Lega DNC – Tutta la 1a Giornata, del Girone B

Lega DNC – Tutta la 1a Giornata, del Girone B

Commenta per primo!

PIADENA – CASTIGLIONE MURRI 73-80 (13-26, 29-45, 54-59)

PIADENA: Bacchelli 6, Bigot, Casali 2, Torinelli, Moscatelli 10, Castagnaro 22, Lottici 13, Malagutti 2, Grobberio 18, Marenzi. All. Adami.

CASTIGLIONE MURRI: Mazzoli 11, Riguzzi 3, Ventura 5, Verdi 2, Iattoni 21, Beccari 9, Lugli 9, Botteghi 6, Di Rauso, Albertini 14. All. Carretto.

Missione compiuta. Il Castiglione Murri comincia il suo campionato di Divisione Nazionale C nel migliore dei modi, superando in trasferta Piadena 80-73 nella prima giornata del girone B. Privo dell´infortunato Lollini, Carretto ha lanciato nella mischia dal primo minuto il giovane Ventura, che l´ha ripagato realizzando i primi 4 punti della partita. Poi, a turno, sono usciti gli altri quattro componenti dello starting five, da Beccari a Lugli, da Albertini ad uno stratosferico Iattoni, protagonista già nel primo tempo con 16 dei 45 punti dei biancoblu. Buone cose anche da Albertini, che, al di là dei 14 punti realizzati, ha saputo fare la differenza anche in difesa, dimostrando di essere maturato rispetto alla scorsa stagione. Nel terzo quarto la reazione di Piadena, che, con un parziale di 6-0 a suo favore, ha cercato di rientrare in partita, ma, senza mai forzare, il Castiglione Murri ha mantenuto la concentrazione e l´inerzia del match. Mazzoli, in doppia cifra con 11 punti, Riguzzi e Beccari hanno dettato bene i tempi, mentre Iattoni ha continuato il suo show personale. Soddisfatto l´allenatore Carretto. “La chiave – spiega – è stata riuscire ad attaccare l´area nei primi due quarti, dopo avere mosso bene la palla. Siamo riusciti a fare canestro senza problemi, mentre loro hanno faticato a livello offensivo, sia a prendersi dei tiri puliti, sia a fare canestro. Poi abbiamo avuto qualche defaiance dei piccoli, supportate comunque bene dal gioco delle ali, e, dopo il tentativo di break di Piadena – 0-6 nel terzo quarto – siamo riusciti a rimanere uniti e a mantenere il vantaggio”. Tutti hanno fatto la loro parte. “In partita sono cresciuti Beccari e Mazzoli, Ventura ha ripagato la fiducia che gli avevo dato, Albertini si è messo a disposizione della squadra e Iattoni è stato determinante in attacco. Non avere avuto a disposizione Lollini è stato un problema, ma tutta la squadra ha reagito nel modo migliore. Il successo che abbiamo ottenuto è giusto. Sono molto contento del passo avanti che abbiamo fatto come sicurezza, pazienza e tranquillità”.

BMR BASKET 2000 SCANDIANO-CARPE DIEM CALOLZIOCORTE 50-45
(12-12, 25-25, 31-40)
BASKET 2000 SCANDIANO: Generali ne, Astolfi 3, Codeluppi 4, Brogio 11, Bartoccetti 13, Spaggiari, Ganapini, Montanari 6, Gruosso 5, Giudici 8. All. Spaggiari
CALOLZIOCORTE: Casati 3, Paduano 2, Amadio, Brambilla, Borghi 14, Milan 6, Corbetta, Cesana 6, Giacchetta 10, Loreano 4. All. Mazzoleni.
Arbitri: Marzulli e Fontanini.

Inizia con un successo il campionato di DNC della Bmr Basket 2000 Scandiano: al PalaRegnani, infatti, gli uomini di Spaggiari superano 50-45 un’ostica Calolziocorte, matricola lombarda che rischia di rovinare la “prima” di Giudici e compagni. Punteggio basso ed in equilibrio per metà gara, poi gli ospiti sembrano cogliere l’attimo giusto nel terzo periodo, chiuso sul +9. Scandiano non si perde d’animo e ricuce lo strappo, portando a casa nel finale i primi due punti stagionali. Menzione d’obbligo per Brogio (nella foto), autore di 11 punti.

VIRTUS IMOLA 60 – COCOON LISSONE 53

Imola: Dall’Osso n.e., Pieri, Sabattani 11, Grillini 6, Di Placido n.e., Preti 10, Massari 9, Guglielmo 8, Francesconi, Porcellini 16. All.: Solaroli.

Lissone: Galimberti 8, Radaelli 5, Ballarate 10, Pietrobon, Viganò, Meroni 10, Formentini 2, Danelutti 9, Bellotti, Cacciani 9. All.: Mazzali.

Parziali: 13-17, 33-29, 47-46.

Arbitri: Bivivino, Resca.

Spettatori: 500 ca.

Bum bum Virtus. Imola vince all’esordio con una prova maiuscola e lancia un segnale forte alle avversarie: chi vuole passare al Ruggi se la dovrà sudare! Solaroli trova in Sabattani la matricola terribile e in Porcellini un bomber sempre affidabile. Senza dimenticare una difesa solida e un super Grillini in cabina di regia. Di più, alla prima di campionato, non si può davvero chiedere.

Paura dell’esordio? Non certo per Sabattani. L’ultimo arrivato di casa Virtus non sa cosa sia l’emozione da prima. Difesa, contropiede, rimbalzo: Jack è ovunque. La sua spinta è un propellente per tutti i compagni, Porcellini in testa. E così la Virtus lotta ad armi pari con la quotata Lissone, che ha nel tiro da tre l’arma migliore del suo gioco offensivo. Squadra giovane, il Cocoon, ma senz’altro talentuosa. Ballarate, Formentini e, soprattutto, Cacciani sono da tenere d’occhio. E, infatti, negli ultimi minuti del primo quarto, sono proprio i tre moschettieri monzesi a tentare l’allungo, quando pure la mira giallonera si fa più imprecisa: 13-17.

Beata gioventù: anche Preti è un animale da battaglia. Con quattro punti di fila (più la bomba di uno scatenato Porcellini) e tanta sostanza in difesa, rimette la partita sui giusti binari. Solo mano calda Galimberti impedisce che la rimonta imolese si concretizzi, ma nulla può sul bel contropiede della ditta Porcellini-Grillini, che fissa il punteggio sul 27 pari.

Cala l’intensità di Lissone, cala anche la sua media realizzativa da tre e Imola ne approfitta per imporre il suo gioco preciso e ordinato. Morale della favola: all’intervallo è la Virtus avanti di quattro.

Peccato però che, anzichè azzannare l’avversario, Imola lo lasci rientrare in partita e, in meno di un minuto, Lissone pareggia i conti. Solaroli corre ai ripari e rimanda di corsa in campo Porcellini, lasciato inizialmente in panchina. Mossa azzeccata: il ruggito del leone forlivese dà la scossa anche ai compagni che ritrovano in fretta la quadra. Cresce l’intensità, Lissone si aggrappa a Cacciani e alle sue incursioni. Imola si affida al duo Preti-Sabattani.

È un punto a punto emozionante con la Virtus che, alla terza sirena, riesce a tenere il naso avanti.

La tripla di Sabattani e un contropiede di capitan Guglielmo portano Imola al massimo vantaggio (+6). Ma guai a distrarsi, Lissone è sempre in agguato, anche se le percetuali del primo tempo sono solo un ricordo: non per niente il primo punto arriva su tiro libero dopo cinque minuti…

La Virtus sembra ormai padrone della partita e gioca sulle ali dell’entusiasmo. Solo Meroni non vuole arrendersi, ma nulla può con un Sabattani in giornata di grazia: la matricola giallonera è, senza ombra di dubbio, l’mvp di giornata. Imola non poteva certo sperare in un inizio migliore di campionato.

 

BSL SAN LAZZARO DI SAVENA-MILANO3 BASKET 83-87

SAN LAZZARO: Gianasi 18, Fabbri 9, Pancaldi, Burresi 13, Rambelli 14, Rossi 24, Bosco 5, Capobianco, Governatori, Sgorbati. All. Bettazzi
MILANO3: Tandoi 11, Giocondo 20, Bassi 4, Iacono 19, Delmenico, Darwish 13, Colombo 9, Picco, Piva 2, Soresina 9

All’esordio stagionale arriva subito una vittoria nella lunga trasferta in terra emiliana che ci ha portato a San Lazzaro di Savena. I biancorossi vincono per 83-87 in una partita dai mille cambi di ritmo mostrando maggiore solidità nel finale dove sono decisivi 4 punti di Soresina e tre liberi di Iacono.

 USD NERVIANESE 1919 57 – ROBUR BASKET SARONNO 77

VIRTUS BERGAMO TERNO 76 – PALLACANESTRO BERNAREGGIO 66

PALLACANESTRO PISOGNE 74 – PALLACANESTRO CREMA 81

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy