Lega DNC, Girone D – tutte le cronache della 6a Giornata

Lega DNC, Girone D – tutte le cronache della 6a Giornata

Commenta per primo!

Pall. Monsummano – Juve Pontedera 73-56 (15-14, 17-14, 24-15, 17-12)

Pall. Monsummano: Zani 11 (3/7, 1/3), Marchi 13 (2/4, 3/6), Niccolai 9 (0/2, 3/4), Bargiacchi 1, Barontini 3 (1/1, 0/1), Vannini 14 (7/13), Tempestini 8 (1/2, 2/5), Ambrosino, Piccoli, Verdiani 14 (2/2, 2/2)

 

Tiri Liberi: 8/11 – Rimbalzi: 37 31+6 (Verdiani 8) – Assist: 16 (Tempestini 7)

Juve Pontedera: Romiti, Casavecchia 2 (1/3), Ruberti 8 (3/7, 0/3), Ragli, Migli 17 (5/8, 2/4), Cerri 2 (1/3), Giorgi 6 (3/5, 0/2), Falchi 8 (2/5, 1/6), Tozzini 8 (3/7, 0/2), Doveri 5 (0/3, 1/5)

Tiri Liberi: 8/11 – Rimbalzi: 35 21+14 (Ruberti, Cerri 7) – Assist: 3 (Falchi 2)

Tornano a casa con un meno 17 i ragazzi di Carlotti, ma la partita è stata estremamente combattuta, e la corazzata Monsummano ha dovuto sudare per strappare il risultato. Migli e compagni sono rimasti attaccati alla partita fino al terzo quarto, quando un interlocutorio 5/7 da tre dei pistoiesi, ha indirizzato la partita verso la squadra pistoiese. Da segnalare l’esordio stagionale del 95 Zaccariello.

===============================================

Us Loreto – Bottegone Basket S.Angelo 78-83 (19-21, 26-21, 17-21, 18-19)

Us Loreto: Di Sciullo 13 (2/3, 3/9), Martinelli 7 (1/3, 1/6), Gattoni 12 (3/8, 2/4), Cardinali 28 (8/10, 2/6), Iannetti 2 (1/1, 0/1), Calcagnini 1 (0/2), Cecchini 15 (7/12) N.E.: Terenzi, Mazzoleni, Ginesi

Tiri Liberi: 10/12 – Rimbalzi: 28 23+5 (Martinelli, Cardinali 6) – Assist: 13 (Cardinali 4)

Bottegone Basket S.Angelo: Giannini 8 (2/4, 1/5), Paci 12 (1/2, 3/5), Staino 16 (3/4, 3/8), Rossi 21 (9/12), Marconato 13 (2/4, 2/6), Bongi 5 (1/2, 1/2), Visigalli 6 (3/6), Giusti 2 (1/1), Natali N.E.: Banchelli

Tiri Liberi: 9/12 – Rimbalzi: 27 23+4 (Marconato, Bongi 6) – Assist: 14 (Marconato, Bongi 4)

Bottegone a corrente alternata espugna Loreto e ritorna in testa in solitaria, almeno per una notte.

Coach Valerio trova subito uno Staino scatenato: dopo un paio di minuti di studio si incendia l’esterno giallonero che ne piazza 7 in fila e dà la prima spallata al match trascinando i suoi sul più 9. Il problema di Bottegone è però la continuità e così come improvvisamente si acceso l’attacco, si spegne e negli ultimi due minuti del quarto mette insieme solo tre palle perse e un errore al tiro così che i marchigiani rientrano al 19-22 del 10′. I pistoiesi riscappano sul più 5 dopo poco di più di 30″, poi altro black out, ancora più pesante. Loreto riparte dalle triple (2 di Cardinali e di Di Sciullo in rapida sequenza) per un parziale di 11-0 che cambia l’inerzia. E’ il solito Staino a far respirare gli ospiti dopo 4′ di apnea, ma i marchigiani non hanno intenzione di fermarsi e arrivano alla doppia cifra di vantaggio arrotondando il break sul 17-2 (40-28 a 4′ dall’intervallo). Stavolta però la luce va via ai padroni di casa: dopo il canestro di Rossi entra in ritmo Marconato che con 8 punti in amen trascina i suoi ad un possesso di distanza, anteprima del pareggio di Paci a quota 43. Il canestro sulla sirena di Gattoni dà il la ad un altra fuga marchigiana che iniziano con il peide giusto il terzo tempino. A Di Sciullo e compagni la Valentina’s risponde solo con un libero di Giannini e dopo poco più di 2′ Loreto è nuovamente avanti di 12 con coach Valerio già a quota due time out chiamati. La seconda sospensione però fa bene, ma non da subito: servono due errori di Staino prima che parta la riscossa giallonera iniziata da Visigalli e perfezionata dalla tripla del più uno di Paci, ma con la partecipazione di tutti i pistoiesi. E quando l’unico che era rimasto in disparte, Bongi, decide di dire la sua Bottegone vola sul più 4 (60-64) con i padroni di casa costretti a soli 4 punti in oltre 7′. Di Sciullo risorpassa in avvio ultimo tempino, ma la gara sembra aver ripreso la via della Toscana: i gialloneri, nonostante qualche pallone butto via, ripassano avanti, prima con la coppia Paci-Staino più timidamente, poi con Rossi e Giannini in quello che sarà l’allungo decisivo. A 3′ dalla sirena siamo infatti sul più 8, Loreto ci prova con la tripla di Gattoni e con i falli, ma alla fine il tabellone dice 78-83 per Bottegone.

===============================================

Robur Basket Osimo – Vigor Matelica 79-73 (19-20, 17-20, 18-10, 25-24)

Robur Basket Osimo: Mosca 2 (1/1, 0/1), Di Maggio 8 (1/1, 2/4), Cardellini 14 (3/5, 2/5), Monticelli 27 (3/5, 3/7), Mancinelli 8 (4/8, 0/1), Scrima 2 (1/3, 0/3), Valentini 8 (3/11, 0/1), Graciotti 2 (1/2, 0/1), David 8 (4/5, 0/1) N.E.: Pistola

Tiri Liberi: 16/22 – Rimbalzi: 40 25+15 (Valentini 10) – Assist: 10 (Monticelli 5)

Vigor Matelica: Porcarelli, SORCI 17 (3/4, 3/8), Pecchia 2 (1/4), NOVATTI 22 (6/7, 2/5), MONTANARI, Gatti, Quercia 13 (1/4, 3/7), Paoletti 8 (2/3, 0/2), Usberti 11 (5/8, 0/4) N.E.: Bracchetti

Tiri Liberi: 13/15 – Rimbalzi: 23 20+3 (Usberti 5) – Assist: 9 (Pecchia, Usberti 3)

Partiamo dal finale. A due minuti dalla fine il canestro di Paoletti lancia la Vigor Matelica sul 69-73. Sembra ormai quasi fatta per gli uomini di coach Sonaglia, mentre le speranze per la Robur sono ridotte al lumicino. Il cronometro è nemico dei roburini, ma in due minuti succede quello che in pochi si sarebbero aspettati. Monticelli va dalla lunetta e fa 1/2, Pecchia si fa stoppare il tiro da Valentini e Cardellini buca la retina con la bomba che vale il pareggio sul 73-73. Manca ancora un minuto da giocare, quasi un’eternità. Ma la Robur non si ferma e ciò che sembrava impossibile, decide di portarlo a compimento fino in fondo. Monticelli va dalla lunetta e non sbaglia, Valentini recupera un rimbalzo e la mette dentro mentre Matelica deve fermarsi di fronte la difesa famelica dei ragazzi di coach Francioni che non concedono neanche un punto. Il cronometro si arresta sul canestro di Mancinelli e il tabellone segna 79-73. Parziale di 10-0 in due minuti, quello che sembrava impossibile diventa realtà e il PalaBaldinelli può esultare. La Robur fa suo il derby, conquista altri due punti e continua la sua corsa in vetta. E pensare che la partita non si era messa bene per i roburini. Partiti con un 1-7 dopo pochi minuti a favore degli avversari, erano riusciti a ricucire lo strappo e a chiudere la prima frazione sul 19-19. Partita intensa e tirata anche nella seconda frazione, con i maceratesi che trovavano punti dal duo Quercia e Novatti (il migliore dei suoi). Si andava al riposo lungo sul 36-39. Alla ripresa delle ostilità dopo esser stati sotto per quasi tutto il tempo, nel finale i ragazzi di coach Francioni recuperavano con un micidiale break di 9-0 grazie alle triple di Monticelli e Di Maggio, chiudendo sul 54-49. Ultimo quarto in cui Matelica trovava punti pesanti con Novatti e le bombe di Sorci, che permettevano agli uomini di coach Sonaglia di arrivare a toccare il +8 sul 63-71 con tre minuti da giocare. Poi la svolta. Novatti esce per il quinto fallo. Ma Matelica sembra ancora viva, nonostante tutto. Prima dell’incredibile finale. “Sembrava una partita persa. Invece con una grande prova di carattere, grinta e determinazione siamo riusciti a rimetterci in carreggiata e a portare a casa due punti che sembravano impossibili – ha dichiarato coach Francesco Francioni – siamo stati bravi nel finale quando abbiamo fatto pressing a tutto campo, imprimendo un’accelerata al ritmo notevole che ha messo la Vigor in seria difficoltà. Bravi anche in attacco dove abbiamo trovato buone soluzioni. Il merito della vittoria è del collettivo anche chi ha giocato meno minuti ha dato il suo contributo fondamentale, come Mosca e Graciotti.” La Robur rimane in vetta alla classifica ma coach Francioni tiene tutti con i piedi per terra: “Dico ai miei ragazzi di non guardare la classifica perché il campionato è ancora molto lungo, dobbiamo solo pensare a noi stessi e lavorare come sempre con grande impegno in settimana per prepararci al meglio per ogni partita”.

===============================================

Nuovo Basket Altopascio – Gs Folgore 72-79 (26-20, 19-20, 11-18, 16-19)

Nuovo Basket Altopascio: Fiorindi 6 (3/4, 0/3), Del Carlo 12 (3/4, 1/2), Giannechini, Lazzeri A. 5 (1/1, 1/2), Armillei 21 (5/8, 3/9), Petrucci 3 (0/2, 1/5), Helmut Vincenzini 2 (1/3, 0/4), Tozzini 10 (5/8), Lazzeri A. 13 (4/6, 1/3) N.E.: Mandroni

Tiri Liberi: 7/13 – Rimbalzi: 37 26+11 (Lazzeri A. 8) – Assist: 11 (Fiorindi, Petrucci, Tozzini 3)

Gs Folgore: Danesi 10 (1/4, 2/6), Loni 7 (3/6, 0/1), Caciolli 8 (3/4, 0/1), Casciani 2 (1/6, 0/5), Melosi 26 (7/12, 1/3), Cei 7 (2/3, 0/2), Tessitori 19 (9/11) N.E.: Innocenti Camiciottoli, Susini, Cimo’

Tiri Liberi: 18/29 – Rimbalzi: 34 24+10 (Tessitori 11) – Assist: 12 (Danesi, Caciolli, Casciani, Melosi, Cei 2)

Il Bama non ce la fa a regalarsi la prima vittoria in campionato. Cede al cospetto di una squadra con talento e budget nettamente superiori ma lotta fino alla fine, stando avanti per più di metà del match. Poi lo bravura di Melosi, che ha ovviato alla giornata non eccelsa di alcuni suoi compagni, e lo strapotere fisico di Tessitori, sul quale é stata applicata una difesa della serie “il mal voluto non é mai troppo”, hanno fatto la differenza negli ultimi minuti. Ad essere onesti la differenza probabilmente l’ha fatta anche il brutto infortunio occorso a Armillei a -6’01” sul 63-65: in uno scontro di gioco la guardia rosablu (21 punti per lui fino a quel momento) ha riportato la frattura scomposta del setto nasale, trasportato all’ospedale alla fine del match. Come si suol dire piove sul bagnato. Restando in tema di episodi che ormai divengono una triste realtà i consueti 28 falli a 12 ( e conseguenti 29 tiri liberi contro 13) per gli altopascesi. Con la chicca di un 7 a 0 nel terzo quarto, fatto assolutamente inconcepibile in un match combattuto di un campionato nazionale. Misteri…grigi. L’inizio vede Armillei immarcabile, segna da tutte le posizioni (10-2) e la difesa altopascese tiene. Ci pensa Tessitori a riportare i suoi in gara senza che nessuno cerchi di fermarlo mandandolo in lunetta, da sempre suo tallone d’achille, ingenuità colossale. 26-22 al primo fischio e da quel momento gara in equilibrio. Tonfoni prova una zona subito punita da una tripla di Danesi. Casciani, non al meglio, ha le polveri strabagnate ma sale di tono Melosi. Del Carlo e Alberto Lazzeri rispondono per il 45-42 all’intervallo. Terza frazione e la maggior caratura avversaria esce fuori con l’arbitro Boni che sancisce 3 e 4 fallo per Del Carlo, 7 falli ai rosablu e nessuno ai biancoverdi. Ci sono processioni in lunetta per i ragazzi di Barontini che onestamente giocano meglio e con più grano salis andando anche a +10 (47-57). Il Bama reagisce col cuore tornando a -1 (56-57) con una tripla di Andrea Lazzeri. Caciolli, al quale viene concessa un autostrada, allunga ancora con un “and&one” (56-60) al terzo fischio. Ultima frazione e partita in equilibrio (63-65) quando il Bama perde Armillei e Petrucci compie il quarto fallo (uscirà per 5). Il match si fa in salita e Melosi sale in cattedra facendo male insieme ad alcuni piazzati di Loni. Allungano gli ospiti ma gli altopascesi non mollano (68-69 con tripla di Del Carlo a – 3’51”). Da lì in poi le solite palle perse  abbinate a scelte di tiro cervellotiche spianano la strada agli ospiti che vincono con merito. Adesso ci sono da valutare le condizioni della guardia altopascese per la quale si teme uno stop. “It’s raining on the wet”…dicono dalle parti di Kensington…

===============================================

Liburnia Basket – Asd Valdisieve 66-59

LIBERTAS LIBURNIA: Seminara, Niccolai 13, Dell’Agnello G. ne, Tellini 4, Stolfi18, Sidoti 2, Mori ne, Benini 6, Nesti 15, Dell’Agnello T. 8. Allenatore: Pardini.

LOREX SPORT BASKET VALDISIEVE: Rossi, Corsi 3, Provenzal 6, Michelacci 11, Tamperi, Occhini 20, Beconcini, Cherici 7, Giuliana 12, Barchielli. Allenatore: Serravalli.

ARBITRI: Machetti e Martelli.

PARZIALI: 26-13, 40-35, 55-51.

La Libertas batte Valdiiseve e resta nelle zone alte della classifica, al termine di una sfida combattuta fino alla fine, a dispetto di un avvio dominato: sette a zero e due falli a carico dei biancoverdi in sessanta secondi. Leggi la cronaca sul nostro web partner Toscana Basket Live

===============================================

Basket Gubbio – Club Pallacanestro Empoli 55-68 (12-14, 18-14, 10-10, 15-16)

Basket Gubbio: Brunetti 2 (1/3), Venturi 3, Fiorucci 9 (3/6, 1/5), Arioli 15 (6/9, 1/5), Mariucci 4 (1/6, 0/2), Maurizi 6 (1/5, 1/4), Pettinacci, Pellegrini, Cappannelli 10 (3/5, 1/3), Monacelli 6 (3/3, 0/2)

Tiri Liberi: 7/18 – Rimbalzi: 33 26+7 (Arioli 13) – Assist: 8 (Brunetti, Cappannelli 2)

Club Pallacanestro Empoli: Forti, Adolfo Gilardi 17 (3/7, 3/5), Moroni 6 (1/5, 1/2), Prosperi, Meli 7 (1/2), Fantoni 9 (1/4, 1/1), Alderighi 2 (1/3), Giovannetti, Corzani 14 (7/11), Baroncelli 13 (4/6, 1/4)

Tiri Liberi: 14/15 – Rimbalzi: 39 34+5 (Adolfo Gilardi 9) – Assist: 17 (Adolfo Gilardi 5)

Terza sconfitta consecutiva per il Basket Gubbio 1973 che cade nella gara interna con Empoli per 55-68 al termine di una gara combattuta, caratterizzata da molti errori individuali e basse percentuali al tiro. Le note positive per la truppa allenata da coach Pierotti non mancano: in campo anche oggi ben tre giovani come Enrico Venturi, tre punti per lui, Lorenzo Monacelli e Gabriele Pettinacci che non hanno affatto sfigurato contro una squadra quella toscana che ha fatto valere la superiorità fisica di cui è dotata. Il primo quarto molto sottotono per i biancoblu che si ritrovano a  subito a rincorrere, svantaggio pesante di meno sedici con Empoli che conduce per 28-22. Il secondo quarto si riapre sulla falsa riga del primo, ma ala fine grazie a qualche rimbalzo di Cappannelli e a qualche iniziativa personale di Arioli, 15 punti a referto per lui, riescono a limar leggermente il passivo, tanto che le due squadre vanno al riposo lungo sul punteggio di 30-42. La pausa giova soprattutto ai padroni di casa che riorganizzano così le idee, tanto che alla fine Empoli lascia campo agli avversari che rosicchiano punti importanti fino a portarsi a meno sette sul finire del terzo quarto salvo poi concludere la frazione di gioco sul 40-52. La prova della squadra nell’ultimo quarto è generosa, tanto impegno e grinta per cercare di riacciuffare la gara ma l’Empoli di coach Mosi ha una marcia in più e realizza ripartenze e trame di gioco fruttuose che permettono di incrementare il vantaggio Gilardi, Baroncetti e Corzani in doppia cifra.

===============================================

Virtus Civitanova – Pisarum 200 Basket Club 60-70 (14-23, 8-23, 20-19, 18-16)

Virtus Civitanova: Centanni 21 (5/6, 3/7), Felicioni, Tessitore 21 (1/3, 5/8), Ferraro, Vallasciani 2 (1/2, 0/4), Baldoni 12 (4/8, 1/2), Poletti, Magrini 2 (1/1), Righetti 2 (1/2, 0/1) N.E.: Tegazi, Contigiani

Tiri Liberi: 7/10 – Rimbalzi: 21 17+4 (Baldoni 12) – Assist: 13 (Tessitore 3)

Pisarum 200 Basket Club: Cambrini 2 (1/2), Bianchi G., Calegari, Conti 4 (2/2), Casagrande 21 (6/7, 0/3), Maggiotto 22 (4/5, 4/12), Bianchi M. 9 (4/5), Pentucci 10 (4/6, 0/1), Giacomini 2 (1/3, 0/4) N.E.: Foglietti

Tiri Liberi: 14/19 – Rimbalzi: 23 18+5 (Bianchi M. 8) – Assist: 12 (Pentucci 3)

Una Naturino falcidiata dagli infortuni non può nulla contro la capolista Pisaurum, che passa però soltanto nei minuti finali al PalaRisorgimento. Gli aquilotti perdono poche ore prima del match Contigiani, in ospedale per una gastrite da stress, e dopo soli 9 minuti anche Magrini per una distorsione alla caviglia, ma comunque giocano una gara gagliarda al cospetto della compagine trascinata dal tandem Maggiotto-Casagrande, che combina ben 43 dei 70 punti pesaresi.

Dopo un primo quarto sul filo dell’equilibrio, il Pisaurum scappa nel secondo periodo trascinata dalle giocate dell’ala ex Lucca. Gli ospiti toccano anche il +14 a 3’ dall’intervallo lungo (canestro da sotto di Cambrini) e nel terzo quarto, quando volano a +16 (due punti di Conti per il 25-41), paiono poter portare a casa la partita in maniera abbastanza agevole. A maggior ragione quando, ad un minuto dalla fine dall’ultimo intervallo, coach Raffaele Rossi si becca l’espulsione per doppio fallo tecnico, lasciando la squadra nelle mani del vice Mazzalupi.

Nell’ultimo periodo, però, la Naturino con cattiveria ed una efficace zona 2-3 riesce a rimettersi in carreggiata, tornando a -1 con 3’ da giocare (57-58 con tiro libero realizzato da Tessitore). Vallasciani fallisce la tripla del sorpasso e il Pisaurum firma un break di 3-12 che spazza via le residue speranze degli aquilotti. Pesaro continua la sua marcia in vetta, Civitanova rimandata in attesa di tornare a ranghi compatti.

LA CLASSIFICA

1 Pisarum 200 Basket Club 10 6 5 1 467 410 57 3 0 2 1 2 WWLWW
2 Bottegone Basket S.Angelo 10 6 5 1 476 440 36 2 1 3 0 1 WWWLW
3 Robur Basket Osimo 10 6 5 1 382 339 43 2 1 3 0 4 LWWWW
4 Gs Folgore 10 6 5 1 445 417 28 2 1 3 0 3 WLWWW
5 Pall. Monsummano 8 6 4 2 449 397 52 2 1 2 1 1 WWWLW
6 Liburnia Basket 8 6 4 2 469 428 41 2 1 2 1 2 WLLWW
7 Vigor Matelica 6 6 3 3 450 455 -5 2 1 1 2 -1 WLLWL
8 Virtus Civitanova 6 6 3 3 432 418 14 1 2 2 1 -1 LWWWL
9 Asd Valdisieve 6 6 3 3 390 378 12 2 1 1 2 -2 LWWLL
10 Club Pallacanestro Empoli 4 6 2 4 390 403 -13 1 2 1 2 2 LLLWW
11 Basket Gubbio 2 6 1 5 392 430 -38 0 3 1 2 -3 LWLLL
12 Us Loreto 2 6 1 5 412 461 -49 1 2 0 3 -2 LLWLL
13 Juve Pontedera 2 6 1 5 365 429 -64 0 3 1 2 -4 WLLLL
14 Nuovo Basket Altopascio 0 6 0 6 390 504 -114 0 3 0 3 -6 LLLLL
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy