

Arbitri:Leggiero,D’Errico

===============================================

Polisportiva Agropoli – SSD Cestistica San Severo 75-62 (22-8, 17-8, 11-18, 25-17)

Polisportiva Agropoli: Buono 3 (1/2), Romano 20 (1/2, 2/8), Serino 20 (7/11, 2/4), Spinelli, Cacace 12 (3/5, 2/3), Pongetti, Antonietti 2 (1/1, 0/1), Palma 9 (0/2, 3/8), Marulli 9 (1/8, 1/7) N.E.: Di Luccio

Tiri Liberi: 17/26 – Rimbalzi: 44 29+15 (Serino 14) – Assist: 6 (Marulli 3)

SSD Cestistica San Severo: Stella 10 (3/7, 0/2), Mirando, De Fabritiis 20 (4/11, 3/5), Cicive 4 (2/4), Pozzi 12 (2/7, 1/7), De Gregorio, Sorrentino, Scarponi 16 (4/6, 2/8) N.E.: Mastromatteo, Cecchetti

Tiri Liberi: 14/20 – Rimbalzi: 27 20+7 (Pozzi 9) – Assist: 1 (Scarponi 1)

Arbitri:Cannoletta,Ascenzi

LA CLASSIFICA

GIVOVA SCAFATI 8 4 4 0
POLISPORTIVA AGROPOLI 8 4 4 0
SSD CESTISTICA SAN SEVERO 6 4 3 1
BASKET FRANCAVILLA 6 4 3 1
LANCIANO BASKET 6 4 3 1
CESTISTICA BERNALDA 4 4 2 2
LIONS BISCEGLIE 4 4 2 2
MARTINA FRANCA 2 3 1 2
PALL. MOLFETTA 2 4 1 3
NUOVA PALLACANESTRO MONTERONI 2 3 1 2
S.MICHELE MADDALONI 0 3 0 3
CUS JONICO TARANTO 0 4 0 4
DYNAMIC VENAFRO 0 3 0 3
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy