Lega DNC – Tutta la 1a Giornata ,del Girone G

Lega DNC – Tutta la 1a Giornata ,del Girone G

Commenta per primo!

Nuova Pallacanestro Marsala – Basket Empedocle 78-64
(32-14,46-30,67-42)
Marsala: Fazio 10, Baseggio, Bagnasco 6, De Lise 27, Petrosino 13, Russo, Matteucci, Del Vecchio 8, Morana 3, D´Amico 11. Coach:Massimo Cardillo
Empedocle: Guarnaccia , Narbona 6, Sgrò (NE), Fiannaca 5, Giangrossa 17, Zambito , Fathallah17, Rotolo 8, Taibi, , Di Simone 11. Coach: Giovanni Fillari
Arbitri:Carlo Di Giorgi e Angela Rita Castiglione
tiri da due punti. Marsala: 23/47 Empedocle: 16/39
tiri liberi. Marsala: 11/25 Empedocle: 8/10
Tiri da tre Marsala: 7/25 Empedocle: 8/26
Basket Mazara 60-65 Aquila Palermo
Mazara: Marengo 21; Bruno 16; Degregori 13; Di Gioia 4; Salvadori 4; Pisciotta 2; Cusenza 0; Rizzo 0; Marrone n.e.
Palermo: Tagliabua 20; Gottini 15; Dragna 9; Andrè 6; Tagliareni Davide 5; Cuccia 5; Tuppiti 4; Ranalli 1; Tgliareni Vittorio 0; Barbaro n.e.
Arbitri Sarda Calogero, Giordano Antonio Giuseppe.
Usciti per 5 falli: Tupputi e Gottini.

Prova di forza, ieri, in trasferta a Mazara. I ragazzi di Torriero hanno avuto la meglio contro un avversario solido e determinato. Come era nelle aspettative, Mazara parte bene. Il primo quarto si chiude con un perentorio 19-9 (invero alimentato, sul finire di quarto, dalla concessione di un fallo, di un successivo tecnico e possesso che portano in un solo colpo 5 punti alla formazione casalinga). Il secondo quarto vede sempre i mazaresi protagonisti. I canarini, che difendono tutti dentro l’area, offrono soltanto la scelta del tiro da fuori. Ma l’Aquila sembra avere le polveri bagnate…..Gottini, Cuccia, Dragna falliscono la realizzazione , seppur con buone scelte di tiro. Si va all’intervallo sul 28-19 con Mazara sugli scudi. Nel terzo quarto la svolta ad opera di Coach Torriero, cui va il plauso di aver letto bene la partita oltre ad aver saputo infondere la necessaria calma al gruppo. L’Aquila adesso difende a zona, l’inerzia della partita cambia in favore degli ospiti. Teo Gottini mette due triploni ed un paio di assist per Andrè, prima e Tagliabue, dopo. Comincia la rimonta, da quel momento tutto quello che sembrava non funzionare va a buon fine. Mazara è stanca e paga la tardiva preparazione. Sul finale del terzo quarto il tabellone riporta un 45-46. L’ultimo quarto si apre con due bombe di Dario Dragna e prosegue con Filippo Tagliabue che, puntualmente, servito dai compagni trasforma in punti ogni assist. Aumentano anche i ritmi in difesa ed arrivano i rimbalzi in nostro favore. Ad 1:58 dal termine il massimo vantaggio Aquila con 9 punti. Nonostante un piccolo calo di concentrazione, l’Aquila vince di cinque, dando una grande prova di carattere. In evidenza Tagliabue, Gottini e Dragna per le realizzazioni. Speciale merito va a Davide Tagliareni, protagonista della svolta nel 3q. con assist, rimbalzi e grande prova di carattere. Si torna a casa con la consapevolezza che il gruppo è forte, ma anche con la certezza che a questo gruppo manca una guardia e che, non sempre, si potrà tirare fuori il “coniglio dal cilindro”…. Questa settimana sarà decisiva per chiudere il roster.
Partenza dal sapore amaro per il Basket Mazara che nella prima uscita stagionale del campionato di DNC, scivola nell´esordio casalingo contro la Nuova Aquila Palermo con il punteggio di 60-65. La prima uscita stagionale metteva di fronte 2 squadre che si affacciavano per la prima volta nel campionato DNC, il Basket Mazara totalmente rinnovato rispetto alla passata stagione, con un roster nuovo di zecca e un nuovo coach al timone, quel Valerio Napoli che aveva fatto molto bene nella passata stagione come assistent coach nella Pallacanestro Trapani, dall´altra parte Aquila Palermo rafforzata nel roster con innesti di esperienza e con il duo in panchina composto dal head coach Roberto Torriero e del secondo coach Federico Vallesi, entrambi sulla panchina mazarese 3 stagioni fa. Gli ingredienti per una partita bellissima ci sono tutti, e la cornice di pubblico e quella dei giorni migliori, ma andiamo al racconto del match….
Ottima partenza per i padroni di casa che con i due play-guardia Santiago Bruno e Matias Degregori creano un´ottima circolazione di palla e una buona media in fase realizzativa che coglie di sorpresa la squadra ospite che sbaglia in diverse occasioni e si affida alla vena creativa del giovane play Tuppiti, i ritmi non sono molto elevati, e il canestro di Pisciotta allo scadere sancisce la fine della prima frazione con il punteggio di 19-9 in favore dei padroni di casa. Anche la seconda frazione comincia ricalcando lo stesso copione della prima, padroni di casa che fanno la partita, con Degregori in cattedra e Di Gioia ( il capitano) davvero bravo quando riceve palla spalle a canestro, la compagine palermitana con affanno cerca di rientrare in partita, ma paga la scarsa precisione dalla lunetta. La reazione che ci si aspetta dalla squadra ospite non perviene, e solo grazie al solito Tuppiti e Dragna riescono a restare aggrappati alla partita andando al riposo lungo sotto di 9 lunghezze, 28-19 in favore della squadra mazarese.
Al rientro dagli spogliatoi accade quello che non ci aspettavamo, gli ospiti nel primo minuto con un ottimo Gottini realizzano un break di 6 punti che riapre la partita, i ragazzi di coach Napoli accusano il colpo e vanno addirittura sotto di 3 lunghezze, nella seconda parte della frazione grazie a Marengo (il migliore tra le fila canarine) e alla bomba da 9 metri di Degregori riaprono il match tornando a -1, la frazione si concluderà 45-46 in favore della squadra ospite. Nell´ultima frazione i padroni di casa pagano il ritardo di condizione, la manovra si fa lenta, si forzano molti tiri e gli avversari sono più veloci al rimbalzo e dominanti sotto le plance con Tagliabue (MVP) autore di 20 punti nel corso della gara autentico dominatore del pitturato, tra le fila canarine i soliti Degregori e Marango tentano di tenere a galla un match che però volge al termine senza sussulti nel finale da parte dei padroni di casa,…la partita si conclude con il punteggio di 60-65 in favore dell´Aquila Palermo.
Passo falso della squadra canarina che paga il ritardo di preparazione e la squadra totalmente rinnovata che di sicuro troverà nel tempo la giusta armonia di gioco. Complimenti alla squadra ospite, che dimostra di meritare il ruolo di favorita del campionato rimettendo sui binari giusti una partita che sembrava sorridere ai padroni di casa.

Polisportiva Basket Acireale – Basket Gela 80-56

Vis Reggio Calabria – Green Basket Palermo 60-56

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy