Lega DNC – Tutta la 2a Giornata, del Girone D

Lega DNC – Tutta la 2a Giornata, del Girone D

Commenta per primo!

Pallacanestro Empoli-Vigor Matelica 57-68

HALLEY VIGOR MATELICA: Porcarelli 4, Sorci 6, Pecchia 6, Novatti 28, Montanari, Gatti 2, Quercia 8, Bracchetti, Paoletti 7,  Usberti 7. Allenatore: Sonaglia.

Cade ancora la giovanissima Pallacanestro Empoli di Marco Mosi che sul neutro di San Giovanni Valdarno, “ricordo” della finale con Orvieto.

I biancocelesti pagano soprattutto la differenza di chili e centimetri, con Novatti in versione super, autore di 28 punti. Strana partita comunque. Alla palla a due sono più reattivi i marchigiani, con un parziale di 6-2. Empoli ci mette poco a ridimensionare i progetti degli ospiti e realizza un controparziale di 10-0, che però non impressiona Pecchia e compagni, che rimettono subito la partita sui binari dell’equilibrio, rientrando negli spogliatoi sopra di uno, 34-33. Come già nella prima giornata, è il terzo quarto che la squadra di Sonaglia costruisce il suo vantaggio. In difesa non scherza più, si proietta immediatamente a +8 e mantiene quel gap per tutto il terzo periodo (55-47 ospite). Nell’ultimo periodo i padroni di casa tentano l’ultimo generoso tentativo di raddrizzare la partita: ma riescono ad arrivare al -5 (55-60) poi però sono costretti ad arrendersi.

 

VALENTINA’S BOTTEGONE-LOREX SPORT PELAGO 85-75

Valentina’s: Giannini 17 (3/4, 3/8), Paci 19 (2/6, 4/7), Staino 9 (3/5, 1/7), Vettori ne, Rossi 12 (4/5 da due), Marconato 3 (1/1, 0/3), Bongi 14 (2/4, 2/7), Visigalli 11 (4/5, 0/2), Natali (0/1 da due), Banchelli ne. All.: Valerio.

Lorex Pelago: Corsi 13 (5/8, 0/1), Provenzal 6 (0/1, 2/2), Michelacci 7 (2/6, 1/5), Tampieri 9 (1/2, 2/6), Occhini 18 (7/10, 1/2), Coccia 2 (1/5, 0/1), Beconcini 5 (1/5, 1/3), Cherici 1 (0/2, 0/1), Giuliana 10 (5/10, 0/1), Barchielli 4 (1/3 da due). All.: Serravalli.

ARBITRI: Massafra (Fi) e Miniati (Ar)

PARZIALI: 18-10, 38-30, 62-47

Secondo successo consecutivo e testa della classifica per la Valentina’s Camicette Bottegone che, nel primo turno casalingo del girone D del campionato di Dnc, batte 85-75 una Lorex Sport Pelago mai doma che, soprattutto nel finale, prova a mettere in discussione il vantaggio netto conquistato per tutto il match da parte dei ragazzi di Beppe Valerio ma alla fine deve arrendersi.

Una partita convincente della Valentina’s che ha messo in evidenza un Paci in forma smagliante (top scorer con 19 punti) seguito a ruota da Pippo Giannini, anche se è stata proprio tutta la squadra a dare una buona impressione, come i “soli” 3 punti conditi da 13 rimbalzi di capitan Marconato.

 

Il primo canestro casalingo dell’anno è di Lele Rossi con un bel gioco da tre punti e fin dalle battute iniziale la Valentina’s fa capire che vuole mettere subito le sue mani sulla partita, tanto che Pelago riesce a segnare soltanto al 4’ ed il tabellone dice già 14-2. Nella seconda parte di periodo, i gialloneri si inceppano un po’ in attacco e gli ospiti piazzano una mini-rimonta che vale il 18-10 al 10’.

Il match prosegue via liscio per la Valentina’s che trova in Visigalli il regista in più in campo, mentre inizia a far vedere le sue doti balistiche anche Paci (23-12 al 13’). Come massimo vantaggio non si va mai oltre gli 11 punti, anche se coach Valerio deve fare i conti con il terzo fallo di Lele Rossi che costringe ad un maggior minutaggio proprio Visigalli che risponde presente e si va all’intervallo sul 38-30. Il rientro dagli spogliatoi non è il massimo della vita (42-35) al 24’ ma il fallo tecnico di Tampieri è ossigeno per la Valentina’s che tenta il nuovo, e decisivo allungo, che vale il 52-40 prima che Paci si metta in proprio al 29’ sul 59-45 che poi diventa 62-47 al 30’ con l’unica bomba della serata a bersaglio di Milo Staino.

Nell’ultimo periodo, Pelago sembra alzare bandiera bianca dopo il fallo tecnico fischiato a coach Serravalli per proteste e le bombe di Bongi e Giannini: siamo 75-57 al 35’ e, onestamente, tutto sembra andare per il verso giusto. Quando, poi, Tampieri commette il suo quinto fallo e Giannini sigla l’80-66 al 38’20” sembra essere già ai titoli di coda ed invece Bottegone si addormenta. Coach Valerio è costretto a chiamare due timeout consecutivi perché la squadra sembra incespicare sul più bello, Pelago fa canestro da tutte le parti ed a 35” dalla fine è addirittura 80-75. Ma poi ancora Paci mette in cassaforte il successo.

«Sono molto contento del match che abbiamo disputato – spiega il coach della Valentina’s, Giuseppe Valerio – perché abbiamo tenuto l’inerzia dalla nostra parte per 40’ disputando una prima parte molto buona contro un avversario combattivo che ha usato anche diverse armi tattiche per darci noia. Negli ultimi 2’, poi, abbiamo fatto delle leggerezze senza mai perdere la testa e, a differenza di quanto successo al debutto a Pontedera, nel finale c’è stato da soffrire. Un primo tempo buono (vedi anche il 12-0 di parziale all’inizio,ndr) con tanti tiri dal perimetro andati a segno, abbiamo lottato a rimbalzo mentre nel secondo tempo Pelago ha alzato l’intensità in difesa, si sono messi a zona costringendo i nostri lunghi ai falli e per parecchi minuti siamo dovuti andare con quattro piccoli in campo. La partita di Paci? Sappiamo che è un giocatore talentuoso e per ora gli ho solo chiesto di darci un impegno maggiore soprattutto in difesa: è chiaro, però, che si è sbattuto tanto ed ha messo canestri che sono nel suo bagaglio tecnico nei momenti topici del match».

 

Basket Gubbio – Folgore Fucecchio 83-84

(16-29; 22-15; 18-18; 27-22)

Basket Gubbio: Fiorucci 17, Brunetti 6, Cappannelli 21, Arioli 15, Pellegrini, Venturi 7, Maurizi 11, Agostinelli, Monacelli, Mariucci 6. All. Pierotti P.

Folgore Fucecchio: Bastianoni, Danesi 14, Cacioli 8, Casciani 22, Cei 3, Tessitori 23, Loni 6, Melosi 8, Innocenti, Susini. All. Barontini

Il numerosissimo pubblico accorso ieri sera alla Polivalente ha assistito ad una partita avvincente che ha visto prevalere il Fucecchio solo nei secondi finali. Non si poteva certo pronosticare una gara punto a punto dopo un pessimo primo tempo da parte degli eugubini che erano privi di energia nel primo quarto e permettevano agli avversari di realizzare 29 punti. Poca convinzione in attacco e soprattutto poca intensità difensiva portavano la squadra di coach Pierotti sotto di ben 13 punti. Un secondo quarto diverso permetteva agli eugubini di recuperare sette punti ma non certo di colmare il vantaggio dei toscani. Coach Pierotti utilizza nove persone già nei primi due quarti , senza guardare molto all’anagrafe e con il chiaro intento di trovare intensità difensiva e contropiedi che non tardano ad arrivare. Vera spina nel fianco del Basket Gubbio nei primi due quarti è il lungo (204 cm) Tessitori che realizza costantemente dal pitturato ed il solito Casciani, giocatore di indubbio valore tecnico. Nella ripresa la zona dispari da parte degli eugubini e una difesa allungata tutto campo  mantengono sostanzialmente un equilibrio sostanziale ma è il Fucecchio a mantenere un esigua vantaggio sugli umbri. Nel quarto tempo il Basket Gubbio recupera e si avvicina ancora di più al Fucecchio aumentando l’intensità difensiva e adeguandosi su Casciani fino allora chirurgico nel punire la difesa eugubina. A 19 secondi dalla fine Mariucci orchestra l’attacco eugubino servendo una palla d’oro a Cappannelli ispiratissimo da oltre l’arco dei tre punti che realizza una bomba a 11 secondi dalla fine, portando i suoi sopra di uno, facendo esplodere il palazzetto e costringendo alla sospensione il coach toscano. Nell’ultima rimessa in attacco, la palla entra in gioco al limite dei cinque secondi vista un attenta difesa eugubina che invece arriva tardi su una penetrazione dell’esperto Caciolli che trova un difficile canestro e porta a più uno i suoi con sette secondi ancora da giocare. Mariucci conduce l’azione finale ma gli eugubini non riescono a trovare lo slancio decisivo per andare al tiro e la sconfitta si concretizza in casa eugubina. “Dobbiamo ancora risolvere i problemi iniziali nell’approccio alla gara – dichiara coach Pierotti – che hanno compromesso gran parte dell’incontro. Abbiamo avuto una bella reazione e ottime percentuali da oltre l’arco dei tre punti, tirare con il 48% da tre  non è male ed è una nostra caratteristica. Dobbiamo trovare più convinzione e precisione in alcune situazioni che ancora affrontiamo in maniera confusionaria. Ottimo il rientro di Cappannelli che nonostante i pochi allenamenti a causa dell’infortunio alla caviglia ha disputato un’ottima gara.”

 

ROBUR BASKET – PISAURUM 2000 65-68

ROBUR BASKET : Scrima 15, Cardellini 6, Monticelli 15, David 2, Valentini 20, Mosca 3, Di Maggio, Mancinelli 2, Graciotti, Pistola All. Francioni

PISAURUM 2000 : Bianchi 4, Calegari 2, Casagrande 26, Maggiotto 15, Pentucci  12, Foglietti, Cambrini 7, Conti, Bianchi 2, Giacomini All. Foglietti

Parziali: 17-16; 15-17; 19-16; 14-19

La Robur ci mette l’anima ma non riesce a fare bottino pieno al termine di una partita tirata fino alla fine. Al cospetto della Pisaurum 2000 i ragazzi di coach Francesco Francioni si arrendono per 65-68 non riuscendo a cogliere la prima vittoria casalinga. Prima frazione in cui si viaggia punto a punto con la Robur che chiude avanti per 17-16 grazie ai due liberi sul finale di Monticelli. Nel secondo quarto i pesaresi si portano avanti arrivando a toccare il +7 dopo tre minuti di gioco, ma i ragazzi di coach Francioni non si scompongono e quando mancano 4’ alla fine del periodo riescono a recuperare lo svantaggio con Valentini che sotto canestro detta legge. Si va al riposo lungo sul 32-33. Alla ripresa delle ostilità prima la Pisaurum arriva sul +5 poi tocca alla Robur fare la voce grossa, portandosi sul +6 quando mancano 3’ minuti alla fine, con i pesaresi che non trovano contromisure per Valentini. Alla fine si chiude sul 51-49. Ultimo quarto con la Robur che si trova in avanti fino a 3’ dalla fine, poi gli uomini di coach Foglietti compiono il sorpasso gestendo il mini margine fino sulla sirena. Finisce 65-68 per gli ospiti. Coach Francesco Francioni analizza la partita: “Faccio i miei complimenti a Pesaro che ci ha messo in seria difficoltà, potendo contare anche su due giocatori straordinari come Maggiotto e Casagrande. Noi siamo stati bravi a non mollare fino alla fine e a mantenere una certa intensità per 40 minuti, meno nel sfruttare alcune situazioni a nostro favore. Non siamo riusciti a sfruttare al meglio la nostra forza fisica sotto canestro visto che non abbiamo servito con continuità i nostri lunghi, ma in questo caso il merito è anche di Pesaro, e abbiamo perso troppe palle in attacco che hanno aperto il loro contropiede e su questo c’è da migliorare. Meglio in difesa. Mettiamoci alle spalle questa sconfitta e riprendiamo martedì a lavorare – ha concluso il coach roburino – perché oggi è stata la dimostrazione di come in questo campionato di DNC ogni partita sarà una dura battaglia”.

NATURINO CIVITANOVA – MERIDIEN MONSUMMANO 64-77

NATURINO: Centanni 28, Felicioni, Ferraro 2, Vallasciani, Baldoni 16, Tessitore ne, Poletti ne, Magrini 8, Righetti 2, Contigiani 8. All.: Rossi.
MERIDIEN: Zani 22, Niccolai 10, Bargiacchi, Barontini, Vannini 15, Tempestini 7, Ambrosino, Marchi 4, Piccoli, Verdiani 19. All.: Rastelli.
ARBITRI: Agostinelli e Giovannini.
PARZIALI: 22-11, 20-20, 12-17, 10-29.
TIRI LIBERI: Naturino 9/14, Meridien 7/13.
TIRI DA 2: Naturino 20/39, Meridien 23/44.
TIRI DA 3: Naturino 5/23, Meridien 8/24.
RIMBALZI: Naturino 27, Meridien 46.
ASSIST: Naturino 9, Meridien 7.
USCITO PER FALLI: Vannini.

Una Naturino double face illude tutti nel primo tempo, ma frana pesantemente nel quarto conclusivo e lascia strada alla Meridien Monsummano, giunta nelle Marche ancora senza la “stella” Mario Boni. Pesa ancora una volta l’assenza di capitan Tessitore in casa Virtus, che a parte la prova strepitosa di Centanni (28 punti con 10/14 al tiro, 4 rimbalzi e 5 assist) e quella solida di Baldoni (16 punti con 8 rimbalzi) non ha praticamente nulla dagli altri, capaci di combinare appena 20 punti complessivi.
Nonostante ciò, l’avvio di gara era stato bruciante per gli aquilotti, capaci di volare anche a +11 nel primo quarto con un Baldoni infuocato. Nel secondo periodo, Civitanova decolla, tocca il +15 al 17’ con un altro canestro del pivot anconetano e pare in totale controllo del match.
Nella ripresa, però, Monsummano prova a metterla sulla corsa e si schiera per ampi tratti con cinque piccoli. La Naturino inizia a vacillare nella seconda metà del terzo periodo, ma pare poter reggere l’urto del caldissimo Zani (cinque triple per lui). Nel quarto periodo, però, ecco il patatrac: la Virtus mette a referto la miseria di 1 punti nei primi 8’ del quarto, i toscani ben 23 e girano completamente l’inerzia del match. Ancora un ko per gli aquilotti, ancora a secco dopo le prime due giornate.

 

Pall. LORETO Pesaro – BNV Juve Pontedera 79-86 d1ts

US LORETO: Di Sciullo 12, Iannetti 6, Giommi 7, Martinelli 22, Cercolani 4, Ginesi 2, Giunta M. 3, Giunta G. 7, Cecchini 6, Gattoni 10. Allenatore: Surico

BNV JUVE PONTEDERA: Ruberti 16, Migli 18, Giorgi 10, Falchi 14, Doveri 6, Ragli 8, Novi, Chiarugi 2, Ghelli 4, Tozzini 8. Allenatore: Carlotti-Di Russo

ARBITRI: Ciandrini e Valleriani

PARZIALI: 19-12, 38-35, 52-53, 71-71

 

LIBURNIA LIVORNO             104 – BAMA ALTOPASCIO              75

(25-18; 55-31; 83-58; 104-75)

Arbitri:Biancalana e  Simula

LIVORNO: Niccolai 13, Tellini 4, Stolfi 27, Benini 24, Nesti 15, Dal Canto, G. Dell’Agnello 2, Sidoti 12,  Mori 2, T.Dell’Agnello 12. All. Pardini

BAMA: Del Carlo 2, Armillei 9, Petrucci 12, Tozzini 2, Alberto Lazzeri 13, Fiorindi 11, Andrea Lazzeri 23, Giannecchini 3, Lami, Vincenzini. All. Tonfoni

Riassunto della gara altopascese: male, a tratti malissimo. L’avversario era nettamente superiore e lo si sapeva ma una difesa imbarazzante ha ingigantito ancor più questa superiorità. Se a ciò aggiungiamo che i labronici hanno tirato dall’arco con un clamoroso 67% su 15 tentativi e che i due arbitri non hanno certo voluto bene agli altopascesi con 4 giocatori fuori anzitempo per falli ecco che il mix letale é servito. Giusto però non cercare alibi , anche perché se gli avversari avessero spinto sull’acceleratore sarebbero andati oltre 120 punti fatti. Il piano partita era quello di correre e mordere in difesa, non é avvenuto niente di tutto questo, anzi, sono stati i livornesi a dimostrare di avere molta più birra in corpo e nelle gambe, unite ad una buona organizzazione difensiva. Fattore questo che é stato completamente latitante sul fronte Bama, con giocatori costantemente saltati in 1c1  e con l’aggravante di aiuti sul lato debole e rotazioni che definire da rivedere é un eufemismo. C’é tempo per rimediare e per mostrare una squadra quantomeno tosta ed organizzata in difesa, ancorché non molto talentuosa in attacco. Pronti via e Tozzini firma il vantaggio altopascese (2-0) che aihmé sarà l’ultimo. Ci sono i soliti due falli gratuiti per Del Carlo ed Alberto Lazzeri, come con Osimo, cosa che sarebbe opportuno evitare in futuro. Entra Andrea Lazzeri che mostra mano educata in attacco ma subisce pesantemente, insieme ad uno spento Tozzini, Benini, buon giocatore ma apparso a tratti Kevin Durant. Stolfi e Benini scaldano la mano, e Niccolai partecipa alla festa dall’arco. Oltre a questo i contropiedi primari si sprecano. Il Bama tiene botta pur balbettando ed abusando, causa giochi rotti in serie, troppo del palleggio in attacco. Comunque sia il 25-18 del primo quarto lascia la porta del match ancora aperta. Prontamente chiusa a doppia mandata grazie alle mani fatate di Stolfi ed al dominio assoluto in paint area di Benini nella seconda frazione. 55-31 all’intervallo e recuperare vorrebbe dire entrare nel campo dei miracoli. Il Bama, con un buon Petrucci, ricuce, si fa per dire, a -18 ma é solo uno stop and go per i gialloblu che dilagano sul +30 dando spazio alle seconde linee ma superando comunque quota 100 con un Nesti in versione Mr.Utility. Finisce il supplizio, pardon la gara, con i commenti sarcastici sul Bama, a base di humour livornese, da parte dei tifosi locali. Oltre al danno la beffa. Giornata da dimenticare in fretta.

LA CLASSIFICA

LIBURNIA BASKET 4 2 2
VIGOR MATELICA 4 2 2
GS FOLGORE 4 2 2
BOTTEGONE BASKET S.ANGELO 4 2 2
PISARUM 200 BASKET CLUB 4 2 2
ROBUR BASKET OSIMO 2 2 1
PALL. MONSUMMANO 2 2 1
ASD VALDISIEVE 2 2 1
JUVE PONTEDERA 2 2 1
BASKET GUBBIO 0 2 0
VIRTUS CIVITANOVA 0 2 0
CLUB PALLACANESTRO EMPOLI 0 2 0
NUOVO BASKET ALTOPASCIO 0 2 0
US LORETO 0 2 0
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy