Lega DNC – Tutta la 3a Giornata, del Girone D

Lega DNC – Tutta la 3a Giornata, del Girone D

Commenta per primo!

Vigor Matelica- Valentina’s Bottegone 88-92

VIGOR HALLEY MATELICA: Porcarelli, Sorci 14, Pecchia 10, Novatti 17, Montanari, Gatti 2, Quercia 27, Bracchetti ne, Paoletti 8, Usberti 10. Allenatore: Sonaglia.

VALENTINA’S BOTTEGONE: Giannini 16, Paci 14, Staino 13, Vettori n.e., Rossi 19, Marconato 10, Bongi 16, Visigalli 2, Giusti, Natali 2. Allenatore: Valerio

ARBITRI: Abbassi e Paciaroni

PARZIALI: 22-22, 43-39, 61-67

Per la prima volta nella sua storia, la Valentina’s Camicette Bottegone riesce a vincere le prime tre partite del campionato e, grazie al blitz per 88-92 in casa dei forti marchigiani, conduce in compagnia di Pesaro la classifica del girone D di Dnc dopo tre giornate.

Un match interessante, ed anche bello da vedere, con le due squadre che non si sono risparmiate giocate spettacolari e dove gli attacchi l’hanno decisamente fatta da padroni. Per la Valentina’s, come successo anche contro Valdisieve, ben sei giocatori in doppia cifra ed i gialloneri sono stati trascinati all’impresa da un superlativo Emanuele Rossi che, alla vigilia, sembrava non dovesse nemmeno giocare ma che poi ha messo a referto 19 punti.

I padroni di casa provano subito a scappare sul più 6 ma i gialloneri reagiscono in fretta e il primo quarto finisce in perfetta parità: 22-22. I pistoiesi si affidano a un Marconato in versione assistman e a un Rossi in grandissima forma, mentre per i biancorossi è da subito Quercia a guidare l’attacco (chiuderà con 27 punti). Ed è proprio il marchigiano a firmare il più 4 dell’intervallo con uno svitamento e tiro allo scadere dopo la nuova partenza a razzo della Vigor, rintuzzata da Bottegone con un gioco ordinato e canestri ben distribuiti fra tutti (alla fine ben 6 giocatori in doppoa cifra). La partita cambia padrone nel terzo quarto, in cui la banda di coach Valerio mette a segno ben 28 punti con un 5/5 consecutivo da tre punti, tre dei quali di un mortifero Bongi. Più 11 ospite, e unama i padroni di casa non sono morti: Sorci ci mette del suo prima per chiudere il quarto sul 61-67, poi, in compagnia di Usberti portano i biancorossi al pareggio, preludio al sorpasso di Novatti (70-67). A gelare il palasport ci pensa Marconato che si mette i suoi sulle spalle, segna e fa segnare: Bottegone torna avanti (73-70), riprende a giocare alla perfezione e a far male, punendo ogni distrazione difensiva biancorossa. Matelica cerca in tutti i modi di restare attaccata alla partita e a 1’ è ancora a -2, ma qualche pasticcio di troppo in attacco gli nega il colpaccio. Alla fine il fallo sistematico non preoccupa i pistoiesi, infallibili dalla lunetta.

Un gran bel successo che consente alla Valentina’s di rimanere a punteggio pieno e che ha dimostrato ulteriori segnali di crescita dell’amalgama del gruppo come richiede oramai da diverse settimane un coach Valerio che può ritenersi soddisfatto.

Asd Valdisieve – Us Loreto 71-42 (24-14, 10-14, 17-12, 20-12)

Asd Valdisieve: Rossi 8 (3/6), Corsi 2 (1/2, 0/1), Provenzal, Michelacci 4 (2/3, 0/1), Tampieri 12 (2/4, 2/5), Occhini 16 (5/9, 1/1), Maria Coccia 6 (3/6), Cherici 11 (2/7, 1/3), Giuliana 9 (3/7, 1/3), Barchielli 3 (0/1)

Tiri Liberi: 14/18 – Rimbalzi: 29 18+11 (Occhini, Barchielli 6) – Assist: 13 (Corsi 5)

Us Loreto: Di Sciullo 12 (3/6, 0/4), Mazzoleni, Iannetti 4 (2/4, 0/1), Giunta M., Giunta G. 1 (0/2), Cecchini 7 (3/5), Ginesi 14 (7/11, 0/3), Calcagnini 2 (1/4), Gattoni 2 (1/5, 0/1)

Tiri Liberi: 8/14 – Rimbalzi: 28 19+9 (Ginesi 7) – Assist: 8 (Di Sciullo 3)

Arbitri:Orlandini,Fabbri

Valdisieve si riscatta dal ko a Bottegone e passa in casa contro Loreto. I biancoverdi partono subito forte, attaccando bene e al 10′ sono già sul più 20. I marchigiani provano a reagire nella seconda frazione dove l’azione offensiva dei padroni di casa si blocca (solo 10 punti a referto), ma riescono a mangiare solo 4 punti. Dagli spogliatoi però riesce un’altra Lorex, più concentrata in difesa e chirurgica in attacco e prende pieno possesso del match: il vantaggio si assesta definitivamente sul più 20 e a Pontasssieve c’è spazio e applausi per tutti.

Pallacanestro Empoli – Virtus Civitanova 67-74

KOIPACK PALLACANESTRO EMPOLI: Forti 9, Giovannetti 3, Mengherini, Fantoni 4, Fontanelli 4, Alderighi 9, Moroni 18, Corzani 20, Ghiglioni. Allenatore: Mosi

NATURINO VIRTUS CIVITANOVA: Centanni 12, Felicioni 4, Tessitore 11, Ferraro 4, Baldoni 10, Tegazi, Poletti ne, Magrini 9, Contigiani 20, Righetti 4. Allenatore: Rossi

ARBITRI: Martinelli di Rosignano e Miniati di San Giovanni

PARZIALI: 22-23, 36-41, 47-61

Civitanova sempre avanti e per la Pallacanestro Empoli è notte fonda.

Finalmente. Il rientro di capitan Mario Tessitore porta bene alla Naturino, che ieri sera ha steso la Koipack Empoli sul neutro di San Giovanni Valdarno cogliendo la prima vittoria stagionale. Partita condotta per lunghi tratti dagli aquilotti, che hanno sopperito alla grande all’assenza dell’ultimo minuto di Marco Vallasciani (distorsione alla caviglia) giocando una partita intelligente e di cuore.

Mattatore della serata Giorgio Contigiani, che con 20 punti ha trascinato i ragazzi di coach Raffaele Rossi fino al massimo vantaggio nel terzo periodo, quando i civitanovesi hanno toccato anche il +14. Nel quarto periodo, un leggero calo di tensione ha consentito agli empolesi di tornare a stretto contatto, fino al -3. Ma i locali non hanno mai dato l’impressione di poter davvero impensierire la Naturino, che così abbandona il fondo della classifica. Confortante la prova della panchina, dalla quale Rossi ha potuto pescare le positive prove del trio Ferraro-Felicioni-Righetti (4 punti a testa).

Martedì riprende la preparazione in vista del ritorno al PalaRisorgimento, dove domenica prossima gli aquilotti se la vedranno contro la temibile Altopascio.

Doveva invece essere la partita del riscatto per la Koipack ed invece il team biancoceleste non è mai entrato in partita. Si giocava sul neutro di San Giovanni Valdarno alle 18,30 e questo deve aver sconvolto e non poco i piani dei padroni di casa che non sono mai riusciti a mettere in difficoltà gli ospiti marchigiani apparsi a loro agio contro la formazione empolese. I locali hanno retto un po’ nel primo quarto quando gli ospiti sono andati avanti di un punto. Nel secondo quarto si è capito che il destino della gara era già segnato. Il Civitanova colpiva da tutti i lati e la difesa empolese incassava le bordate avversarie. Al ritorno dagli spogliatoi la musica non è cambiata anzi, la situazione è andata via via peggiorando visto che i padroni di casa mettevano a segno 11 centri contro i ben 20 del team avversario. Inutile il tentativo di rimonta nell’ultimo quarto, quando almeno Empoli ha dato qualche segno di reazione. Purtroppo la rincorsa è partita troppo tardi e per la Virtus è stato facile amministrare il vantaggio.

Pisarum 200 Basket Club – Liburnia Basket 93-71 (19-13, 22-13, 25-13, 27-23)

Pisarum 200 Basket Club: Foglietti 5 (1/1 da tre), Cambrini 7 (2/2, 1/4), Bianchi G. 2 (1/3), Calegari 16 (8/12), Conti 10 (2/2), Casagrande 24 (5/10, 0/1), Maggiotto 19 (4/6, 3/8), Bianchi M. 4 (2/4), Pentucci 2 (1/4, 0/2), Giacomini 4 (1/3, 0/2)

Tiri Liberi: 26/32 – Rimbalzi: 41 28+13 (Maggiotto 10) – Assist: 20 (Casagrande, Giacomini 5)

Liburnia Basket: Seminara 4 (2/5), Niccolai 10 (5/6, 0/1), Dell’Agnello G. 2 (1/2), Tellini, Stolfi 13 (3/8, 1/8), Sidoti 6 (0/2, 2/3), Mori, Benini 8 (3/10), Nesti 18 (8/8), Dell’Agnello T. 10 (4/7, 0/1)

Tiri Liberi: 10/17 – Rimbalzi: 34 21+13 (Nesti 11) – Assist: 4 (Stolfi 3)

Arbitri:Massafra,Ivale

Termina a 2 vittorie la serie di partite positive consecutive della formazione della Libertas Liburnia Livorno. I gialloblu allenati da Pardini infatti escono sconfitti dalla trasferta in casa del Pisarum 2000 Pesaro con il risultato di 93-71. Una partita in cui la Libertas aveva iniziato bene ma poi la squadra marchigiana ha cambiato atteggiamento ed ha portato a casa i 2 punti.

Juve Pontedera – Basket Gubbio 69-70 dts (17-18, 14-18, 16-11, 18-12, 4-5)

Juve Pontedera: Romiti 3 (1/1 da tre), Ruberti 11 (1/3, 2/2), Ragli 5 (1/1, 1/2), Novi, Migli 9 (3/7, 1/3), Ghelli, Capozio 3 (1/5), Giorgi 17 (6/7, 1/5), Falchi 17 (3/11, 3/9), Doveri 4 (1/4, 0/2)

Tiri Liberi: 10/15 – Rimbalzi: 31 25+6 (Giorgi 11) – Assist: 13 (Doveri 6)

Basket Gubbio: Brunetti 15 (5/7, 1/2), Venturi, Fiorucci 6 (3/5, 0/1), Arioli 21 (8/12, 1/6), Mariucci 8 (3/6, 0/1), Maurizi 5 (1/4, 1/4), Pellegrini 2 (1/2, 0/2), Cappannelli 11 (4/10, 1/4), Monacelli 2 (1/2) N.E.: Morelli

Tiri Liberi: 6/14 – Rimbalzi: 43 29+14 (Arioli 16) – Assist: 7 (Cappannelli 4)

Arbitri:Cirinei,Boni

Arriva la prima vittoria per il Basket Gubbio che alla terza gara stagionale dopo due sconfitte rimediate riesce finalmente a prendersi i primi due punti della stagione per di più in trasferta sull’insidioso parquet di Pontedera, terreno che viene violato con il punteggio di 69-70. I ragazzi di Pierotti partono forte grazie ad una prova di carattere, grinta e concentrazione tanto da concludere il primo quarto con sette punti di vantaggio. Nella seconda frazione di gara Pontedera è trascinata dagli ottimi tiri di Giorgi e Falchi che tuttavia non bastano per riacciuffare gli eugubini che ampliano la forbice di punti di vantaggio andando al riposo lungo sul punteggio di 31-42. Nel terzo quarto però si assiste ad un calo drastico sia a livello fisico che tecnico degli eugubini che permettono ai padroni di casa di accorciare le distanze e presentarsi all’ultimo quarto sul punteggio di 47-53.

La rimonta si completa nell’ultimo quarto per il 65-65, Serve l’over time per decidere la disputa che a dieci secondi dalla fine vede Pontedera che si trova in vantaggio di due, Pellegrini sbaglia un tiro facile facile, capitan Fiorucci prende il rimbalzo, scarica sull’esterno dove è piazzato Maurizi che da tre non sbaglia. Da segnalare l’ottima prova di Federico Arioli top scorer dell’incontro con 21 punti a referto oltre che sei rimbalzi conquistati in attacco e ben dieci in difesa, buonissima anche la prestazione di Brunetti con 15 punti fatti con un buon 6/9.

Gs Folgore – Robur Basket Osimo 46-53 (11-22, 11-22, 10-9, 14-10)

Gs Folgore: Danesi 10 (4/7, 0/3), Loni, Caciolli 2 (1/6, 0/1), Casciani 10 (2/9, 2/5), Bastianoni 2, Melosi 9 (4/11), Cei 2 (1/4, 0/3), Tessitori 11 (5/10) N.E.: Innocenti Camiciottoli, Susini

Tiri Liberi: 6/14 – Rimbalzi: 34 29+5 (Cei 8) – Assist: 8 (Casciani 3)

Robur Basket Osimo: Mosca 7 (0/2, 2/4), Di Maggio 9 (4/4), Cardellini 4 (2/4, 0/1), Monticelli 7 (3/6, 0/5), Mancinelli 4 (2/7), Scrima 5 (2/7, 0/3), Valentini 10 (5/12, 0/1), Graciotti 1 (0/2, 0/2), David 6 (1/3, 1/2) N.E.: Pistola

Tiri Liberi: 6/13 – Rimbalzi: 38 29+9 (Valentini 11) – Assist: 9 (Mosca, Mancinelli, Scrima 2)

Arbitri:Uncini,Collesi

La truppa di Francioni conquista un vantaggio a due cifre e lo mantiere fino alla bagarre conclusiva, quando il nervosismo e una impressionante imprecisione dalla lunetta (6/14 alla sirena) condannano Fucecchio. Da elogiare per i biancoverdi un super Danesi capace di tenere la squadra sempre in partita. Lo strappo della Robur è nei 5? conclusivi della seconda frazione, 9-2 e +12 che vale una bella ipoteca sulla gara, con i canestri di Mosca, Cardellini e Di Maggio. La Folgore non vede più il canestro, riesce a recuperare in fondo grazie a una buona difesa. Dopo lo 0/2 di Mancinelli ai liberi, con cinque da recuperare e 90” sul cronometro Casciani si fa stoppare il tiro, dall’altra parte Mosca ne mette solo uno e Casciani mette il 46-50 con un minuto da giocare. Osimo spreca ancora, ma Cei fallisce due volte dalla lunetta il possibile -2, sul fallo sistematico a Di Maggio basta un punticino per affossare definitivamente ogni speranza di rimonta.

Nuovo Basket Altopascio – Pall. Monsummano 55-83 (16-20, 7-20, 16-26, 16-18)

Nuovo Basket Altopascio: Mandroni, Fiorindi 4 (1/5), Del Carlo 6 (3/7, 0/1), Giannechini, Lazzeri A. 11 (3/10, 1/1), Armillei 15 (3/5, 3/7), Petrucci, Helmut Vincenzini 5 (1/2, 1/6), Tozzini 4 (2/4), Lazzeri A. 10 (5/9, 0/2)

Tiri Liberi: 4/6 – Rimbalzi: 25 17+8 (Lazzeri A. 7) – Assist: 11 (Fiorindi, Del Carlo 3)

Pall. Monsummano: Zani 23 (7/11, 2/4), Marchi 3 (1/4, 0/3), Niccolai 9 (0/5, 2/4), Bargiacchi 7 (2/3), Barontini 2 (0/1 da tre), Vannini 20 (8/11, 0/1), Tempestini 4 (2/5, 0/1), Ambrosino 3 (0/1, 1/1), Piccoli, Verdiani 12 (5/9, 0/1)

Tiri Liberi: 18/31 – Rimbalzi: 47 30+17 (Verdiani 17) – Assist: 14 (Zani 4)

Arbitri:Errico,Curriotto

Il Bama finisce con il consueto distaccone al cospetto di un Monsummano oggettivamente di un altro pianeta. In questo campionato che sembra suddiviso tra Dnc Gold e Dnc Silver i ragazzi devono mantenere alti morale e concentrazione in vista della gare sicuramente alla loro portata. Il budget é di una , anzi due, categorie inferiori ed ovviamente per poter sperare di combattere contro uno squadrone come i termali é pura utopia. Ci sarebbe voluta la partita perfetta e a dire il vero l’inizio lasciava presagire qualcosa di meglio con i rosablu a produrre buon gioco ed a colpire con precisione. 16-19 al primo quarto ma una  zona tutt’altro che trascendentale é bastata per far battere in testa in modo clamoroso il team altopascese , mostrando tutti i limiti tecnici e balistici dei ragazzi di Tonfoni. Gli attacchi sono troppo statici e tutte le volte che viene costruito un tiro aperto questo va puntualmente fuori. Di contro gli ospiti cominciano  a pescare Vannini con palloni giusti a centro area, coadiuvato da uno stellare Zani e da un buon ex Verdiani, il quale segna i suoi primi 6 punti su rimbalzo offensivo senza il minimo tagliafuori altopascese. L’intervallo vede già i ragazzi di Rastelli scappare ma stavolta i rosablu, al contrario di Livorno,  hanno almeno il merito di lottare  recuperando con un parziale di 8 a 0. Ma se il basket si chiama anche pallacanestro un motivo c’é, e se la palla nel canestro non la metti mai qualsiasi impresa diventa una “mission impossible”. Finisce con gli ospiti che allungano decisamente, con i due coaches che danno spazio a tutti gli effettivi e con Tonfoni che testa la caviglia di Tozzini, in campo con una fasciatura gessata dopo la distorsione di giovedì scorso (da sommarsi all’assenza di Lami). Spazio anche per Mandroni che ben si comporta. I tempi dei matches con Monsummano combattuti , e vinti al PalaBridge negli ultimi due anni, sembrano lontani anni luce. Adesso si attendono le squadre di DNC Silver, per lottare fino all’ultima stilla di sudore.

LA CLASSIFICA

BOTTEGONE BASKET S.ANGELO 6 3 3 0
PISARUM 200 BASKET CLUB 6 3 3 0
ROBUR BASKET OSIMO 4 3 2 1
LIBURNIA BASKET 4 3 2 1
PALL. MONSUMMANO 4 3 2 1
VIGOR MATELICA 4 3 2 1
GS FOLGORE 4 3 2 1
ASD VALDISIEVE 4 3 2 1
BASKET GUBBIO 2 3 1 2
VIRTUS CIVITANOVA 2 3 1 2
JUVE PONTEDERA 2 3 1 2
CLUB PALLACANESTRO EMPOLI 0 3 0 3
NUOVO BASKET ALTOPASCIO 0 3 0 3
US LORETO 0 3 0 3
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy