Lega DNC – Tutta la 3a Giornata, del Girone G

Lega DNC – Tutta la 3a Giornata, del Girone G

Commenta per primo!

Basket Acireale – Nuova Aquila Monreale 77-79 d.t.s. (17-16, 20-25, 17-25, 23-13)

Basket Acireale: P.Marzo 10 (3/4, 0/3), Moretti 29 (6/9, 5/12), Lofaro 6 (1/2, 1/6), Russo 8 (3/9), A.Marzo 10 (3/8, 0/5), Signorelli ne, Patanè ne, Arcidiacono 2 (1/1), Santonocito 10 (2/2, 2/4), Persano 2 (1/1).

TL: 13/16 RIMB: 31 24+7 (7 Russo, A.Marzo) ASSIST: 7 (3 Lofaro)

Nuova Aquila Monreale: Tuppiti 6 (1/3, 0/1), Gottini 21 (5/9, 3/7), Cuccia 6 (3/3, 0/2), Tagliabue 16 (6/12), Dragna 4 (1/3, 0/4), Barbaro ne, Ranalli ne, D.Tagliareni 2 (1/1, 0/2), Andrè 13 (6/9), V.Tagliarini 11 (3/4, 1/1)

TL: 15/19 RIMB: 32 24+8 (6 Cuccia, Tagliarube) ASSIST: 4 (2 Tuppiti)

Arbitri: Angelo Mucella De Gaetano, Francesco Praticò

Terza vittoria su tre partite in campionato.
Ieri sera, ad Acireale,  in anticipo della terza di campionato, l’Aquila si è imposta di misura sulla formazione locale. Si gioca a porte chiuse a causa di un errore del tecnico che ha curato l’ omologazione delle tribune spettatori. La temperatura all’interno del palazzetto è conseguentemente elevata, per via di tutte le vie di accesso sprangate. L’ingresso dei pochi accrediti concordati con la federazione è sofferto e serve  tutta   la  nostra  diplomazia   per  convincere,  giustamente,  il Presidente  del  Basket   Acireale Sig. Panebianco a consentire l’accesso dei dirigenti al seguito.
Si parte con le formazioni che si studiano, i padroni di casa fanno girare la manovra in modo fluido e sembrano più precisi nelle realizzazioni. Alcune scelte arbitrali innervosiscono (a torto!) la nostra squadra.  Sul finale di periodo, una fiammata dei nostri ragazzi, riporta la situazione a sostanziale parità.  Si chiude il 1q. sul 17-16. All’inizio del 2q. si fa sotto l’Aquila. Teo Gottini guida la riscossa con due bombe in transizione. L’Acireale sembra scosso, ma i ragazzi di Torriero a tratti concedono spazi e tiri aperti in particolare a Moretti. L’errore, purtroppo più volte ripetuto, riporta in partita i padroni di casa , dopo che Cuccia ed i suoi erano riusciti a creare oltre 15 punti di margine.  Il parziale all’intervallo lungo riporta un 37-41. Alla ripresa l’Aquila ricomincia da dove aveva lasciato, dando prova di  carattere e mantenendo il polso della partita. Viene ristabilito un discreto margine di oltre 15 punti, ma sul finale un leggero sussulto di Pietro Marzo & c. contiene i danni. Si va alla fine del 3q. sul 54-66. La partita sembra in ghiacciaia… L’ultimo periodo prosegue sulla falsa riga del 3q. a 5 minuti dalla fine non è un azzardo pensare già alla prossima. Un paio di incursioni avversarie vengono contenute da Darìo Andrè con ottima difesa. Proprio Darìo, poi si rende protagonista di un break che porta ai nostri colori 6 punti. Solo un passi ……(non passi!) gli nega altri due punti. La sua esperienza, però lo mantiene lucido. Il suo cuore gli consente di non avvertire il dolore alla caviglia. Una statua!! Quando il tabellone riporta minuti 1:55 dalla fine, con l’Aquila sopra di 11, entra in gioco la follia che non ti aspetti…..: l’Aquila va in tilt! Nemmeno una tempestiva sospensione chiamata da Coach Torriero riesce ad evitare l’incubo finale. Acireale sale in cattedra con il duo Marzo-Moretti che domina. Arrivano i punti, tanti, troppi, con i nostri a far da comparsa. La nostra manovra si affida a Teo Gottini che con due scelte, seppur forzate, riesce a mettere quei 4 punti che ci tengono in piedi. Sul fallo subito dai nostri sul finale di periodo, Andrè non riesce ad incidere come in precedenza. Arriva uno 0/2, per lui, da tiri liberi. I secondi sembrano ore. A due secondi dalla fine ancora Gottini intercetta la palla con Acireale in attacco. Finisce la partita, si chiude sul 77-79. La vittoria ancora una volta ci sorride!!!! Dopo la cena, la truppa fa rientro a Palermo intorno alle 2 del mattino. Alla ripresa di Martedì si preparerà l’importante sfida contro Catanzaro.

Nuova Pallacanestro Marsala – Planet Catanzaro 59-67 (12-3, 0-3, 12-27, 35-24)

Nuova Pallacanestro Marsala: Fazio 18 (4/5, 3/6), Bagnasco 7 (2/5, 1/4), De Lise 14 (3/8, 2/3), Petrosino 4 (2/5, 0/1), Del Vecchio 11 (4/8, 1/2), Bartolo Morana 5 (1/4, 0/1), D’Amico N.E.: Baseggio, Russo, Messina

Tiri Liberi: 6/12 – Rimbalzi: 28 19+9 (Fazio 7) – Assist: 5 (Fazio 3)

Planet Catanzaro: Rotundo 8 (3/5), Carpanzano 5 (1/3, 1/3), Scuderi 17 (2/5, 2/7), Sereni 19 (7/12, 1/2), Cattani 12 (0/1, 4/14), Mercurio, Fall 6 (2/4) N.E.: Calabretta, Palazzo, Cossari

Tiri Liberi: 13/18 – Rimbalzi: 32 23+9 (Sereni 13) – Assist: 4 (Cattani 3)

Arbitri:Castorina,Perrone

“Abbiamo lasciato agli avversari troppo spazio per organizzarsi e per ragionare permettendogli di mettere in campo il gioco di squadra in cui sono maestri” – così il dirigente Peppe Grillo commenta la sconfitta subita ieri pomeriggio dalla Nuova Pallacanestro Marsala che ospitava, tra le mura del PalaMediPower, il quotato Assitur Planet Catanzaro.

Quaranta minuti impegnativi hanno visto i giovani di coach Cardillo affrontare una delle squadre più dure del campionato alternando momenti di difficoltà ad altri in cui i lilibetani si sono ampiamente meritati gli applausi del numeroso pubblico presente.

Al fischio d’inizio, la Nuova Pallacanestro Marsala scende in campo con Fazio, Bagnasco, De Lise, Petrosino e Del Vecchio dimostrando di essere in grado di tenere testa agli avversari calabresi tanto da chiudere il primo quarto 12 – 16 dopo avere mantenuto un leggero vantaggio per buona parte del periodo.

Nel secondo quarto però Catanzaro prende il volo arrivando a staccare Marsala di 18 punti. Solo negli ultimi minuti i lilibetani ritrovano il feeling con il canestro per arrivare alla pausa lunga con il punteggio di 24 – 43.

Alla ripresa la Nuova Pallacanestro Marsala trova nuovo vigore ma, nonostante la buona volontà dei lilibetani, Catanzaro ha ormai ottenuto un vantaggio che condiziona pesantemente la gara. Il terzo periodo si chiude 37 a 53.

Bravi i ragazzi di coach Cardillo nell’ultimo quarto quando sono riusciti a recuperare uno svantaggio di 21 punti per chiudere sotto solo di 8 punti con il risultato finale di 59 – 67.

“Non abbiamo nulla da rimproverare ai ragazzi – aggiunge Peppe Grillo – sono stati bravi a rimontare, hanno lottato e hanno dimostrato di aver voglia di fare. Questo purtroppo è accaduto troppo tardi, soprattutto negli ultimi due quarti mentre nei primi due abbiamo dato modo a Cattani e compagni di portarsi eccessivamente avanti. Per il futuro spero che metteremo in campo, fin dai primi minuti, un maggiore voglia”.

Ancora una vittoria per l’Assitur Planet basket Catanzaro, che alla terza giornata di campionato viaggia a punteggio pieno.
Tre vittorie in altrettanti incontri per la corazzata di coach Tunno, che sta interpretando al meglio l’inizio di questa stagione.
Vittima della verve giallorossa stavolta é la Nuova Pallacanestro Marsala, formazione giovane ma interessante, piegata in casa da Cattani e compagni in un match ricco di spunti interessanti.
Coach Tunno può sorridere ancora per gli ottimi meccanismi difensivi che i suoi uomini stanno mettendo in mostra domenica dopo domenica.
Anche in questa circostanza, infatti, le bocche di fuoco avversarie sono state messe a tacere, con un atteggiamento estremamente concentrato durante tutto l’arco dell’incontro.
Per tutti i quaranta minuti, l’inerzia ed il pallino del gioco sono sempre stati a vantaggio dei catanzaresi, ad eccezione degli ultimi possessi, nei quali, forse per la consapevolezza di aver ormai incamerato i due punti, si è assistito ad un comprensibile e fisiologico calo e che a permesso ai siciliani di ridurre lo scarto finale.
Magistrale sul parquet siciliano è stata la prova del nuovo acquisto dell’Assitur, il fuori categoria Sereni, per il quale basta citare la mostruosa doppia doppia di 19 punti e 13 rimbalzi messa a referto al fine di avere un’idea dell’impatto del padovano sulla gara. Ottimo contributo da parte di Antonio Rotundo, che ha dimostrato di aver oramai completamente recuperato dall’intervento alla spalla che lo ha costretto ad iniziare in ritardo la stagione Buone risposte dal capitano Cattani e dai soliti Scuderi e Fall, ma nel complesso tutti gli uomini scesi in campo hanno risposto presente, contribuendo alla vittoria.
Per i padroni di casa gli ultimi ad alzare bandiera bianca sono stati De Lise, Del Vecchio e Fazio, quest’ultimo top scorre dei suoi.
Ma non sarà molto il tempo per godersi il successo per i ragazzi del capoluogo calabrese, infatti, si spalancano le porte di una settimana importante.
Il calendario propone proprio domenica prossima il big match contro il Palermo, anch’esso capolista a punteggio pieno, in uno scontro ad alta quota tra due ottime formazioni, che dirà molto sul potenziale dei giallorossi, autori sinora di un cammino impeccabile.

Vis Reggio Calabria – Nertos Cosenza 58-66 (15-15, 15-15, 11-19, 17-9)

Vis Reggio Calabria: Vozza 7 (2/4, 0/1), Costa D. 6 (3/7, 0/6), Tramontana 16 (7/12, 0/1), Grasso 13 (5/14, 1/3), Barrile 3 (1/2 da tre), Costa R. 13 (4/8, 1/5) N.E.: Carnazza, Ielo, Cedro

Tiri Liberi: 7/17 – Rimbalzi: 34 25+9 (Grasso 12) – Assist: 20 (Vozza, Costa D. 6)

Nertos Cosenza: Rotundo 8 (3/4, 0/3), Pellegrino Yasakov 6 (3/9, 0/1), Guzzo 11 (1/5, 2/5), Lombardo 15 (3/3, 1/5), Luca Coscarella 8 (4/8), Vazzana 18 (2/4, 4/7), Calabrese

Tiri Liberi: 13/21 – Rimbalzi: 36 34+2 (Lombardo 9) – Assist: 16 (Rotundo, Lombardo 5)

Arbitri:Mucella De Gaetano,Di Giorgi

La Nertos Cosenza si aggiudica il derby di Calabria espugnando il PalaBotteghelle ed infliggendo alla Vis la prima sconfitta stagionale. L’esito della gara non è mai stato in discussione, con il quintetto di coach Binetti che ha avuto il controllo del match fin dalla palla a due, raggiungendo per due volte (sul 19-35 e sul 41-57) un vantaggio massimo di 16 punti per poi amministrare il veemente ritorno finale dei reggini, usciti comunque a testa alta dal parquet.

Fra i bruzi l’ex di turno Vazzana (18 punti) ha fatto la voce grossa bombardando il canestro bianco/amaranto con continuità, ben spalleggiato da Lombardo (15), Guzzo (11) e il nuovo acquisto Rotundo (8). Fra i reggini di coach D’Arrigo, invece, hanno pesato non poco l’infortunio di Carnazza (la guardia messinese è rimasta in panchina per tutto l’incontro) e i tre falli di Tramontana commessi già nel primo quarto, che hanno costretto l’ala/pivot ex Nuova Jolly a lungo fuori dal rettangolo di gioco.

La sconfitta di ieri non inficia minimamente l’ottimo inizio di campionato della Vis, chiamata ad un pronto riscatto domenica prossima a Marsala, mentre per la Nertos si attendono conferme in casa contro il Mazara.

Basket Mazara – Basket Empedocle 60-71

Basket Mazara: Marengo 20, Degregori 12, Di Gioia 11, Beltran 8, Bruno 5, Pisciotta 4, Cusenza 0, Salvadori 0. All. Valerio Napoli

Basket Empedocle: Giangrossa 19, Fathallah 18, Guarnaccia 11, Sgrò 9, Di Simone 7, Rotolo 4, Fiannaca 3. All. Fillari

Arbitri: Massari e Giordano

Parziali: 18-21 / 27-41 / 42-56 / 60-71

Ancora una sconfitta per il Basket Mazara che perde la seconda uscita casalinga stagionale per 60-71 contro il Basket Empedocle. La sconfitta brucia più del solito perché è avvenuta contro un avversario molto più modesto di quell´Aquila Palermo che sbancò il Palazzetto dello Sport alla prima giornata. I ragazzi di coach Napoli, stanno pagando più del dovuto il ritardo di preparazione e lo scarso affiatamento che è lo specchio delle prestazioni messe in campo dalla squadra canarina in questo avvio di stagione,…ma andiamo al racconto del match…
Partono meglio gli ospiti nel primo scorcio di gara con Fathallah in cabina di regia che detta i ritmi dell´incontro e Gangarossa che mostra di avere la mano molto calda nei tiri dalla media e lunga distanza, i padroni di casa trovano nella precisione nei tiri liberi del capitano Di Gioia e nelle conclusioni di Marengo la possibilità di accorciare il gap dalla squadra ospite e chiudere la prima frazione con il punteggio di 18-21 in favore dei ragazzi di coach Fillari. Nella seconda parte di gara ci si aspetta una reazione da parte della squadra canarina, reazione che non viene registrata a causa della zona messa in campo dalla squadra ospite, che manda in bambola i padroni di casa che sono costretti nella maggior parte dei casi a forzare le conclusioni perdendo il possesso palla. La squadra ospite con un paio di bombe di Guarnaccia e la fisicità di Rotolo incrementa il vantaggio andando al riposo lungo con 14 lunghezze di vantaggio sui padroni di casa, la frazione termina con il punteggio di 27-41.
Al rientro dagli spogliatoi gli ospiti ancora una volta partono meglio, Fathallah e Rotolo portano a più di 20 punti il vantaggio sulla squadra padrona di casa, che inspiegabilmente fatica a costruire giocate vincenti e paga la sufficienza difensiva dei propri giocatori. Poi all´improvviso nella seconda parte della terza frazione cambia qualcosa, i padroni di casa aumentano il ritmo, rubano diversi palloni alla squadra ospite e aggiustano la mira grazie alle giocate dell´esperto Degregori e alla precisione nelle conclusioni da parte del nuovo acquisto Beltram ( all´esordio di fronte al nuovo pubblico ) e anche grazie al solito Marengo, il gap viene ridotto e la frazione si conclude con il punteggio di 42-56 in favore della compagine empedoclina. Nella quarta e ultima frazione di gioco i padroni di casa spingono forte mostrando le pecche della squadra ospite, la reazione c´è ed è rabbiosa, il divario si riduce fino a -6, poi gli ospiti mostrano maturità non perdendo la testa e riescono ad aumentare nuovamente il divario grazie ai tiri liberi di Di Simone e Fiannaca. La partita non offre più emozioni e si conclude con il punteggio di 60-71.
Nota positiva è la reazione avutasi tra la fine della terza frazione e l´ultima frazione, di negativo c´è sicuramente l´approccio alla partita e l´incapacità di attaccare la zona che ancora una volta ci è stata fatale. Abbiamo un buon gruppo che di sicuro nel corso della stagione saprà regalare gioie ed emozioni al numeroso pubblico del Palazzetto dello Sport. Domenica prossima c´è subito la possibilità di riscattare la sconfitta , nella trasferta contro la Nertos Cosenza, in cui ci si aspetta la reazione d´orgoglio della compagina canarina.

Basket Gela – Green Basket Palermo   65 – 71  ( 23-20, 39-42, 55-57)

Basket Gela: Urrico, Giusti 11, Occhipinti 14, Festino 13, Caiola E. 22, Grillo, Caiola G. 5, Bulone NE, Lanzerotti NE., Caiola E.. All. Anselmo

Green Basket Palermo: Muratore 2, Verderosa 2, Trevisano 9, Forzano 4, Lanfranchi NE, Provenzano 9, Terrasi 20, Calò 21, Bontempo 4. All. Avellone

Importante vittoria del Green in casa Del Gela ,i ragazzi di coach Avellone hanno vinto con merito contro una squadra forte e coriacea. La difesa a zona del Green ha letteralmente tormentato i Gelesi, ottime prove in casa Palermitana di Calò Terrasi e Provenzano,ma la vera forza dei verdi sembra essere il collettivo.

LA CLASSIFICA

PLANET CATANZARO 6 3 3 0
NUOVA AQUILA MONREALE 6 3 3 0
NUOVA PALLACANESTRO MARSALA 4 3 2 1
VIS REGGIO CALABRIA 4 3 2 1
GREEN BASKET PALERMO 4 3 2 1
BASKET EMPEDOCLE 2 3 1 2
BASKET ACIREALE 2 3 1 2
NERTOS COSENZA 2 3 1 2
BASKET MAZARA 0 3 0 3
BASKET GELA 0 3 0
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy